I vincitori della Regata internazionale Brindisi-Corfù

Pubblicato il autore: Nicola Digiugno Segui

regata

“Con l’arrivo del catamarano Maui alle 21,30 di giovedì, ultimo concorrente a tagliare il traguardo di Kassiopi, si è conclusa la 31ma edizione della Regata internazionale Brindisi-Corfù, importante tappa adriatica del Campionato Italiano Offshore. Dopo il calcolo dei compensi ecco i vincitori delle varie cassi di questa edizione: Gruppo ORC A Luduan Reloaded di Giovanni Sylos Labini; Gruppo ORC B-C, Rush di Michalis Tsatsopoulos; Gruppo ORC C X-Lion di LEone Pellè; Holiday, Amams di Saverio Ricco; Holiday Sprint, Orione di Nunzio Pio Bellincontro; Multiscafi, Whitew White Whale Met di raffaele Brancati”. E’ quanto si legge sul sito ufficiale della Fiv, Federazione italiana vela.

Il commento del presidente del circolo della Vela Brindisi, Teo Titi, sul sito internet della Fiv: “Centotrentaquattro imbarcazioni iscritte dimostrano come la regata stia crescendo ogni anno di più. La mia speranza è che il territorio abbia percepito quanto questo evento possa essere importante, non solo in termini numerici, per qualificarci a livello internazionale attraverso il fantastico messaggio che solo la vela riesce a dare. Un mio speciale ringraziamento va a tutti i partner che ci hanno sostenuto e a tutte le risorse che collaborano alla realizzazione di questa regata che è sempre più complessa, ma che nello stesso tempo riesce a dare grande soddisfazione anche a chi la organizza”.

Leggi anche:  Pallamano, Serie A: Conversano nuova capolista

Per il Presidente del Gouvia Marina Sailing Club, Dimitros Koutsodontis, sempre sul sito Fiv, “questa 31ma edizione della regata è per noi la seconda; abbiamo fatto tesoro dell’esperienza dello scorso anno, quindi eravamo preparati meglio per dare il nostro contributo alla complessa macchina organizzativa e per ospitare le 134 imbarcazioni ed i loro equipaggi. La partecipazione di concorrenti provenienti da Corfu è aumentata del 50 per cento: questo dato è per noi molto promettente e motivo di orgoglio. Penso che sia stata un’organizzazione di grande successo e ora cominceremo a lavorare alla prossima edizione. Voglio ringraziare i partecipanti e augurare buona fortuna a tutti”.

Dal sito ufficiale della Fiv si apprende inoltre: “Tra fine maggio e primi di giugno impennata delle iscrizioni alla regata Palermo-Montecarlo 2016. A oggi le barche pre-iscritte sono una trentina, e gli organizzatori contano di avere il picco delle iscrizioni dopo la Rolex Giraglia. La corsa d’altomare che unisce la Sicilia e il Principato di Monaco infatti è un evento che assegna punti pesanti per la classifica del Campionato Italiano Offshore e già oggi sono parecchi gli equipaggi di classifica che hanno annunciato la loro presenza”. E “si conferma lo sviluppo internazionale dell’evento, già 8 le nazioni presenti (oltre all’Italia, Russia, Malta, Unghieria, Gran Bretagna, Germania, Monaco e ben 5 barche dalla Francia), il ritorno dei tedeschi di Black Pearl, il Carkeek 47 già protagonista di una Palermo-Montecarlo, la presenza di Stupeficium 3, un 16 metri (è l’ex Tuttatrieste) che sta correndo le maggiori regate offshore, e una crescente flotta ligure con yacht provenienti da Chiavari, Varazze, Genova. Significativi anche gli arrivi dall’Adriatico, con Be Wild di Renzo Grottesi (armatore già vincitore di una edizione) e Canevel Spumanti di Manuel Costantin. Sono già 6, infine, gli iscritti alla Palermo-Montecarlo x 2 (equipaggio di due sole persone). Per i regatanti presenti al Campionato Italiano Assoluto proprio a Palermo, dal 26 al 30 luglio, sarà possibile lasciare la barca per essere pronti al via della Palermo-Montecarlo”.

  •   
  •  
  •  
  •