Sport e disabilità, i lottatori senza gambe (video)

Pubblicato il autore: Al Rey Segui

Sport e disabilità, i lottatori senza gambe (video)

Si può eccellere nella vita e nello sport anche con delle gravi difficoltà, come i lottatori senza gambe, campioni di wrestling al pari di tutti gli altri

Vi sono molti sport in cui anche chi ha gravi disabilità fisiche può competere contro tutti, come ad esempio la lotta libera. Un esempio è Leroy Sutton, che ha perso le gambe in un incidente e ha vinto vari tornei di wrestling in tutto il mondo, ma non è l’unico.

Il wrestler senza gambe Leroy Sutton in combattimento

La storia di Zion Shaver è molto triste sin dalla sua nascita nel 1997, quand’è stato abbandonato dalla madre naturale che non ha accettato l’idea di avere un figlio senza arti inferiori. Da allora è stato affidato da una famiglia all’altra rimanendoci al massimo per un paio d’anni, cambiando case, scuole, amici, vita, nell’Ohio nord-orientale. La malattia di cui è affetto si chiama sindrome da regressione caudale e non è possibile poter usufruire di qualunque tipo di protesi. L’assistente sociale che aveva in carico il giovane si è vista passare la sua pratica per le mani tante di quelle volte che ad un certo punto ha deciso di adottarlo lei e dargli finalmente una vita dignitosa.

Leggi anche:  L'agente di Nibali smentisce i contatti con l'Ineos

Sin dalle scuole elementari Zion Shaver ha praticato la lotta libera e questo gli ha cambiato la vita, insegnandogli anche ad aggirare qualunque tipo di ostacolo nella quotidianità. Alle scuole medie il suo punto di riferimento è diventato l’allenatore della squadra di lotta libera della Washington High School di Massillon, una città a 80 km da Cleveland. Insieme all’allenatore, il lottatore senza gambe Zion Shaver ha imparato a conoscere i suoi limiti e le sue possibilità, mettendo insieme uno stile di lotta adeguato alle sue condizioni fisiche. Un altro punto di riferimento per Zion è stata la storia di Kyle Maynard, campione di wrestling e giocatore di football nato senza arti, autore della propria autobiografia che è diventata un best-seller a livello mondiale. Attualmente Kyle Maynard, gestisce una palestra e fa discorsi motivazionali, dando forza a tanti atleti disabili e lottatori senza gambe come Zion e altri.

Leggi anche:  Ciclomercato 2022, Ineos Grenadiers vuole Nibali? L'indiscrezione

L’atleta senza arti Kyle Maynard

La lotta è uno degli sport più indicati per le persone prive di arti, come Hasaan Hawthorne, al quale sono stati amputati gli arti inferiori sotto le ginocchia a quattro mesi. Grazie alle protesi può camminare, e quando era adolescente l’allenatore lo ha aiutato e gli ha dato la possibilità di allenarlo fino a portarlo al terzo posto ai campionati statali della Pelham High School a Birmingham. Quest’anno è stato eletto il miglior lottatore della sua categoria e, a differenza di Zion Shaver, utilizza le stesse tecniche di lotta di tutti gli altri perché essendo di corporatura molto alta ha anche le braccia proporzionalmente lunghe.

Isaiah Bird è un bambino di sei anni nato senza gambe che ha già iniziato ad imparare la lotta libera rimasto affascinato dalla storia di Zion Shaver. Vive dentro a un rifugio in una chiesa a Long Beach insieme alla madre e al fratello di un anno. A causa delle precarie condizioni economiche, la sua famiglia non può permettersi una sedia a rotelle, ma quest’anno ha già vinto molte gare riuscendo a qualificarsi per il torneo di Stato. Il suo allenatore Miguel Rodriguez ha detto che nel wrestling non c’è bisogno di avere le gambe per diventare dei campioni e i lottatori senza gambe possono competere come tutti gli altri.

Leggi anche:  L'agente di Nibali smentisce i contatti con l'Ineos

Isaiah Bird, nato senza gambe, a 6 anni è già un campione

https://youtube.com/watch?v=PF-8YDM6xw8+

  •   
  •  
  •  
  •