Doping, in arrivo altre 31 squalifiche. In ballo anche atleti già qualificati per Rio

Pubblicato il autore: Gioacchino Moncado Segui

imageLa notizia è quella destinata a far tremare, ancora una volta, il mondo dello sport internazionale.  Il Comitato olimpico internazionale ha reso noto che 31 atleti di 12 nazioni hanno gareggiato dopati all’Olimpiade di Pechino del 2008 e tra loro qualcuno era pronto anche a prendere parte alla prossima Olimpiade di Rio de Janeiro.  I controlli sono stati effettuati su 450 campioni di sangue ed urine conservati a Losanna, ai quali si aggiungono  i controlli fatti su altre 250 provette di Londra 2012. I nomi al momento sono rimasti top secret ma presto verranno comunicati alle federazioni nazionali. Gli atleti coinvolti in questi nuovo scandalo doping rischiano 4 anni di squalifica e la perdita delle medaglie conquistate.  Dalle prime notizie trapelate sembrerebbe che l’Italia non sia coinvolta. I controlli  hanno seguito una procedura molto complessa che ha permesso di scoprire la presenza di sostanze proibite all’interno del corpo di questi 31 atleti coinvolti nello scandalo.  Quando i prelievi arrivarono ai laboratori olimpici di Pechino e Londra i «campioni B» vennero subito congelati (a –20 o -80 gradi, a seconda delle sostanze cercate) mentre i «campioni A» lo furono 48 ore dopo l’analisi. La catena di controllo garantisce la conservazione per dieci anni, ma il tempo limite legale per la nuova analisi è di otto: il Cio agisce al limite della scadenza per disporre delle tecniche di controllo più avanzate.  In questa forbice temporale grazie a sofisticati studi di farmacodinamica è stato possibile registrare  l’aumento del numero di metaboliti noti tra quelli prodotti dall’organismo nel sangue e nelle urine, che hanno permesso di allargare enormemente la possibilità di rintracciare le sostanze proibite assunte. Quelle rintracciate nelle provette “incriminate”  dovrebbero essere  steroidi anabolizzanti e lo sfuggente ormone della crescita, ma anche di eritropoietine di ultimissima generazione. Gli atleti coinvolti sarebbero impegnati in discipline di forza e resistenza. I controlli hanno privilegiato atleti ancora in attività ( tra i coinvolti diversi sarabbero già iscritti ai Giochi di Rio)  in sport dove l’evoluzione del doping è stata più rapida e in contesti di passaporti biologici sospetti oltre a quelli  vincitori di medaglie.

I QUALIFICATI DELL’ITALIA ALLE OLIMPIADI DI RIO DE JANEIRO 2016

ATLETICA (le convocazioni finali saranno fatte dal Coni)

Eleonora Giorgi (marcia)
Libania Grenot (400 metri)
Gloria Hooper (200 metri)
Anna Incerti (maratona)
Antonella Palmisano (marcia)
Yadisleidy Pedroso (400 hs)
Elisa Rigaudo (marcia)
Valeria Straneo (maratona)
Alessia Trost (salto in alto)
Marco De Luca (marcia 50 km)
Fabrizio Donato (salto triplo)
Marco Fassinotti (salto in alto)
Daniele Meucci (maratona)
Ruggero Pertile (maratona)
Gianmarco Tamberi (salto in alto)
Silvano Chesani (salto in alto)
Veronica Inglese (10000 metri)
Alex Schwazer (marcia 50 km)
Teodorico Caporaso (marcia 50 km)
Sonia Malavisi (salto con l’asta)

BADMINTON

Jeanine Cicognini

BOXE

Pesi mini-mosca (49 kg) Manuel Cappai
Pesi mediomassimi (81 kg): Valentino Manfredonia
Pesi massimi (91 kg): Clemente Russo
Pesi welter (69 kg): Vincenzo Mangiacapre
Pesi leggeri femminili (60 kg) Irma Testa

CANOA SLALOM (può partecipare a Rio un solo atleta per nazione, il cui nominativo sarà comunicato dal Coni)

Stefanie Horn (K1 femminile)
Giovanni De Gennaro (K1)

CANOTTAGGIO (NB: la qualificazione non è nominale, dunque equipaggi potrebbero cambiare)

Due senza senior maschile (Mornati-Capelli)
Doppio pesi leggeri maschile (Ruta-Micheletti)
Quattro senza senior (Di Costanzo, Castaldo, Lodo, Vicino)
Quattro senza pl (Goretti, Oppo, La Padula, Di Seyssel)
Doppio senior (Gentili-Battisti)

CICLISMO SU STRADA

2 posti per la cronometro maschile
5 posti per la prova in linea maschile

CICLISMO SU PISTA

Inseguimento a squadre femminile
Omnium: Elia Viviani

EQUITAZIONE

Completo: Stefano Brecciaroli, Pietro Roman, Vittoria Panizzon (Italia qualificata anche come squadra)
Dressage: Valentina Truppa
Salto ostacoli: Emanuele Gaudiano

GINNASTICA ARTISTICA

Italia femminile (5 posti per nazione)
Ludovico Edalli

GINNASTICA RITMICA

Italia (squadra)
Verona Bertolini (individuale)

JUDO

Odette Giuffrida (-48 kg)
Edwige Gwend (-63 kg)
Elios Manzi (-48 kg)
Fabio Basile (-66 kg)

LOTTA (NB: la qualificazione non è nominale, ma attribuita al Comitato Olimpico)

Frank Chamizo (libera, -65 kg)
Daigoro Timoncini (greco-romana, 98 kg)

NUOTO

Federica Pellegrini (100-200 sl)
Gregorio Paltrinieri (1500 sl)
Simone Sabbioni (100 dorso)
Gabriele Detti (1500 sl, 400 sl)
Matteo Rivolta (100 farfalla)
Federico Turrini (400 misti)
Ilaria Bianchi (100 farfalla)
Luca Dotto (100 sl)
Alice Mizzau (4×200 sl)
Martina Carraro (100 rana)
4×100 sl femminile
4×100 sl maschile
4×200 sl femminile
4×100 mista maschile
4×100 mista femminile

NUOTO DI FONDO

10 km maschile: Simone Ruffini, Federico Vanelli
10 km femminile: Rachele Bruni

NUOTO SINCRONIZZATO

Duo: Linda Cerruti e Costanza Ferro
Squadra: Italia

PALLAVOLO

Italia maschile

PALLANUOTO

Italia femminile
Italia maschile

PENTATHLON

Riccardo De Luca
Alice Sotero

SCHERMA

Arianna Errigo (fioretto femminile)
Elisa Di Francisca (fioretto femminile)
Italia squadra fioretto maschile
Italia squadra spada maschile
Aldo Montano (sciabola maschile)
Italia squadra sciabola femminile
Rossella Fiamingo (spada femminile)
Diego Occhiuzzi (sciabola maschile)

SOLLEVAMENTO PESI

1 quota nazione (uomo)
1 quota nazione (donne)

TIRO

Carabina maschile 50 m tre posizioni (Niccolò Campriani)
Carabina maschile 50 m a terra (Marco De Nicolo)
Pistola libera 50 metri (2 atleti) (Giuseppe Giordano, Francesco Bruno)
Trap maschile (2 atleti) (Giovanni Pellielo, Massimo Fabbrizi)
Skeet maschile (2 atleti) (Valerio Luchini, Gabriele Rossetti)
Double trap maschile (2 atleti) (Antonio Barillà, Marco Innocenti)
Carabina femminile 10 m aria compressa (Petra Zublasing)
Trap femminile (Jessica Rossi)
Skeet femminile (2 atlete) (Chiara Cainero, Diana Bacosi)

TIRO CON L’ARCO

Italia (squadra maschile)
Guendalina Sartori (individuale femminile). NB: qualificazione non nominale, ma attribuita al Coni.

TRIATHLON (NB: i nominativi verranno resi noti dal Coni)

2 uomini
2 donne

TUFFI

Trampolino 3 metri femminile (Tania Cagnotto)
Piattaforma 10 metri femminile (Noemi Batki)
Sincro 3 metri uomini (Giovanni Tocci-Andrea Chiarabini)
Sincro 3 metri donne (Tania Cagnotto-Francesca Dallapé)
Trampolino 3 metri maschile (Andrea Chiarabini)
Trampolino 3 metri maschile (Nicola Benedetti)
Trampolino 3 metri femminile (Maria Marconi)

VELA (qualificazioni non nominali)

RS:X maschile (Mattia Camboni)
Laser maschile (Francesco Marrai)
49er maschile (2 atleti)
RS:X femminile (Flavia Tartaglini)
Laser Radial femminile
49erFX femminile  (Giulia Conti e Francesca Clapcich)
Nacra 17 mista (Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri)
Finn

  •   
  •  
  •  
  •