Olimpiadi 2016, la Campania vola a Rio

Pubblicato il autore: Eleonora Belfiore Segui

brasile

Siamo davvero vicini all’inizio dei Giochi Olimpici. Tanti gli italiani che parteciperanno alle  Olimpiadi  2016 e fra questi molti sono meridionali. Il Mezzogiorno si arricchisce così di un altro grande primato nello sport. La Campania si conferma la prima regione del Sud per numero di qualificati.
Non poteva mancare un po’ di Napoli  alle Olimpiadi di Rio 2016:  oltre agli atleti in gara, la Campania sarà presente grazie alla partnership di Eccellenze Campane con Casa Italia. I nostri atleti potranno gustare i sapori tipici del Mediterraneo. Ancora una volta lo sport significa anche incontro fra culture diverse e riscoperta delle tradizioni locali. Di sicuro, Rio 2016 rappresenta  un bel modo per far conoscere il “made in Italy” all’estero  e per diffondere  i nostri prodotti e  la nostra cultura, anche culinaria ( che si conferma una delle più antiche ed apprezzate in tutto il mondo).
Per quanto riguarda gli atleti campani,  è ormai certa la partecipazione di Valentino Manfredonia (nato a Recife ma napoletano doc), Clemente Russo, Vincenzo Mangiacapre, Irma Testa, Diego Occhiuzzi, Rossella Gregorio, Teodorico Caporaso, Roberta Caputo, Stefania Pirozzi.
Attendono ancora l’ok: Alessandro Velotto, Marco Di Costanzo, Matteo Castaldo, Giuseppe Vicino, Livio La Padula, Giuseppe Giordano e Claudia Mandia. Ancora incerto il destino di Antonella Del Core: la celebre pallavolista spera di poter “dimenticare” il forzato addio alle Olimpiadi di Pechino (a causa di alcuni problemi di salute), con una straordinaria performance in quel di Rio.
Decisive, per sciogliere gli ultimi dubbi, saranno le prossime ore….
Ma, in particolar modo, e per ovvi motivi, gli occhi sono puntati su Clemente Russo, conosciuto da tutti, anche per la sua controversa partecipazione a numerosi programmi televisivi ed Irma Testa, che vanta già un piccolo record: per la prima volta una pugile azzurra si  è qualificata per la competizione a cinque cerchi.  E’ innegabile che la boxe stia vivendo un nuovo “Rinascimento”.  Proprio per questo,  e grazie alle  sue ultime imprese, in molti scommettono sul talento della giovane e brava Irma Testa, un prodigio femminile tutto “made in Sud“. L’anno scorso, a soli 17 anni, la sportiva ha vinto i Mondiali juniores (categoria 57 kg. Youth) in quel di Taiwan. La Testa potrebbe diventare il nuovo volto simbolo della boxe  italiana in quel di Rio. Non sappiamo ancora cosa riserverà questa edizione alla grintosa Irma, ma la sua partecipazione a Rio 2016  rappresenta decisamente bel punto traguardo per la “farfalla” di Torre Annunziata, che ha iniziato ad allenarsi all’età di dieci anni, mostrando subito una spiccata propensione per questo sport.
Intanto, lunedì 18 luglio alle ore 10, nell’ambito della seconda edizione di “PalExtra”, Napoli saluterà i  suoi campioni olimpici  in partenza per i Giochi Olimpici di Rio de Janeiro, nel corso di una manifestazione ricca di sorprese e colpi di scena. Proprio il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris ha fortemente voluto questo evento ed ha spinto per rafforzare “PalExtra”, progetto nato per esaltare i valori di Napoli e della sua gente.
A guidare l’allegra carovana degli atleti impegnati in Brasile, sarà lo schermidore Diego Occhiuzzi, già argento a Pechino 2008 e a Londra 2012.
Lontano dai pregiudizi e dai cliché, il Mezzogiorno firma un nuovo emozionante capitolo nella storia delle Olimpiadi.

Leggi anche:  Fabio Aru bussa la porta dell'Astana. La risposta di Dmitry Fofonov

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

 

 

 

 

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: