Hockey su ghiaccio: serie B 2016/2017

Pubblicato il autore: Gianluca Pirovano Segui

Hockey su ghiaccio, serie B 2016/2017.

Lutz_Andreas_Zanatta_Michele_Raycroft_Andrew_Milano_Cortina_12_02_2013

Quella svoltasi a Verona è stata una riunione importante per delineare il futuro dell’hockey su ghiaccio italiano. Si prevedevano tensioni fra le parti, nello specifico FISG e club della serie B della stagione passata, ma al termine del confronto sembra si sia giunti ad una decisione che rasserena gli animi e delinea come sarà la serie B 2016/2017.
Il comunicato- Al termine dell’incontro la FISG ha emanato il seguente comunicato:
“Per espressa volontà della Federazione Italiana Sport del Ghiaccio e come auspicato in queste settimane dalle società di hockey che hanno preso parte alla serie cadetta 2015/2016, Fisg e club di Serie B si sono incontrati oggi 14 maggio a Verona per concordare insieme e stilare di comune accordo le linee programmatiche della prossima stagione hockeistica.
In un clima di franco confronto e proficua collaborazione, le parti hanno ribadito unità d’intenti e una forte e concreta volontà di lavorare congiuntamente per offrire a tutte le realtà coinvolte le migliori opportunità di crescita e sviluppo nell’interesse del movimento. Di qui, come concordato, si è deciso all’unanimità l’organizzazione per la stagione 2016-2017 di un campionato italiano di Serie B a 16 squadre.
Contestualmente, si è inoltre stabilito che la Coppa Italia 2016-2017 verrà disputata in via esclusiva dalle squadre della serie cadetta. Sulla formula del torneo in oggetto, Fisg e club di Serie B torneranno a confrontarsi in un incontro volto proprio a stabilire, in accordo condiviso, le più idonee modalità di svolgimento.
Al termine della giornata odierna, la Federazione Italiana Sport del Ghiaccio esprime piena soddisfazione per i risultati raggiunti e ancor più per il clima di grande cooperazione e buon senso che ha caratterizzato l’intero svolgimento dell’incontro con le società coinvolte”.
Quello che sarà- La nuova serie B 2016/2017 sarà quindi con tutta probabilità composta da 16 squadre che si affronteranno una sola volta alla settimana con la possibilità di modifiche durante le festività natalizie. Queste 16 squadre saranno le 15 che già avevano firmato il documento programmatico emanato nelle scorse settima più il Renon Junior che ha accettato di prendere parte al progetto. Il numero di squadre non è ancora definitivo poiché esiste la possibilità che, nel caso non dovesse prendere parte alla neonata IAHL, qualche club della vecchia seria A possa aggiungersi. Non vi saranno però nuovi club dato che, oltre alla nascita di questa nuova serie B, nascerà con tutta probabilità anche la serie C. L’obbiettivo è quello di creare un sistema di promozioni e retrocessioni e di recuperare piazze storiche come Aosta, Torino e Pinerolo.
Rimangono ancora dubbi invece sulla Coppa Italia e sul nome che avrà questa nuova Lega. I 16 club di certo si contenderanno la Coppa Italia fra di loro ma la formula verrà decisa nei prossimi incontri. Il nome del campionato con tutta probabilità non sarà Serie B ma al momento non trapelano news a riguardo.
Tutti molto soddisfatti i dirigenti delle varie squadre interessate per quello che sembra l’ennesimo tentativo di rilancio dell’hockey su ghiaccio italiano.
Questa volta la parola d’ordine sembra sia l’organizzazione, molto spesso mancata negli scorsi anni.
Chissà questa volta non sia quella buona.

  •   
  •  
  •  
  •