La Russia ammessa ai Giochi Olimpici ma con riserva, Putin non ci sarà

Pubblicato il autore: Al Rey Segui

La Russia ammessa ai Giochi Olimpici ma con riserva, Putin non ci sarà

La situazione della Russia ai Giochi Olimpici di Rio 2016 è ancora in bilico, ecco quali atleti sono stati ammessi e qiali rifiutati allo stato attuale delle cose. Il presidente Vladimir Putin non presenzierà alla cerimonia per protesta

La Russia è stata ammessa ai Giochi Olimpici di Rio 2016 ma con riserva. Il Cio è stato chiaro, la Russia potrà partecipare con alcune eccezioni e mancherà l’intera squadra di atletica: chi è stato trovato positivo almeno una volta in carriera non verrà ammesso alle Olimpiadi 2016. Il rapporto McLaren contiene 312 nomi di atleti risultati positivi alle analisi antidoping che però sono ancora segreti. Le federazioni sportive internazionali sono a conoscenza di questi nomi e hanno diffuso dei comunicati in cui danno il via libera agli atleti russi puliti con alcune eccezioni.

Rio 2016 Russia: ammessi ed esclusi

Saranno fuori dalle Olimpiadi quattro nuotatori russi, tra cui la campionessa mondiale Yulia Ekimova, che però ha intenzione di fare ricorso al Tribunale arbitrale dello sport. Esclusi anche i due velocisti Lobintsev e Morozov e questi sono solamente alcuni dei nomi sicuri, perché la decisione di eliminare completamente la squadra russa dei Giochi Olimpici è sempre nell’aria. “Ci sono molti atleti russi che sono non solamente puliti ma hanno delle carriere alle spalle e vengono sottoposti da molti anni da test antidoping importanti”, come fa sapere la Wada sulla Gazzetta dello Sport di stamattina. La Wada non è d’accordo all’eliminazione completa della Russia da Rio 2016 e il presidente Craig Reedie è molto deluso perché il Cio non ha tenuto in considerazione le raccomandazioni del Comitato Esecutivo basate si risultati dell’inchiesta McLaren.

L’agenzia antidoping americana è sulla stessa linea e la Germania ha avuto parole molto dure nei riguardi di tutta la faccenda, sebbene sia proprio la patria del presidente del Cio. Tra i russi ammessi ai Giochi Olimpici ci sono sette tenniste e tre donne del tiro con l’arco, mentre hanno fatto scalpore i due esclusi Olga Zabelinskaia e Ilnur Zakarin, campioni di ciclismo, fuori solamente perché sono stati trovati positivi solo una volta nella loro carriera. Dal rapporto McLaren non sono venuti fuori tutti i nomi, ma ci sono le discipline sportive. Nella squadra del sollevamento pesi c’è stato solamente un escluso, Viktor Lebedev, e sono stati ammessi 117 atleti. Tra i lottatori ve ne sono stati due esclusi e 28 ammessi e per la squadra di canottaggio i partecipanti saranno 27. Negli sport di squadra per quel che riguarda la pallanuoto femminile non ci sono problemi, così come la pallamano e le due formazioni di pallavolo. Le formazioni maschili non sono state ancora divulgate perché gli atleti che sono risultati positivi all’antidoping erano ben 10, i cui nomi non sono stati ancora resi pubblici.

Yulia Stepanova solo spettatrice, Putin non andrà per protesta

Sarà vietato l’ingresso ai giochi di Rio al Ministro dello Sport russo Vitaly Mukto e il presidente Putin non andrà alla cerimonia di apertura per protesta. All’interno del Comitato russo è nata una commissione per fare pulizia, presieduta da membro del Cio Vitaly Smirnov. Oggi pomeriggio sono attesi i nomi e cognomi degli atleti che parteciperanno o meno ai giochi olimpici di Rio de Janeiro. La decisione del Cio di impedire di gareggiare a Yulia Stepanova sta facendo molto discutere, perché è stato grazie alle sue confessioni che è stata aperta l’inchiesta sul doping russo. L’atleta è molto rammaricata e si rifiuta di partecipare ai giochi come spettatrice sostenendo che le decisioni del Cio sono sbagliate e scorrette.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: