Beach volley Rio 2016: argento per Lupo-Nicolai, troppo forte il Brasile

Pubblicato il autore: Mario Tommasini Segui
Rio 2016, Argento nel beach volley per Lupo Nicolai

Rio 2016, Argento nel beach volley per Lupo Nicolai

Lupo Nicolai sono argento nel beach volley olimpico di Rio battuti dai brasiliani Alison Bruno dopo due combattuti set

Impresa d’argento per la coppia Leo Nicolai che non riesce a battere la coppia brasiliana campione del mondo in carica, Alison Bruno, ma è comunque protagonista di un grande torneo olimpico. Prima medaglia olimpica nella specialità per l’Italia, quasi inaspettata alla vigilia.

La finale

Partita tra due binomi con contrapposti stati d’animo, con i brasiliani chiamati a confermare il titolo mondiale e l’argento a Londra 2012, padroni di casa, e gli italiani alla fine di un torneo in crescendo e con l’orgoglio di essere i migliori azzurri di sempre.
Coppie simili, con Bruno speculare a Lupo, Alison a Nicolai.
E la variabile della pioggia, protagonista di serata, ad appesantire la sabbia e i festanti e speranzosi tifosi che hanno assiepati l’arena di Copacabana.
Primo set equilibrato con la coppia brasiliana che attua sempre lo stesso copione e batte su Lupo che si dimostra in verità sempre pronto e punteggio che va avanti costantemente. Italia che se la gioca ma Brasile più concreto nei momenti cruciali e nelle palle dubbie.
Il set si chiude infatti con un errore di Nicolai che non chiude il punto e sulla mancata schiacciata di Lupo per il 21-19 Brasile.
L’orgoglio italiano del secondo set porta la gara verso emozionati frangenti fino al 10-7 azzurro. Poi la luce si spegne e il Brasile non solo raggiunge ma supera nel punteggio gli italiani fino alla conclusione sul 21-17 per la vittoria dei brasiliani e l’esplosione di gioia di tutto lo stadio verdeoro.

24esima medaglia e tanta voglia di Tokyo

Lupo Nicolai
I due azzurri ammettono la forza di Alison e Bruno Schmidt (figlio e fratello di illustri pallavolisti verdeoro), ma sono certi che ci riproveranno fra 4 anni a Tokyo. “Volevamo una medaglia e l’abbiamo portata a casa.”
Paolo Nicolai “Siamo orgogliosi ma ovviamente il rammarico c’è. Quando te la sogni tante volte una finale olimpica te la immagini con un finale diverso da quello che è stato. Ma anche di sicuro questa medaglia mi piace moltissimo. Prima di partire per il Brasile puntavamo a una medaglia, ce lo eravamo detti, per cui questo argento luccica tantissimo. Anche se è chiaro che quando arrivi a questo punto ti immagini di più. Vuoi di più. Fino a quando non ho avuto addosso la medaglia quasi non ci credevo. Siamo uno spot per il beach volley (ndr come si è spinto a dire più volte Andrea Lucchetta nella cronica Rai)? Direi proprio di sì: adesso ci deve essere qualcuno che sfrutta quella popolarità che abbiamo ottenuto in questo torneo. Sono state grandi emozioni: mi sono goduto la finale in ogni momento, in ogni dettaglio, in ogni particolare. Il riscaldamento, la preparazione alla partita. Tutto sempre, fino alla fine”.
Daniele Lupo è ancora più diretto:”Mi rode parecchio per questa sconfitta. Loro più forti? Sì sono stati più forti in questa partita. Potevamo forse sfruttare di più qualche occasione che abbiamo avuto. Avrò un po’ di rimpianto per quella palla che non ho messo a terra sul 19-18. Forse avrebbe cambiato la partita, ma lo sport è questo. E loro hanno meritato. Vorrà dire che ci riproveremo fra 4 anni a Tokyo”.
Carlo Magri, presidente Fipav: “E’ stata una grande soddisfazione vedere Lupo e Nicolai vincere questa medaglia. La federazione sono anni che crede in questo progetto del beach e continuerà a farlo. Con loro e con le altre coppie per aiutarli ad arrivare al vertice assoluto. Penso che a Tokyo, fra 4 anni, avranno quelle esperienze in più che li potranno vedere ancora protagonisti”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: