UFC , Il ritorno di Brock Lesnar: grande vittoria per “la Bestia”. Hunt sconfitto

Pubblicato il autore: simone canini Segui
5781d738c361880a0a8b4572

UFC, Lesnar tenta un colpo al volto ai danni di Hunt

La fame di vittoria è il segreto dei grandi combattenti. C’era grande attesa per il match valevole per la categoria dei pesi massimi che ha avuto luogo alla T-Mobile Arena di Las Vegas, il teatro dei sogni del Nevada, fra Brock LesnarMark Hunt a UFC 200. Lesnar, la cui assenza dal’ottagono più famoso al mondo firmato UFC durava dal lontano 30 dicembre 2011 (giorno in cui disputò e perse il suo ultimo match valevole per l ‘UFC Heavyweight Championship contro l’olandese Alistair Overeem per KO tecnico alla prima ripresa), attua il ritorno che in molti speravano, dopo le numerose e insistenti proposte arrivate in passato dalla UFC per farlo tornare sul ring. Un’offerta per campioni, quella della federazione: proposto un contratto ben dieci volte più ricco rispetto alla precedente esperienza in area MMA. Ma il lottatore originario del South Dakota rifiutò, ringraziò e decise di riprendere e proseguire la carriera in WWE, la federazione di Stamford di proprietà McMahon che lo lanciò giovane consacrandolo al mondo del professionismo sul ring. Poi il colloquio con Vince McMahon, l’ufficialità del match con Hunt e Lesnar che sin dall’annuncio del match veniva dato per spacciato, con il suo avversario ( numero 8 mondiale nel rank UFC)  che veniva da due importanti vittorie contro Frank Mir e Antonio Silva. Match che subito dal primo round rende chiare la strategie dei lottatori: Lesnar attento ad evitare la “scazzottata da bar” e a cercare di portare il combattimento a terra, il suo terreno fertile; il neozelandese aspetta invece il momento giusto per colpire con i suoi pugni e il suo famoso montante. Termina il primo round che si aggiudica ai punti:  in vantaggio Lesnar 10 – 9, che durante la disputa riesce ad atterrare Hunt numerose volte al tappeto per poi colpirlo con una serie di pugni al volto. Più statico ed equilibrato il secondo round, con i due atleti che si studiano per quasi tutta la durata della ripresa per poi provare sporadicamente qualche presa o jab, senza mai infierire sull’ avversario; round che termina in favore di Hunt questa volta: ancora un 10-9. Nel terzo ed ultimo round invece “la Bestia” (soprannome dato a Lesnar durante la sua militanza in WWE) prende in mano le redini del match attaccando sin dall’inizio con prepotenza e costringendo per 4 minuti al tappeto Hunt, chiudendolo in una morsa efficace distribuendo continui pugni al volto, che stordiscono il quarantaduenne del sud di Auckland, e gli procurano una ferita all’arcata sopraccigliare. Ultimo round che termina con il solito punteggio: 10-9 per Lesnar che vince ai punti ( 28-29 per il trentottenne di Webster). Per lui un ritorno coi fiocchi in UFC con una prova convincente e attenta, il necessario a spazzare via Hunt e le sue ambizioni di vittoria.
Circolano già voci di un ulteriore match per Lesnar in UFC, ma al momento sono solo rumors, con Brock che tornerà in WWE già dal 19 Luglio a Smackdown, data del draft e della rivoluzione epocale della federazione leader del settore. Poi l’ “incontro del destino” contro Randy Orton nel prossimo Summerslam. Non si escluda però un suo ritorno dopo questa convincente prova. Mai sottovalutare “la Bestia”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Fabio Aru bussa la porta dell'Astana. La risposta di Dmitry Fofonov
Tags: