Crotone: l’Optimist European Championship è stata un successo

Pubblicato il autore: Michele Santoro Segui

crotone_vela
Crotone: l’Optimist European Championship è stata un successo – 46 nazioni, 300 giovani atleti, circa 2000 persone tra familiari e personale tecnico: queste le cifre che Crotone ha “messo in mare” per la Optimist European Championship, i campionati europei di vela che dal 15 al 22 luglio hanno animato le acque della provincia jonica. Un evento che si è trasformato in una vera e propria kermesse mondiale grazie alla formula “open”, che ha permesso la partecipazione alla competizione anche a Paesi extraeuropei come Hong Kong, Canada e Messico. Un ulteriore banco di prova sportivo superato a pieni voti per la città di Crotone, dopo la Carnival Race dello scorso febbraio, a cui avevano partecipato ben 244 velisti da 11 Paesi diversi.

Il porto turistico è stato trasformato nel Crotone Sailing Stadium, riqualificato e attrezzato con dodici pontili, un nuovo scivolo di 120 mq per calare le imbarcazioni a mare, una cittadella dedicata ai giudici di gara, tensostrutture per i briefing, un parco commerciale, e un lounge bar adibito in una vecchia rimessa. Un’organizzazione curata nei minimi dettagli coordinata da uno che di vela ne capisce, il condottiero del Club Velico di Crotone Francesco Verri, che insieme alla nuova amministrazione comunale, all’Autorità Portuale di Gioia Tauro, alla Regione Calabria e alla Capitaneria di Porto, ha lavorato nel migliore dei modi affinchè l’evento avesse il successo che meritava. Una grande mano non è arrivata solo dalle istituzioni locali, ma soprattutto dai privati cittadini che hanno ripulito il lungomare da rifiuti e dalle erbacce, adornano le zone malmesse con vivaci installazioni di fiori e materiale di riciclo; grande lavoro anche per gli studenti delle scuole crotonesi, che si sono occupati dell’accoglienza degli atleti.

Questa eccellente macchina organizzativa ha fatto da sfondo a delle gare molto tirate ed emozionanti, caratterizzate da un vento ideale che ha soffiato, in media, tra i 10 ed i 12 nodi. Grandi protagonisti i giovani velisti azzurri: la quindicenne Gaia Bergonzini ha conquistato l’oro continentale per la categoria femminile, precedendo in classifica la maltese Antonia Schultheis e la greca Pappa Melina; la già ottima performance degli atleti italiani è stata impreziosita dal bronzo maschile di Paolo Peracca, superato in graduatoria solo dal tedesco Mewes Wieduwild, neocampione, e dal maltese Richard Schultheis. Madrina dell’evento è stata la campionessa olimpica di windsurf a Sydney 2000 e pluricampionessa mondiale ed europea, Alessandra Sensini, che nella giornata conclusiva ha premiato i vincitori della European Championship e ha mandato in archivio un’edizione che molti team internazionali hanno definito la migliore degli ultimi anni per la classe Optimist. L’opera del club velico crotonese non si conclude qui: dal 9 all’11 dicembre la città ospiterà la classe Laser con la “Negri Nautica International Laser Winter Race”; poi sarà la volta del ritorno degli Optimist, dal 25 al 28 febbraio 2017 con la Crotone International Carnival Race, alla sua seconda edizione. Ma a Crotone si pensa soprattutto al grande evento giovanile assegnato dalla FIV per il prossimo anno, la “Coppa Primavela” e i Campionati Nazionali Giovanili in Singolo, ai primi di settembre del 2017, con quasi 1000 velisti attesi. Un calendario fitto che rende il giusto omaggio al passato glorioso dell’antica Kroton, culla della Magna Grecia, e che consacra sempre di più Crotone come “Città della Vela”.

  •   
  •  
  •  
  •