La candidatura di Roma alle Olimpiadi

Pubblicato il autore: Serena Caracausi Segui
Olimpiadi Roma

La candidatura di Roma alle Olimpiadi, è in cima alla mente di tutti, e il nuovo sindaco di Roma, Virginia Raggi, del Movimento 5 Stelle, non ha ancora dichiarato il suo sostegno

La candidatura di Roma alle Olimpiadi, è in cima alla mente di tutti, e il nuovo sindaco di Roma, Virginia Raggi, del Movimento 5 Stelle, non ha ancora dichiarato il suo sostegno, dal momento che la sua lista di priorità, è soprattutto, migliorare i servizi della città per la popolazione romana. Oggi ha risposto ai giornalisti quando gli hanno chiesto. in merito alla candidatura di Roma alle Olimpiadi, e all’incontro con Presidente Giovanni Malagò, del Comitato Olimpico Italiano (CONI)   ”Prima devo incontrare il presidente del Coni Malagò”, ha detto stamattina la sindaca, dopo l’incontro con gli atleti paralimpici, in partenza per Rio. I romani sognano le Olimpiadi “I sogni sono importantissimi” – ha risposto la prima cittadina M5s –  “I Romani e Roma, possono superare tutti gli ostacoli che questa città presenta, in questo momento, abbiamo già lavorato su tutti i punti che i romani hanno indicato come priorità. Trasporto, raccolta dei rifiuti e nella riduzione delle spese eccessive. Le Olimpiadi, sono una grande occasione per lo sport, ma si devono valutare tutte le infrastrutture sportive della città, sono numerose e, purtroppo, sono state lasciate in stato di abbandono. Dobbiamo ricominciare a ricostruire lo sport a partire da quelle infrastrutture”, ha dichiarato il Sindaco Raggi.

Leggi anche:  Fabio Aru verso l'annuncio della sua nuova squadra

Maroni lancia un sondaggio su facebook ma sbaglia data

Nel tentativo di mantenere vivo il sogno olimpico, Roberto Maroni, governatore della Lombardia ha detto che sarebbe stato felice di ospitare le Olimpiadi in Lombardia, e ha lanciato un sondaggio per valutare la reazione da parte dei cittadini. Roberto Maroni, con un post su Facebook: “Qualcuno mi chiede se la Regione è disponibile a sostenere la candidatura di Milano (al posto di Roma) per le Olimpiadi 2024. Voi cosa ne pensate?”. Ma il governatore, sbaglia data: Milano potrebbe candidarsi solo alle Olimpiadi del 2028 o a quelle del 2032, per il 2024 le candidature sono già chiuse. Tuttavia, non tutti a Milano sono d’accordo con questa idea, il sindaco Giuseppe Sala, dice che Milano non può prendere il posto di Roma a causa delle regole del CIO. Anche Sala sta seguendo il pensiero del Sindaco di Roma e dice: “Date le urgenze di oggi, non credo che questo sia il momento giusto per parlarne. Portiamo l’argomento ad un tavolo e affrontiamo i problemi che sono più importanti per i Milanesi e gli italiani “.

Leggi anche:  Super League svizzera, Lugano-Basilea 1-0. Il sogno dei ticinesi continua

Luca Pancalli, Presidente paralimpico sostiene le Olimpiadi a Roma

Roma è in lista contro Budapest, Los Angeles e Parigi e tutte le altre città hanno un notevole sostegno dai loro governi locali. Il presidente del Comitato paralimpico, Luca Pancalli, ha parlato dei giochi del 2024, e dell’opportunità che rappresenterebbero per Roma e per i disabili: “Cambierebbero la vita a migliaia di persone, ma oggi l’attenzione è per i ragazzi che saranno a Rio dal 7 al 18 settembre”. Molti campioni con disabilità erano già presenti stamattina: da Oxana Corso (atletica), a Tommaso Schettino e Valentina Grassi (canottaggio), Clara Podda (tennistavolo), Alessio Sarri (scherma) e Valerio Taras (nuoto). “Ci tengo ad essere presente alla candidatura di Roma alle Olimpiadi, come presidente del Cip, quando ci sarà l’incontro della sindaca con Malagò. Mi fa piacere ha detto Pancalli che da parte della Raggi ci sia questa autentica considerazione nei confronti del nostro mondo. Nel caso in cui la Raggi rifiuti di candidare Roma per le Olimpiadi, vi è la possibilità che il governo nomini un commissario che firmi al posto della sindaca la candidatura di Roma.

  •   
  •  
  •  
  •