Daniele Lupo portabandiera alla cerimonia di chiusura

Pubblicato il autore: marco.stiletti Segui

lupoFederica Pellegrini all’apertura dell’Olimpiade brasiliana è stata la portabandiera continuando la tradizione femminile dopo Valentina Vezzali a Londra 2012. Per la chiusura sarà Daniele Lupo, argento del beach volley con Paolo Nicolai, l’alfiere dell’Italia alla cerimonia di chiusura dei Giochi di Rio 2016, domenica. Il presidente del Coni, Giovanni Malagò, glielo ha comunicato poco fa, dopo il podio della notte scorsa a Copacabana. Romano, 25 anni, Lupo ha sconfitto un tumore scoperto a marzo 2015. E’ tornato all’attività agonistica vincendo il titolo europeo e poi conquistando la prima medaglia olimpica del beach volley italiano, perdendo solo contro i temibili brasiliani. Si tratta, infatti, della prima medaglia olimpica azzurra da quando il beach volley è diventato disciplina olimpica, 20 anni fa ad Atlanta.
Dalle spiagge di Fregene, dove Daniele è cresciuto giocando il 3X3 con nonno Giorgio e papà Carlo, a quella di Copacabana, dove tutti hanno tifato per gli idoli verdeoro. Cornice da brividi, ma non per lui: “Certe cose accadono per insegnarti qualcosa. Io ora non ho più paura di nulla, quella storia mi ha rafforzato come persona e come atleta“. Queste le parole prima della finale contro i verdeoro. Una medaglia d’argento che non dimenticheranno mai, un podio olimpico che ripaga di tanti sacrifici e regala una gioia immensa, più forte dell’amarezza per non essere riusciti a conquistare l’oro.
Paolo Nicolai e Daniele Lupo hanno raggiunto l’apice del beach volley mondiale e, per questo motivo, l’assessore allo Sport del Comune di Fiumicino ha premiato il beacher di Fregene con un trofeo che gli è stato consegnato in Consiglio comunale.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: