Canottaggio: buone possibilità oggi dal torneo di qualificazione olimpica

Pubblicato il autore: Angelo Gambella Segui

L’Italia vanta grande tradizione olimpica nel canottaggio e ad anche per Rio 2016 intende ben figurare portando nelle acque brasiliane il maggior numero possibile di imbarcazioni.
L’Italia può già contare su 14 carte olimpiche, che si riferiscono alle 5 imbarcazioni sin qui qualificate, vale a dire al due senza, al due di coppia Pesi leggeri, al quattro senza, al quattro senza Pesi leggeri, e al doppio.

Delle sette barche iscritte all’evento in corso a Lucerna, in Svizzera, restano cinque imbarcazioni azzurre ad avere ancora piena possibilità di qualificazione olimpica nell’ultima giornata utile.
Dopo che le prime due imbarcazioni avevano trovato l’accesso alla finale direttamente e nella prima giornata di qualificazione, ieri, al termine dei recuperi e delle semifinali, l’Italia ha piazzato ulteriore tre barche in finale. Sono dunque complessivamente cinque le barche tricolori in finale che oggi si giocheranno a Lucerna tutte le proprie possibilità per agguantare il pass per Rio 2016.

L’otto senior è stato il primo equipaggio a qualificarsi alla finale con il passaggio diretto. L’otto tricolore è composto da Matteo Stefanini, Fabio Infimo, Mario Paonessa, Pierpaolo Frattini, Giovanni Abagnale, Simone Venier, Luca Agamennoni, Domenico Montrone, Enrico D’Aniello-timoniere. Le rivali degli azzurri iscritte a Lucerna erano Australia, Spagna, Polonia e USA. Ora occorre centrare uno dei primi due posti della finale.

Il doppio senior femminile composto da Laura Schiavone e Giada Colombo ha superato il primo turno di qualificazione senza problemi. Per i 2 pass in palio erano 9 le nazioni schierate nella prima giornata (Austria, Repubblica Ceca, Danimarca, El Salvador, Finlandia, Italia, Olanda, Russia, Ucraina).

All’otto maschile e al doppio senior femminile, ieri pomeriggio si sono aggiunti anche il quattro di coppia senior maschile, il doppio pesi leggeri femminile e il due senza senior femminile.

Nella giornata di ieri le prime a qualificarsi nella finale sono state Elisabetta Sancassani e Laura Milani (Fiamme Gialle) del doppio pesi leggeri che, dopo una partenza lenta, hanno concluso la regata al secondo posto.

Il due senza senior femminile di Sara Bertolasi (SC Lario) e Alessandra Patelli (SC Padova) si è reso protagonista di una vittoria senza rivali, realizzando il tempo migliore delle due manche di qualificazione.

Il quattro di coppia formato da Giacomo Gentili (SC Bissolati), Alessio Sartori (Fiamme Gialle), Francesco Cardaioli (Sc Padova) e Luca Rambaldi (Fiamme Gialle) ha raggiunto l’obiettivo finale superando il recupero di ieri in una gara conclusasi al fotofinish. La barca azzurra sempre in attacco ha concluso al terzo posto a soli 29 centesimi dalla Cina prima classificata e a 26 centesimi dagli USA secondi.

Le carte olimpiche in palio oggi sono due per ogni regata ad eccezione del due senza senior femminile che ha a disposizione quattro pass olimpici.

mondiali canottaggio(foto d’archivio)

Niente da fare, invece, per i due singoli senior Paolo Perino e Valentina Rodini che non hanno centrato la finale nelle regate che prevedevano il maggior numero di concorrenti al via, rispettivamente 17 e 13.

Oggi le finalissime sulle acque del Rotsee di Lucerna, sono in programma dalle ore 16, ad iniziare dal singolo femminile senior fino previsto alle 18.10, e che si concluderà con la spettacolare gara affidata all’Ammiraglia maschile.
Non sarà facile centrare la qualificazione ma gli azzurri possono provarci in tutte e cinque le gare, senza timore reverenziale per unirsi ai compagni che hanno già ottenuto l’agognata carta olimpica.

  •   
  •  
  •  
  •