Beach Volley, sarà derby azzurro: Nicolai/Lupo vs. Ranghieri/Carambula

Pubblicato il autore: Luca Santoro Segui
Nicolai e Lupo, una delle due coppie azzurre del beach volley supera il ripescaggio

Nicolai e Lupo, una delle due coppie azzurre del beach volley supera il ripescaggio

La coppia azzurra del beach volley, l’ortonese Paolo Nicolai e il romano Daniele Lupo hanno battuto nella notte la coppia dei polacchi Kantor-Losiak nella sfida dello spareggio delle terze classificate dei gironi di qualificazione. La vittoria consente ai due italiani di accedere così agli ottavi di finale, ma sarà una sfida agrodolce per i colori azzurri visto che si ritroveranno ad affrontare gli altri due connazionali, ovvero Adrian Carambula e Alex Ranghieri.

I percorsi delle coppie azzurre del Beach Volley

Ranghieri/Carambula: la coppia azzurra del beach volley accede agli ottavi ed affronterà i connazionali Lupo e Nicolai

Ranghieri/Carambula: la coppia azzurra del beach volley accede agli ottavi ed affronterà i connazionali Lupo e Nicolai

Così, sabato 13 alle 4.00 (ora italiana) si affronteranno le due coppie rappresentanti del beach volley azzurro maschile: binomi di atleti con percorsi a Rio 2016 ben differenti.
Nicolai e Lupo, infatti, sono stati protagonisti di una fase eliminatoria non certo brillante: l’avvio contro la coppia messicana Virgin-Ontiveros è stato decisamente deludente, nonostante gli azzurri avessero dominato il primo set e mantenuto un certo equilibro nella metà del secondo, per poi crollare nel tiebreak. Arriva però la rivincita con il duo tunisino Naceur-Belhaj Salah, con un perentorio 2-0; ma ritorna l’amarezza con la sfida successiva – e decisiva – in cui Nicolai e Lupo hanno affrontato gli americani Dalhausser/Lucena: una partita al cardiopalma, con il primo set dominato in maniera indiscutibile dagli statunitensi. Ma alla ripresa del secondo gli italiani suonano la carica e costringono in più punti gli avversari all’inseguimento, tenendoli quasi costantemente a distanza di due-tre punti. Grande equilibrio in campo ma il duo italiano vince il secondo set e costringe gli americani al tiebreak più combattuto ed incerto che potesse esserci: ben 9 match point per le due squadre (3 per l’Italia e 6 per gli States) ma al 22-22 Dalhausser e Lucena chiudono il match obbligando Nicolai e Lupo ad affrontare gli spareggi delle lucky loser, le terze nei gironi eliminatori. Un’ultima sfida dentro o fuori per gli azzurri, contro i polacchi Losiak-Kantor, vinta 2-1 al tiebreak ed ottavi contro i connazionali.

Ranghieri e Carambula passano invece il turno senza troppi patemi d’animo: la partita d’apertura contro gli austriaci Doppler-Horst, oltre alla vittoria 2-0 per i nostri portabandiera, ha regalato grande spettacolo grazie all’oriundo che ha incantato il pubblico di Copacabana con una spettacolare skyball (battuta a campanile) che ha sorpreso gli avversari. Colpo ad effetto replicato da Carambula nel match successivo contro i canadesi  Binstock-Schachter ed altra vittoria per gli italiani che staccano così il biglietto per il turno successivo con una partita d’anticipo: la sconfitta con i campioni del Mondo brasiliani Alison e Bruno Schmidt non intacca l’entusiasmo di Ranghieri e Carambula che grazie al loro quoziente punti si piazzano al primo posto nel tabellone successivo e su cui inizia ad aleggiare la sensazione di poter continuare a dare grande spettacolo ma soprattutto di poter arrivare a dei traguardi importanti. L’atleta originario di Cordenons ha infatti dichiarato: “Io ed Adrian siamo veramente contenti e tranquilli di vivere questa esperienza fantastica. Indipendentemente da come stanno andando le partite. Noi cerchiamo di fare al meglio il nostro gioco ed ogni partita equivale alla prima. Vincere ti dà un po’ più di sicurezza, ma sappiamo bene che ogni minimo dettaglio deve essere curato, non possiamo perdere di vista nulla per centrare il nostro obiettivo“. Obiettivo che come è facile intuire è arrivare alla medaglia: sarà a scapito del duo Nicolai e Lupo?

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: