Extreme Rules 2016: bentornato Seth Rollins! [VIDEO]

Pubblicato il autore: Alberto Pedrazzini Segui

extreme rules 2016

Nella notte è andato in onda Extreme Rules 2016, ecco il riassunto dell’evento WWE. Il primo segmento importante del kickoff del PPV è l’entrata dei Dudley Boyz, il cui discorso contro il pubblico presente nell’arena viene interrotto dall’entrata di Big Cass e dal successivo confronto che termina con i due veterani messi K.O. dall’avversario. Il primo match della serata è il no disqualification match tra Dolph Ziggler e Baron Corbin che termina con la sconfitta dello Show Off dopo un colpo basso e la End of Days di Corbin. Termina così il kickoff di Extreme Rules 2016 e inizia il PPV. Si comincia con il tornado tag team match tra gli Usos e la coppia formata da Luke Gallows e Karl Anderson, che vince l’incontro grazie alla Magic Killer. Si continua con il match valido per il titolo degli Stati Uniti. Si sfidano il campione Kalisto e Rusev, introdotto dalla sua personale ring announcer Lana. Il punto di svolta del match è l’infortunio di Kalisto dopo esser stato schiantato sull’apron ring. Il wrestler bulgaro finisce l’opera facendo cedere l’avversario grazie alla sua Accolade e conquistando lo US Title. Il PPV continua con l’incontro tra il New Day e i Vaudevillains valido per i titoli di coppia con i wrestler di colore che restano campioni grazie allo Shining Wizard di Woods su Gotch. Extreme Rules 2016 prosegue con il fatal 4-way match per il titolo intercontinentale. Il campione The Miz affronta Cesaro, Kevin Owens e Sami Zayn. Il titolo non cambia padrone visto che The Miz con un’astuta mossa riesce a schienare Cesaro dopo che il wrestler svizzero era stato messo K.O. dal Helluvakick di Zayn. Si continua con il primo Asylum Match della storia tra Dean Ambrose e Chris Jericho. L’incontro promette di essere molto violento e così è visto che i due rivali utilizzano più volte armi contundenti come nunchucku, mazze e kendo stick. Alla fine la vittoria la ottiene Ambrose scagliando Y2J sulle puntine e rifilandogli la Dirty Deeds. Extreme Rules 2016 si avvicina alla fine ma prima c’è da disputare l’incontro valido per il titolo femminile tra Charlotte e Natalya. La stipulazione prevede che se Ric Flair dovesse farsi vedere la figlia perderebbe automaticamente il titolo. Ma ad un certo punto la theme song del Nature Boy risuona nell’arena e Natalya crede di aver vinto perché vede una figura con capelli biondi e accappatoio. La distrazione costa cara alla wrestler canadese visto che ad entrare è stata Dana Brooke travestita da Ric Flair e così Charlotte colpisce Natalya e la blocca nella Figure 8 facendola cedere. L’esito dell’incontro decreta la nascita di una nuova stable: Ric Flair, sua figlia e Dana Brooke.

Leggi anche:  Zanardi, ad un anno dall'incidente: "Fuori dal letto"

Il Main Event di Extreme Rules 2016: Roman Reigns vs AJ Styles

I due rivali iniziano a combattere all’interno del ring per poi spostarsi al di fuori di esso. Dopo diversi minuti fanno il loro ingresso Luke Gallows e Karl Anderson. I due mettono K.O. il campione e posizionano uno stremato AJ sopra l’avversario ma Reigns riesce ad evitare il conto di tre. Alla festa si aggiungono gli Usos che mettono K.O. Styles e gli altri due membri del The Club. Dopo che i due contendenti per il titolo si riprendono il punto di chiave del match sembra essere la Styles Clash che l’ex stella della TNA mette a segno sulla sedia ma il pin viene rallentato dall’intervento di Jimmy Uso e Roman riesce ad evitare lo schienamento. AJ rifila diverse sediate al campione per poi cercare di colpirlo con il Phenomenal Forearm ma Reigns lo colpisce con una spear al volo che ne decreta la vittoria. Ma subito dopo il suono della campanella finale entra in scena Seth Rollins che mette K.O. il suo ex compagno nello Shield e alza la cintura al cielo. Si chiude con questa immagine il PPV Extreme Rules.
Diversi video tratti Extreme Rules 2016

Leggi anche:  Serie A femminile: la nuova stagione parte il 29 agosto

https://www.youtube.com/watch?v=K5v-QAOWQng

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: