Tiro con l’arco al femminile in corsa per Rio 2016. E intanto 251 azzurri qualificati

Pubblicato il autore: Angelo Gambella Segui

L’appuntamento tanto atteso dalla nazionale italiana di tiro con l’arco è finalmente arrivato.
Domani pomeriggio ad Antalya (Turchia) si tireranno le 72 frecce che determineranno le migliori 16 squadre che si affronteranno nel Torneo di Qualificazione Olimpica. Le migliori Nazioni del mondo impegnate nel torneo cercano di raggiungere le poche formazioni già qualificate.
L’Italia è formata da Guendalina Sartori (Aeronautica Militare), Claudia Mandia (Fiamme Azzurre), Vanessa Landi (Arcieri Montalcino) e Lucilla Boari (Arcieri Gonzaga).
La Sartori lo scorso anno ai Mondiali di Copenaghen aveva consegnato all’Italia il pass individuale femminile. Ora si va a caccia del pass per la nazionale. La squadra azzurra maschile è impegnata in maniera individuale in Turchia in quanto ha già il biglietto in tasca per Rio de Janeiro. Dunque non sarà nel tabellone a squadra e potrà tifare per le colleghe.

E intanto in Brasile va anche la maratoneta Valeria Straneo. Dopo un fermo di quasi due anni, l’italiana ha vinto la maratona di Wurzurburg, in Germania. L’azzurra, facendo registrare il tempo di 2h 39:50 è andata ben al di sotto del minimo olimpico di 2h 45 minuti richiesto dalla FIDAL. Come previsto, dunque, l’atletica regala altri gettoni per Rio.
In attesa di buone notizie dall’arco (incrociando le dita) si rafforza la partecipazione azzurra a Rio 2016 con 132 uomini e 119 donne in 26 differenti discipline.

In dettaglio, ecco l’elenco dei qualificati:

Rio-2016-600x300

Nuoto (13 pass individuali: Gregorio Paltrinieri e Gabriele Detti 1500 sl; Federica Pellegrini 200 sl; Simone Sabbioni 100 d; Luca Dotto 100 sl, Matteo Rivolta 100 farfalla, Federico Turrini 400 misti, Ilaria Bianchi 100 farfalla, Federico Bocchia 50 sl, Martina Carraro 100 rana, Alessia Polieri 200 farfalla, Piero Codia 100 farfalla, Luca Marin 400 misti – 20 carte olimpiche – 4×100 sl m e f – 4×100 mista m e f – 4×200 sl f);

Canottaggio (16 carte olimpiche – di cui 2 individuali: Alessandra Patelli e Sara Bertolasi due senza donne – due senza, due di coppia PL, quattro senza, quattro senza PL, doppio);

Pallavolo (carte olimpiche per la squadra maschile e femminile, 24 unità);

-Vela (13 pass in 9 classi: Laser Radial – Silvia Zennaro, Laser Standard – Francesco Marrai, RS:X – Mattia Camboni, RS:X d Flavia Tartaglini, 49er FX Giulia Conti e Francesca Clapcich, Nacra 17 Vittorio Bissaro e Silvia Sicouri, 49er Ruggero Tita e Pietro Zucchetti, Finn Giorgio Poggi, 470 f Roberta Caputo, Alice Sinno);

Tiro a Volo (9 carte olimpiche già attribuite a titolo individuale: Trap 3 (2 uomini e una donna, Massimo Fabbrizi, Giovanni Pellielo, Jessica Rossi), Double Trap (2 uomini, Antoninò Barilla e Marco Innocenti), Skeet 4 (2 uomini e 2 donne, Luigi Lodde e Gabriele Rossetti, Diana Bacosi e Chiara Cainero);

Tiro a Segno (5 carte olimpiche – Carabina 10 metri d, Carabina 3 p. m, 2 Pistola libera m, Carabina 50 metri m);

Ginnastica artistica(5 carte olimpiche d = nazionale femminile, un pass individuale nel maschile con Ludovico Edalli);

Ginnastica ritmica (5 carte olimpiche d = nazionale femminile, un pass nell’individuale con Veronica Bertolini);

Tiro con l’Arco (4 carte olimpiche – 3 m e 1 d);

Nuoto di Fondo (3 pass individuali: Simone Ruffini, Federico Vanelli, Rachele Bruni nella 10 km);

Pugilato (5 pass individuali: Valentino Manfredonia 81 kg, Clemente Russo 91kg., Vincenzo Mangiacapre kg.69, Manuel Cappai kg.49, Irma Testa 60 kg);

Scherma (14 qualificazioni così suddivise: 2 pass individuali nel fioretto femminile: Elisa Di Francisca e Arianna Errigo; 2 pass individuale nella sciabola maschile: Aldo Montano e Diego Occhiuzzi; 1 pass individuale nella spada femminile – Rossella Fiamingo – 9 carte olimpiche – squadre di fioretto e di spada maschile, squadra di sciabola femminile);

Tuffi (7 pass individuali – Trampolino 3 metri d – Tania Cagnotto e Maria Marconi – e Trampolino 3 m u – Andrea Chiarabini e Michele Benedetti – e piattaforma d – Noemi Batki, Trampolino 3 metri sincro u – Giovanni Tocci – e d – Francesca Dallapè);

Pentathlon Moderno (4 pass individuali: Riccardo De Luca, Alice Sotero, Claudia Cesarini, Pier Paolo Petroni);

Lotta (due carte olimpiche: nello stile libero categoria 65 kg, u, nella greco-romana categoria 98 kg);

Canoa (2 pass individuali: nel K1 maschile, Giovanni De Gennaro, e nel K1 femminile, Stefanie Horn; due carte olimpiche, nel C1 1000 maschile e nel K1 200 maschile);

Ciclismo (17 carte olimpiche – 5 prova su strada m di cui 2 valide anche per la crono m, 4 prova su strada d di cui 1 valida anche per la crono d; 4 inseguimento a squadre f, 4 nella Mountain Bike: Marco Aurelio Fontana, Luca Braidot, Andrea Tiberi, Eva Lechner, 1 pass individuale nell’omnium maschile: Elia Viviani);

Atletica (20 pass individuali: Eleonora Giorgi, Libania Grenot, Gloria Hooper, Anna Incerti, Antonella Palmisano, Yadisleidy Pedroso, Valeria Straneo, Elisa Rigaudo, Alessia Trost, Marco De Luca, Fabrizio Donato, Marco Fassinotti, Stefano La Rosa, Daniele Meucci, Ruggero Pertile, Gianmarco Tamberi, Silvano Chesani, Veronica Inglese, Alex Schwazer, Teodorico Caporaso);

Nuoto sincronizzato (9 carte complessive per la squadra femminile, di cui 2 pass individuali per il duo femminile composto da Linda Cerruti e Costanza Ferro);

Sport Equestri (3 carte olimpiche per binomi nel completo, una carta olimpica per un binomio nel salto, una carta olimpica per un binomio nel dressage);

Pallanuoto (2 carte olimpiche per la squadra femminile e per la squadra maschile, 26 unità totali);

Pesistica (2 carte olimpiche, una nel maschile e una nel femminile);

Badminton (1 pass individuale: Jeanine Cicognini);

Judo (5 pass individuali: Odette Giuffrida – 52 kg; Edwige Gwend – 63 kg; Elios Manzi – 60 kg; Fabio Basile – 66 kg; Matteo Marconcini – 81 kg);

Triathlon (4 carte olimpiche, 2 u, 2 d)

– Beach Volley: (3 coppie) Daniele Lupo-Paolo Nicolai, Alex Ranghieri-Adrian Carambula – Marta Menegatti-Viktoria Orsi Toth.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: