Tiro a Volo Paralimpico: Lanza, Bortolin e Lai campioni italiani

Pubblicato il autore: Simone Braconcini Segui

TIRO-A-VOLO-CAMPIONATO

Nello splendido scenario di Cellino Attanasio in Abruzzo si è concluso oggi il 9° Campionato Italiano di Tiro a Volo paralimpico. E’ stata una gara che rimarrà senza dubbio nella storia. Tutti i tiratori hanno ottenuto un grandissimo successo, con numerosi “25”messi a segno nelle fasi di qualifica e punteggi nettamente al di sopra della media, a conferma dell’eccellente livello raggiunto da questi sportivi di primo piano. Le gare sono state combattute fino all’ultimo e assai appassionanti, con numerosi colpi di scena che hanno mandato in visibilio il pubblico presente, numeroso e caloroso. Sono state davvero delle grandi giornate di sport.

E le sorprese sono state all’ordine del giorno. Trionfatore della categoria Standing 1, dopo un appassionante testa a testa, è stato il messinese Massimo Lanza (114+11+1), che si è imposto di misura  12 a 11 nel match finale con Giorgio Marrozzini (115+15). Il bronzo è stato conquistato da Santo Falanga (111+11), impostosi 11 a 9 su Fabrizio Cormons che, nonostante sia terminato fuori dal podio, si è fatto apprezzare in modo particolare e rappresenterà di certo il futuro di questo sport.

Nella categoria Standing 2 il titolo di campione Italiano è andato a Paolo Bortolin (101+11+10), l’argento è andato a Elio Spadoni (95+10+7) ed il bronzo a Emilio Poli (97+8). Nella categoria Sitting trionfa Oreste Lai (110+10), impostosi 12 a 9 su un competitivo Omar Radaelli (99+11).

Un finale in crescendo anche per Paolo Cirillo (107+7+1), il cui bronzo giungeva dopo aver superato agli shoot-off prima il friulano Fabrizio Menia e poi un altro outsider, il romano Fabio Aiello, quarto classificato dopo appena tre mesi dal suo primo incontro con questo sport.

E’ stata questa un’edizione davvero fantastica, con la  partecipazione all’evento di ben  32 atleti (11 Sitting, 18 Standing 1 e 3 Standing 2). Ma i numeri importanti non finiscono qui, perché una commissione di classificazione designata dalla FITAV ha esaminato anche 9 nuovi candidati. Quest’ultimo dato, rappresenta infatti un altro significativo record.

I controlli prevedevano per gli atleti una serie di test motori di biomeccanica, l’acquisizione dati sull’atleta e la successiva visione della performance dell’atleta in gara.

Alla manifestazione erano presenti tutte le principali autorità sportive del tiro a volo, a cominciare da Emanuela Croce Bonomi, Vice Presidente Vicario FITAV, Benedetto Barberini, Coordinatore Attività Paralimpica FITAV, Walter Saraceni, Del. FITAV Chieti, Gabriele Bizzarri, Presidente del TAV G. A. Acquaviva, Giuseppe Del Papa, Sindaco del Comune di Cellino Attanasio e il campione Olimpionico Massimo Fabbrizi, il quale ha seguito fino all’ultimo tutte le fasi principali di questo irripetibile evento, condividendo esperienze con i partecipanti e premiando, al termine della gara, i vincitori. Alla fine, sorrisi e pacche sulle spalle per tutti, in un clima di grande rilassatezza.

La manifestazione abruzzese ha confermato la grande crescita paralimpica del Tiro a Volo, grazie alla bravura, l’abilità e la tecnica degli oltre 30 partecipanti, tiratori di primo livello che hanno nobilitato una gara davvero avvincente sotto ogni punto di vista. Da sottolineare inoltre il clima di grande sportività e solidarietà in cui si è svolta la manifestazione, con gli atleti che hanno fraternizzato tra di loro condividendo in modo simpatico ed affettuoso questa grande esperienza e dandosi appuntamento alle prossime gare.

  •   
  •  
  •  
  •