Carlo Tacchini perde, medaglia d’oro per il tedesco Brendel

Pubblicato il autore: fabia Segui
Carlo Tacchini

Carlo Tacchini

Carlo Tacchini è ottavo nella finale olimpica della categoria C1 1000 metri della canoa sprint. Al Lagoa Stadium di Rio de Janeiro l’azzurro ha concluso la gara all’ultimo posto con il tempo di 4’15″368. L’oro è andato al tedesco Brendel, l’argento al brasiliano Queiroz dos Santos, il bronzo al moldavo Tarnovschi. Queste le sue dichiarazioni a fine partita:“Non ne avevo più”. “Purtroppo è arrivata la gara più brutta nel momento più sbagliato. Da domani sotto con i 200 metri”. Onesto, proiettato verso il futuro il 21enne della Fiamme Oro che è  diventato il primo italiano a centrare la finale della specialità regno per la seconda volta consecutiva di Sebastian Brendel. Carlo Tacchini purtroppo si qualifica all’ottavo posto. Staccato sin dai primi metri, il poliziotto non ha trovato le energie necessarie per arrivare primo. Restano storiche le sue imprese.Inserito nella corsia numero due, alla partenza, Tacchini è apparso subito in ritardo rispetto agli altri sette avversari, con Tarnovschi a guidare il gruppo nei primi 250 metri, seguito a ruota dall’idolo di casa Queiroz Dos Santos e il tedesco Brendel. A metà gara, Brendel ha infilato i due davanti portandosi in prima posizione, ingaggiando una battaglia infinita con Queiroz Dos Santos, mentre il moldavo ha perso metri, rischiando di scivolare fuori dal podio. Tacchini a metà gara ha accusato un distacco di almeno sei secondi da Brendel, mostrando segni di resa.
Resta in ogni caso una giornata storica per il canottaggio italiano, perchè dopo cinquantasei anni avere tra gli atleti un italiano in finale vuol dire molto. Tra gli altri nomi di atleti italiani ricordiamo Aldo Dezi e Francesco la Macchia.

Possiamo definirla una vera e propria lotta per le medaglie? Ebbene si lo è stata…l’annunciato duello tra il tedesco Sebastian Brendel e il brasiliano Isaquias Queiroz dos Santos va al campione di Londra 2012. Oro bis per il teutonico che, preso il comando ai 300 metri, non lo lascia più sino alla linea del traguardo. Ottima comunque anche la gara del 22enne carioca, il primo a complimentarsi con il rivale. C’è chi esprime la sua gioia anche se ha raggiunto il bronzo, come Serghei Tarnovschi precedendo al fotofinish il russo Ilya Shtokalov. Talento annunciato della canoa, il 19 enne, bronzo iridato e argento europeo in carica, ha regalato alla Moldavia la prima medaglia di questi Giochi olimpici. Quinta e sesta piazza rispettivamente per l’ucraino Pavlo Altukhov e per il ceco Martin Fuksa, apparso come ieri non al top della condizione. Classe 1993 il due vicecampione del mondo avrà tempo e modo per rifarsi.

Pillole su Sebastian Brendel (Schwedt/Oder, 12 marzo 1988) è un canoista tedesco.
Professionista dal 2007, è campione olimpico in carica nel C1 – 1000 metri. Detiene inoltre il record del mondo in questa specialità, realizzato nel Campionato mondiale di Mosca nel 2014
Olimpiadi
Londra 2012: oro nel C1 1000m.
Mondiali
2007 – Duisburg: argento nel C4 500m.
2009 – Dartmouth: bronzo nel C1 1000m.
2010 – Poznań: bronzo nel C1 1000m.
2011 – Seghedino: bronzo nel C1 4x200m.
2013 – Duisburg: oro nel C1 5000m, argento nel C1 1000m e nel C1 4x200m.
2014 – Mosca: oro nel C1 1000m e C1 5000m, argento nel C1 500m.
2015 – Milano: oro nel C1 1000m e C1 5000m.
Europei
2007 – Pontevedra: bronzo nel C4 500m.
2008 – Milano: argento nel C1 500m, bronzo nel C1 1000m.
2009 – Brandeburgo: argento nel C1 1000m, argento nel C1 4x200m, bronzo nel C1 500m.
2010 – Corvera de Asturias: oro nel C1 1000m.
2011 – Belgrado: oro nel C1 1000m e nel C1 2000m
2012 – Zagabria: oro nel C1 1000m.
2013 – Montemor-o-Velho: oro nel C1 5000m.
2014 – Brandenburgo: oro nel C1 1000m e C1 5000m, argento nel C1 500m.
Giochi europei
2015 – Baku: oro nel C1 1000m.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: