Coppa del Mondo 2016 slalom, Ivrea passerella per i migliori 250 specialisti

Pubblicato il autore: Giacomo Garbisa Segui
Giovanni de Gennaro (fonte @federcanoa foto Anton Franz)

Giovanni de Gennaro (fonte @federcanoa foto Anton Franz)

Tutto pronto per la carrellata di campioni che, dal 3 al 5 giugno, invaderanno Ivrea, in Piemonte, per la prima delle cinque prove della Coppa del Mondo 2016 slalom, manifestazione regina dell’International Canoe Federation (ICF), rappresentata in Italia dalla Federazione Italiana Canoa Kayak (FICK) che fa capo al CONI.

Nel rinnovato impianto dello Stadio della Canoa Città di Ivrea, inaugurato lo scorso aprile dopo importanti interventi di rimodellamento, si confronteranno oltre 250 atleti di 35 nazioni nelle 5 categorie della canoa slalom moderna: Kayak maschile (K1M), Kayak femminile (K1W), Canadese monoposto maschile (C1M), Canadese femminile (C1W) e Canadese biposto maschile (C2M). Da quest’anno il programma prevede il nuovo e spettacolare “Slalom Cross”, prova ad eliminazione sulle rapide di IV grado dello Stadio della Canoa di Ivrea. Al contrario non è più prevista la gara a squadre.

Leggi anche:  Pallanuoto femminile, World League Super Final: definiti i quarti di finale

La Coppa del Mondo viene assegnata al termine di un circuito di 5 gare che si disputano nei canali d’acqua mossa più importanti del mondo. Le altre tappe del 2016 si svolgeranno in Spagna, a La Seu d’Urgell (10-12 giugno), in Francia, a Pau (17-19 giugno), proseguiranno dopo la pausa olimpica di Rio 2016 nella Repubblica Ceca, a Praga (2-4 settembre) per concludersi in Slovenia, a Ljubljana (9-11 settembre). La manifestazione è seconda per importanza solo ai Giochi Olimpici, inseriti stabilmente nel programma olimpico da Barcellona 1992 dopo l’esordio di Monaco 1972, e ai Campionati del Mondo che si tengono ogni anno escluso l’anno olimpico e che non si disputeranno quindi quest’anno.

La Coppa del Mondo nasce nel 1988 e ritorna adesso in Italia dopo oltre vent’anni dalle edizioni della Val di Sole e Merano. «Il canale di gara – una lunghezza di 230 metri per 6 metri di dislivello, una portata d’acqua di 10 mcs e difficoltà di 4° su una scala di 6 – è il fiore all’occhiello dello Stadio della Canoa» sottolinea Claudio Roviera, presidente dell’Hosting Organizing Committee Associazione Proteina. «E’ il risultato degli interventi effettuati nel tempo per gestire il forte dislivello del fiume che, conciliando pendenza, portata d’acqua e standard di sicurezza, hanno trasformato il percorso naturale in un canale semi-artificiale senza pari negli altri impianti fluviali mondiali».

Leggi anche:  Pallanuoto femminile, World League Super Final: definiti i quarti di finale

«La scelta dell’ICF di Ivrea come sede della manifestazione premia sia l’investimento fatto per la risistemazione del canale che il connubio vincente di sport, città e natura che Ivrea può offrire. Ivrea si affianca ai canali d’acqua mossa di Sidney, Londra e Praga» ha commentato Carlo Della Pepa, sindaco della Città di Ivrea.

DETTAGLI TECNICI
Un percorso di slalom è composto da 20/25 porte distribuite in un tratto di fiume di minimo 200 metri con difficoltà di 3° e 4° grado, che bisogna attraversare senza toccare le paline. Le porte si attraversano in una direzione precisa: bianco-verdi in discesa e bianco-rosse in risalita. E’ una gara della durata di circa 90’’, toccare una porta causa una penalità di 2”, saltarla di 50”. Le penalità si sommano al tempo di gara e formano il punteggio totale di manche.

Leggi anche:  Pallanuoto femminile, World League Super Final: definiti i quarti di finale

Slalom Cross
E’ una disciplina nuova, molto tecnica e spettacolare, in cui si usano canoe voluminose in polietilene. Quattro concorrenti partono in simultanea e percorrono un tratto di fiume con passaggi obbligati in cui devono toccare delle grosse boe appese. I primi due classificati di ogni batteria passano al turno successivo fino a decretare il vincitore.

  •   
  •  
  •  
  •