Rio 2016: presentata la squadra di tiro a segno

Pubblicato il autore: Michele Santoro Segui

tiroasegno
Rio 2016: presentata la squadra di tiro a segno – Continua la marcia di avvicinamento ai giochi olimpici di Rio, che partiranno il prossimo 5 agosto. Ieri, nella Sala Giunta del CONI, è toccato all’Unione Italiana di Tiro a Segno diramare i nomi degli atleti che cercheranno di fare incetta di medaglie e tenere alto in nome dell’Italia in Brasile. E’ stato lo stesso numero uno dell’Unione, l’ingegner Enfried Obrist, a presentare la squadra olimpionica, che conterà su nomi di primo livello: Niccolò Campriani (Fiamme Gialle), Petra Zublasing (Carabinieri), Marco De Nicolo (Fiamme Gialle) Riccardo Mazzetti e Giuseppe Giordano (Esercito), a loro saranno affidate le speranze azzurre.

Così Obrist a margine dell’evento: ” La nostra squadra è pronta ad affrontare la sfida olimpica dei Giochi di Rio De Janeiro 2016. 5 sono gli atleti che rappresenteranno a Rio l’Italia del Tiro a Segno che nel lungo percorso agonistico verso il Brasile sono stati scelti per disputare i Giochi Olimpici. Quattro anni fa a Londra siamo riusciti a centrare 3 medaglie, grazie a Niccolò Campriani, un oro e un argento e Luca Tesconi, un argento: un risultato storico senza precedenti che ci ha piazzati di diritto al terzo posto nel medagliere mondiale del tiro dietro Stati Uniti e Corea ed al primo posto nel medagliere europeo. Un risultato eccezionale anche nel medagliere nazionale sportivo visto che il Tiro è la disciplina che nel 2012 ha portato, dopo la scherma, il numero più elevato di medaglie per l’Italia. In primis ringrazio il Direttore Sportivo Valentina Turisini e tutto lo staff tecnico e medico che ha lavorato affinché la squadra sia pronta mentalmente e fisicamente ad affrontare le competizioni di questi Giochi Olimpici. Ringrazio i gruppi sportivi militari che grazie al loro supporto ed alle loro strutture consentono ai nostri atleti di prepararsi al meglio. Grazie al CONI e al Presidente Giovanni Malagò ed un grazie anche ai nostri Consiglieri Federali che mi hanno sempre appoggiato in tutte le decisioni e le scelte che riguardano la nostra attività. In bocca al lupo a tutti i nostri atleti, all’Italia e al CONI per questa avventura targata Rio 2016“.

Un augurio alla squadra arriva anche dal Segretario Generale del CONI, Roberto Fabbricini: “Ho avuto modo di vedere alcuni di loro in gara ai Giochi Europei di Baku, ricordo delle competizioni straordinarie come quella di Petra, una delle gare più belle che ho avuto modo di vedere nella mia vita sportiva. Sono certo che ci regaleranno grandi emozioni”.

Niccolò Campriani, campione olimpico in carica nella specialità “carabina libera 3 posizioni” si è espresso così: ” Mancano 45 giorni, siamo al rush finale. Sono stati 4 anni molto intensi, dove il cambio di regole rappresenta una nuova sfida. A Rio non si tratterà di difendere il titolo conquistato a Londra, ma di centrare un altra medaglia. Voglio ringraziare tutto lo staff che mi ha accompagnato in questi 4 anni, queste persone sono un pezzo della mia vita. A questo sport devo tantissimo perché mi ha dato tutto: la mia compagna, Petra, i miei amici, una borsa di studio e molto altro ancora. L’obiettivo a Rio, come fu a Londra, sarà lasciare la linea di tiro senza rimpianti: non sarà semplice ma ci proverò”.

Non presente alla cerimonia perchè impegnato nella Coppa del Mondo che si sta disputando a Baku, ma abile e arruolato per Rio, Giuseppe Giordano, che sarà impegnato nelle categorie “pistola libera” e nella “pistola ad aria compressa“.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: