Olimpiadi, Beach Volley: Italia sconfitta al tie-break dalle canadesi

Pubblicato il autore: Luca Ludovici Segui

beach volleyInizia con una sconfitta al tie-break l’avventura a Rio dell’inedita coppia italiana Marta Menegatti e Laura Giombini. Le canadesi Broder-Valjias hanno battuto le nostre ragazze 2-1 (15-21, 21-18, 15-9), lasciando un po’ di amaro in bocca dato che l’avvio delle azzurre era stato molto incoraggiante. Ma sia il fatto che era una coppia inedita, sia che entrambe sono giocatrici di difesa, hanno fatto emergere i loro limiti alla lunga. Ci sarà bisogno di tempo perchè nasca quell’alchimia vincente. L’emozione però non ha tradito le ragazze e hanno dimostrato un atteggiamento determinante che fa ben sperare per le prossime gare.
Come già accennato il primo set è stato ben giocato dalle ragazze di Lissandro, che hanno variato il loro gioco sul fronte offensivo, riuscendo sempre a tenere a distanza le canadesi. Unico black-out a metà del set sul 13-7, quando hanno permesso di farsi recuperare fino sul 13-11. Passato però il momento buio, le azzurre hanno ricominciato a macinare gioco fino a mantenere sei lunghezze di vantaggio, parziale sufficiente per chiudere il set 21-15.
Nel secondo set c’è stato un botta e risposta che ha mantenuto il pareggio fino al 12-12, le canadesi però hanno messo il turbo, arrivando sul 13-18. Piano piano le azzurre si sono rifatte sotto ma non abbastanza, con le nordamericane che hanno chiuso con il 21-18 finale. La sconfitta del secondo set è stata fatale. Le azzurre non si sono più riprese e hanno fatto fatica a riprendersi lasciando l’inerzia del tie-break alle avversarie sul 7-3. Troppo tardi per un recupero e troppo facile per le canadesi amministrare sino al 15-9 finale, dopo un match ball annullato.
Epilogo diverso per la coppia maschile che invece è risultata vincente dalla prima sfida di questa Olimpiade di beach volley. I due adesso affronteranno i canadesi Binstock-Schachter, duo che si è qualificato alle Olimpiadi grazie alla vittoria nel trial di metà luglio dopo il posto conquistato dal Canada nella finale della World continental cup disputata a Sochi.

Laura Giombini- « Finalmente ho rotto il ghiaccio, è stata un’emozione indescrivibile. Ho cercato di esprimere il mio miglior beachvolley anche se è ovvio che sarà necessario migliorare. Il nostro affiatamento deve aumentare, ovvio poi che non ricoprendo solitamente il ruolo di muratrice per me è stato un po’ complicato, ma non cerchiamo scuse. Mi devo adattare e fare del mio meglio, perché il sogno che sto vivendo mi auguro duri il più a lungo possibile ».
Marta Menegatti- « Ci manca un po’ di sintonia, era parecchio che non giocavamo assieme, alcune dinamiche le stiamo scoprendo punto dopo punto. Lei sta ricoprendo un ruolo che non è il suo dato che è una giocatrice di difesa come me. Stiamo facendo il possibile, possiamo solo migliorare, con la grinta possiamo andare avanti, non so fino a che punto, ma so che possiamo farcela, vedremo; noi ce la metteremo tutta ».
Lissandro (Allenatore Italia)« Le ragazze hanno dato davvero tutto, hanno fatto una bella partita, con Laura che a muro ha disputato una bella gara. Poi con il passare dei minuti sono venute un po’ meno nella fase side out, ma credo che sia normale. Il nostro obiettivo è quello di essere il più continui possibile».

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: