Pro Recco a Budapest per le final six: Settebello a Ragusa

Pubblicato il autore: Alessandro Legnazzi Segui

Mentre la Pro Recco entra nella storia della pallanuoto avendo vinto il trentesimo scudetto della sua storia (battendo in finale l’AN Brescia con il punteggio finale di 8-6), il gigante Stefano Tempesti preparerà i prossimi appuntamenti in vasca con la sua squadra. La Pro giocherà dal 2 al 4 giugno le final six della Champions League. Anche in questa competizione la squadra ligure detiene il titolo, vinto lo scorso anno contro il Barcellona in una splendida finale. Si giocherà a Budapest e le magnifiche sei sono Olympiakos, Eger, Barcellona, Pro Recco, Szolnok e Jug Dubrovnik. La Pro si contenderà il titolo finale probabilmente contro le due formazioni ungheresi che godranno del grande appoggio del tifo, caldissimo da quelle parti.

Maurizio Felugo, presidente della Pro Recco, ora vorra vincere il massimo trofeo internazionale anche dietro la scrivania, dopo sei successi in vasca con la calottina numero sei in testa. In passato non aveva nascosto la sua riluttanza circa la strutturazione delle final six. Tre gare in tre giorni sono tante, troppe a questi livelli. Meno partite e solo quattro squadre a contendersi la vittoria finale sarebbe l’ideale: purtroppo le esigenze delle televisioni, entrate a gamba tesa anche nella pallanuoto, hanno modificato anche quello che di giusto componeva questo sport.

settebello
Veniamo al Settebello. La Nazionale, guidata dall’immarescibile Sandro Campagna, si radunerà giovedì 2 giugno (fino all’11) a Ragusa per preparare le finali di World League che si disputeranno in Cina, a Huizhou, dal 21 al 26 giugno. Le magnifiche otto formazioni abbracciano il meglio della pallanuoto mondiale: Australia, Brasile, Cina, Grecia, Italia, Giappone, Serbia e Stati Uniti (Che hanno vinto il torneo intercontinentale a Yokohama, in Giappone). Inutile dire che i serbi partono come favoriti, subito dietro come pronostici c’è proprio il Settebello. L’Italia debutterà il 21 giugno contro l’Australia mentre il giorno successivo in vasca troveremo la Grecia.

Il ct Campagna non ha proceduto alle convocazioni dei giocatori della Pro Recco, impegnati come detto nel torneo internazionale in Bulgaria. Tra i diciotto convocati per la spedizione cinese figura Jacopo Alesiani: è un interessante attaccante della Rari Nantes Savona, un classe ’96 savonese che già nel 2013 ricevette una chiamata in azzurro (nella stagione 2011-2012 vinse la LEN Cup in finale contro gli spagnoli del Sabadell). Nell’attuale stagione ha dimostrato di possedere delle qualità da alta squadra confermando, inoltre, il titolo di campione mondiale di categoria con la Nazionale Under 18. Alesiani è la novità del gruppo azzurro che andrà alla conquista del trofeo in Cina, sicuramente non una sorpresa.

Di seguito la lista dei diciotto convocati dal ct Campagna per le finali di World League, come si può notare c’è una folta rappresentanza del gruppo partenopeo formato dalle squadre di Napoli e Posillipo: Marco Del Lungo, Alessandro Nora, Christian e Nicholas Presciutti (Brescia), Giacomo Bini, Tommaso Busilacchi ed Edoardo Di Somma (Bpm Sport Management), Fabio Baraldi, Umberto Esposito, Gabriele Vassallo e Alessandro Velotto (Canottieri Napoli), Vincenzo Dolce, Valentino Gallo e Vincenzo Renzuto (Robertozeno Posillipo), Jacopo Alesiani (Carisa Savona), Stefano Luongo (Carpisa Yamamay Acquachiara), Roberto Ravina (Bogliasco Bene), Gianmarco Nicosia (Roma Vis Nova).

  •   
  •  
  •  
  •