Finale Scudetto Calcio a 5: Real Rieti-Asti gara-3 Mercoledì ore 20.30

Pubblicato il autore: riccardo rossi Segui
Finale Scudetto Calcio a 5: Real Rieti-Asti gara-3 Mercoledì ore 20.30

Finale Scudetto Calcio a 5: Real Rieti-Asti gara-3 Mercoledì ore 20.30

Grandi emozioni ieri sera al Pala San Nicolò di Teramo.
Dopo una gara tiratissima, terminata 1-1 nei tempi regolamentari, l’Orange Asti ha la meglio per 3-2 ai calci di rigore, rimettendo immediatamente in parità la serie di finale scudetto Calcio a 5.
Coach Patriarca schiera un quintetto base composto da  Micoli, Ghiotti, Jeffe, Zanchetta e Rafinha mentre Mister Cafù sceglie Espindola, Nora, Duarte, Bertoni, De Oliveira.
Dopo un primo tempo inchiodato sullo 0-0, Asti esce dagli spogliatoi determinata a espugnare il Pala San Nicolò e, dopo pochi minuti, si porta in vantaggio grazie ad una secca conclusione da fuori di Hector.
Il vantaggio è meritato, Rieti accusa il colpo, vacilla più volte ma Asti non riesce a chiudere il match e, a 5 secondi dalla sirena, Hector si avventa sul tiro della disperazione di Saul, deviando il pallone in rete e facendo esplodere gli oltre 600 rietini arrivati a Teramo per sostenere gli amarantocelesti.
L’epilogo ai rigori ha un solo, grande protagonista: Carlos Espindola.
Il portiere piemontese stoppa i tiri dal dischetto di Hector e Saul, divenendo l’eroe della serata.
Deluso il presidente rietino Roberto Paolantoni: “C’è tanta amarezza, anche se avrei preferito che sul dischetto andassero giocatori più freddi ed esperti – ha dichiarato al Messaggero il “patron” dei Sabini- Nonostante questo la squadra è stata ancora una volta encomiabile giocando con sole sei rotazioni (Jeffe indisponibile nel secondo tempo a causa di un problema muscolare, ndr) portando l’Asti ai tiri di rigore: in questa finale i piemontesi fino a ora non ci hanno mai battuto nei quaranta minuti di gioco”.
Opposte sensazioni per lo squalificato Ramon (disponibile per gara-3) al fischio finale:“Nel primo tempo abbiamo faticato a trovare spazi contro un avversario che agiva prevalentemente in contropiede – ha dichiarato il capitano astigiano – Nella ripresa invece abbiamo creato più del Rieti, che giustamente partiva col vantaggio di aver vinto gara-1. Ci è mancato solo il colpo del ko, e abbiamo subìto il pareggio a pochi istanti dalla sirena. Questo successo ci carica, e siamo felici di tornare a giocare martedì prossimo al Palasanquirico di fronte ai nostri tifosi, che nella prima sfida scudetto hanno creato una coreografia magnifica. Sono convinto che il campo di casa ci darà un aiuto fondamentale”
Adesso gara-3, in programma Mercoledi 1 Giugno alle 20.30 (diretta su Raisport 2 ore 20.30) sempre al Pala San Nicolò di Teramo, potrebbe essere davvero decisiva per indirizzare l’esito di questa emozionante finale scudetto.
Le prime due gare disputate al Pala San Quirico di Asti ed al Pala san Nicolò di Teramo, hanno dimostrato che il fattore campo non è determinante, rendendo l’esito di questa finale scudetto impronosticabile.
Queste le probabili formazioni per gara-3:
REAL RIETI: Micoli, Ghiotti, Saul, Zanchetta, Rafinha, Corsini, Romano, Martinelli, Hector, Jeffe, Liistro, Guennounna. All. Patriarca
ASTI: Espindola, Nora, Duarte, Ramon, De Oliveira, Romano, Follador, De Luca, Chimanguinho, Bocao, Crema, Bertoni. All. Cafù
Il capitano dell’Orange Asti, Ramon Bueno Ardite, in arte Ramon, torna nuovamente disponibile dopo la squalifica che lo ha costretto ai box in gara-2 e potrebbe rivelarsi l’uomo partita, grazie alla sua personalità da trascinatore, determinante quando la posta in palio è il titolo di campione della Serie A di Calcio a 5.

  •   
  •  
  •  
  •