Olimpiadi Rio 2016, le “Eccellenze Campane”: chi sono gli atleti campani convocati

Pubblicato il autore: Luigi Mellone Segui
Olimpiadi Rio 2016, gli atleti campani che prenderanno parte ai giochi

Olimpiadi Rio 2016, gli atleti campani che prenderanno parte ai giochi

Dei 297 italiani che partiranno per le Olimpiadi Rio 2016, 18 saranno atleti campani. La Campania sarà la sesta regione con il maggior numero di qualificati, nonchè la prima regione del meridione. In questa particolare classifica, prima della terra di Clemente Russo, ci sono la Lombardia,  il Lazio, la Toscana, l’Emilia Romagna e il Veneto.
Se invece guardiamo la classifica città per città, Napoli è al secondo posto, con ben 12 atleti, alle spalle di Roma che invece ne vede convocati 13.
I convocati salirebbero a 19, se si tenesse conto anche di Valentino Manfredonia, nato a Jaboatão, a pochi km da Recife ma napoletano di adozione. Il pugile di Pianura (che svolge i suoi allenamenti nella palestra di Rione Traiano) è stato il primo azzurro a staccare il pass olimpico.
Numero che potrebbe salire ulteriormente, se nel salto triplo Dariya Derkach riuscirà a ripetere nei campionati Europei di Atletica Leggera di Amsterdam la misura minima già ottenuta in una delle gare precedenti.

Olimpiadi Rio 2016, la lista completa degli atleti campani convocati

Irma Testa, 18 anni di Torre Annunziata, pugile. Soprannominata “the butterfly”. Atleta delle Fiamme Oro, gareggerà nella categoria pesi leggeri. E’ entrata nella storia ancor prima di metter piede in Brasile, poichè per la prima volta una pugile azzurra si qualifica per la competizione a cinque cerchi.
Clemente Russo,  detto ‘Tatanka’. E’ la terza apparizione olimpica per il pugile di Marcianise delle Fiamme Azzurre, categoria: Pesi massimi. Gli argenti di Pechino 2008  e di Londra 2012 bruciano ancora tanto, parte per Rio con la voglia di conquistare l’unico oro che non è presente nel suo palmares.
Vincenzo Mangiacapre, pugile marcianisano delle Fiamme Azzurre per la categoria superleggeri. Seconda partecipazione olimpica dopo il bronzo di Londra 2012.
Rossella Gregorio, la venticinquenne sciabolatrice salernitana. Prima qualificazione alle Olimpiadi per lei.
Diego Occhiuzzi, trentacinquenne napoletano, schermitore. La sua specialità è la sciabolaBronzo nella sciabola a squadre sia all’olimpiade di Pechino nel 2008 che all’olimpiade di Londra nel 2012, in quest’ultima competizione ha conquistato,nella stessa disciplina, l’argento individuale.
Stefania Pirozzi, la sempre sorridente nuotatrice beneventana. Esordì già alle olimpiadi di Londra a soli 19 anni nei 400m misti.
Teodorico Caporaso, l’ingegnere beneventano con la passione per la marcia. Ha conquistato il pass per Rio 2016 per la 50 km di con una grande prova nel campionato del mondo di marcia a squadre, dove terminò la prova in quinta posizione.
Roberta Caputo, giovane velista napoletana che gareggerà nel doppio femminile 470.
Questi gli atleti campani che hanno già pronti biglietto aereo e passaporto per volare alle Olimpiadi Rio 2016.

In attesa di convocazione troviamo invece:
Alessandro Velotto, classe 1995, difensore della Canottieri Napoli. Uno dei più talentuosi giovani italiani, già pilastro nella formazione di Sandro Campagna;
Le pallavoliste sono addirittura tre. Le due napoletane, la veterana Antonella Del Core, esordio alle Olimpiadi di Ateneforfait obbligato a causa di un problema al cuore a Pechino e la giovanissima Cristina Chirichella. La terza è il libero di Piano di Sorrento Monica De Gennaro.
Per il canottaggio invece è in attesa di conferma il quartetto napoletano formato da: Marco Di Costanzo, Matteo Castaldo, Giuseppe Vicino e Livio La Padula.
Analoga situazione sia nella pistola libera con il napoletano Giuseppe Giordano, sia nel tiro con l’arco con Claudia Mandia di Battipaglia.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: