Assoluti di artistica, i campioni di specialità 2016

Pubblicato il autore: Alessandro Gamberi Segui

assoluti artistica 2016

Si sono conclusi i campionati assoluti di ginnastica artistica del 2016, che hanno decretato i vincitori nazionali nelle singole specialità per attrezzo. In ben tre specialità sono stati assegnati due ori ex-aequo, oltre ad un pareggio per l’argento al volteggio femminile: a corpo libero e parallele maschili, ed a trave nel settore femminile.

La prima rotazione vede Rizzelli e Rocca pareggiare al volteggio (14,200), superate poi da D’Amato (14,800), che diventa a soli 13 anni la più giovane campionessa italiana di sempre.
Al corpo libero maschile Pozzo vince l’ottavo titolo al corpo libero (14,400 punti) in ex-aequo con l’altro aviere Cingolani; terzo Alquati 14,150.

Salgono sul podio delle parallele asimmetriche la specialista Rizzelli (14,650 punti), seguita da Ferrari (14,400) e Villa (14,250).
Al cavallo con maniglie Busnari festeggia il diciottesimo titolo nazionale con 14,950 punti, seguito da Principi (14,750) ed Odomaro (14,150).

Leggi anche:  Nibali futuro commissario tecnico? Ecco la risposta del corridore

Tocca poi alla rotazione per gli anelli: a sorpresa Lodadio (15,100), ultimo a salire sull’attrezzo, vince il suo primo titolo; argento Maresca (14,550), terzo posto a Ottavi (14,350).

Ultima a salire alla trave, Ferlito con 14,400 punti conquista il quinto titolo nazionale sui 10 cm, dovendo dividere il gradino più alto del podio con Meneghini; segue Mori a 14,200. Ferrari sconta una caduta e si ferma a 13,250.
Aanche al volteggio maschile chiude la rotazione il ginnasta vincitore, il torinese Pisano, campione per la seconda volta consecutiva (14,775), con un decimo di vantaggio su Cingolani; Maresca terzo (14,450).

Tocca poi al corpo libero femminile, che vede l’assenza di Ferrari e Ferlito: Meneghini con 14,650 è la nuova campionessa d’Italia sul quadrato, seguita da Villa (14,500) e dalla campionessa del 2015 Fasana (14,350).
Levantesi vince alle parallele asimmetriche (14,450 punti) a pari merito con Edalli, che ottiene il quinto titolo nazionale sull’attrezzo, davanti a Tommaso De Vecchis (14,350).

Leggi anche:  Fabio Aru, anche la Bardiani apre le porte al corridore

All’ultima rotazione si vede vittorioso per la settima volta Pozzo anche alla sbarra, con 14,750 punti. Seguono Macchini (14,600) ed Edalli (14,450).

Fotografie di Alessandro Gamberi

  •   
  •  
  •  
  •