Roma, Campionati Europei di Dragon Boat al laghetto dell’EUR

Pubblicato il autore: Mario Tommasini Segui

Al laghetto dell’Eur di Roma, dal 27 al 31 luglio 2016, si svolgeranno i campionati europei di Dragon Boat

Dragon Boat, Roma XII Campionato Europeo

Dragon Boat, Roma XII Campionato Europeo

Programma gare intenso per il XII campionato europeo di Dragon Boat previsto per questo fine settimana al laghetto dell’EUR a Roma, dal 27 al 31 luglio.
Variante particolare della canoa classica cinese ma ormai radicata nella capitale da diversi anni, per cinque giorni animerà la scena con i colori del dragone e i suoni dei tamburi delle varie squadre partecipanti e sarà l’occasione per conoscere la disciplina dal vivo.

Praticare il Dragon Boat?

Diffuso in tutto il mondo, il Dragon Boat prevede gare su imbarcazioni standard lunghe 12,66 metri e larghe 1,06 metri con la testa e la coda a forma di dragone, che sono sospinte da 20 atleti al ritmo scandito da un tamburino. Seduta fissa e pagaie di lunghezza compresa tra 1,05 m e 1,30 larghe non più di 18 cm con un timoniere a poppa dell’imbarcazione che tiene la rotta con un remo lungo circa 3 metri.

Dragon Boato, Roma dal 27 al 31 luglio 2016

Dragon Boat, Roma dal 27 al 31 luglio 2016

La manifestazione


Il XII Campionato Europeo di Dragon Boat (Roma Dragon Eur) si terrà solamente al Laghetto dell’ Eur, contrariamente a come dichiarato in precedenza.
Con circa 2000 partecipanti e migliaia di supporter, sono già 17 le nazioni iscritte: Italia, Cipro, Repubblica Ceca, Francia, Germania, Gran Bretagna, Irlanda, Moldavia, Polonia, Russia, Serbia, Slovacchia, Spagna, Svezia, Svizzera, Ungheria, Ucraina.
Le gare si svolgono sulle distanze classiche dei 200 m, sui 500 m. Sono anche in programma le gare di fondo, che sono state disputate per la prima volta agli europei ’98, sulla distanza di 2000 m. Le categorie sono – open – con riferimento al maschile, femminile e misto. Quest’ultima categoria prevede equipaggi con minimo otto e massimo 12 donne in barca. Per la prima volta nella categoria standard boat 200 metri open, ci sarà una barca interamente composta da giovani cinesi di seconda generazione.
Quindi programma intenso, dal 27 al 31 luglio, con cerimonia di apertura prevista oggi.

Candidarsi come volontario

Se siete o volete diventare appassionati del Dragon Boat, italiano e romano, potete partecipare come volontari, contattando Fabio Seggio (tel 3920466659) o la segreteria del The Club – Piscina delle Rose.

Federazione Italiana Dragon Boat e l’organizzazione

Dragon Boat Italia

Dragon Boat Italia

Lo sport vanta oltre 5.000 appassionati tesserati in Italia. Il responsabile tecnico è il presidente Claudio Schermi, ex azzurro e campione di canoa e dragon boat e vicepresidente mondiale dell’International dragon boat federation. Il presidente ha riportato questo sport nella capitale, dopo aver organizzato Europei del ’98 a Roma, gli Europei per Club nel 2003 ad Auronzo di Cadore (Belluno), gli Europei a Sabaudia il 5/6/7 settembre 2008 e i Mondiali per Club a Ravenna nel 2014.

Punti di forza

Oltre agli aspetti puramente atletici, che comunque non sono trascurabili, tra i punti di forza del Dragon Boat, oltre ad essere praticata da equipaggi di maschi e femmine, c’è la capacità di cimentare la collaborazione tra le persone e il saper fare squadra. Per questo è spesso utilizzato per migliorare i rapporti interpersonali nel lavoro nelle varie occasioni di team working.

Storia e Leggenda

La storia di questo sport si fa risalire a oltre duemila anni fa quando il più antico e venerato poeta cinese, Qu Yuan (475-221 a.C), per protesta contro la corruzione dell’epoca si gettò nelle acque del fiume Miluo, nell’attuale provincia di Hunan, dove si sono tenuti i primi Mondiali di questa disciplina. La leggenda narra che gli abitanti del villaggio portarono le loro barche al centro del fiume e tentarono disperatamente di salvarlo, ma non ebbero successo. Per tenere i pesci e gli spiriti maligni lontani dal suo corpo, fecero rumore battendo i tamburi e percuotendo l’acqua con i remi. Una notte a tarda ora, lo spirito di Qu Yuan apparve davanti ai suoi amici e disse loro di essere morto a causa di un drago di fiume. Da allora è nata una tradizione che ricorda quel momento e si celebra in tutto l’Oriente ogni anno nell’anniversario della sua morte, la Festa di Duan Wu – Dragon Boat Festival, il quinto giorno del quinto mese del calendario lunare cinese.

Sito della manifestazione

Programma gare

Dragon Festival

  •   
  •  
  •  
  •