Rio 2016, Bacosi oro e Cainero argento nel tiro al volo. Il punto sull’Italia ai Giochi

Pubblicato il autore: Domenico Nocera Segui

skeetGrande giornata per l’Italia ai Giochi Olimpici di Rio 2016. Dopo il bronzo ottenuto qualche ora fa nel Canottaggio a 4 senza maschile, una finale tutta azzurra nel Tiro al Volo femminile ci consegnano un oro e un argento, rispettivamente 14° e 15° medaglia di queste Olimpiadi per i nostri colori.

Protagoniste di questa pagina di storia sportiva italiana sono state Diana Bacosi, che conquista l’oro alla sua prima partecipazione ai giochi Olimpici e Chiara Caineiro, che dopo l’oro di Pechino 2008 conquista la seconda finale consecutiva (a Londra 2012 non era presente) e un argento. Quest’ultima è arrivata in finale centrando tutti i sedici bersagli, mentre la Bacosi ne ha sbagliato solo uno.

Nell’atto finale la Caneiro parte male, fallendo due colpi su quattro, mentre la Bacosi centra tutti i piattelli iniziali, sbagliandone solo uno negli ultimi quattro. I 15 punti conquistati contro i 14 della fiuliana, permettono alla perugina di conquistare la vittoria olimpica. Per l’Italia in ogni caso sarebbe cambiato poco, visto che sul podio avremmo visto ben due bandiere italiane e avremmo comunque ascoltato l’Inno di Mameli, ma una medaglia d’oro all’esordio olimpico è qualcosa che non capita molto spesso ed ha un peso personale e storico senza dubbio maggiore.

La medaglia di bronzo è stato conquistata dall’americana Kimberly Rhode, vincitrice uscente e vera habituè dei giochi, che ha sconfitto nella fase di spareggio della finalina la cinese Wei Meng. Per la Californiana, classe 1979, si trattava della sesta medaglia in altrettante edizioni delle Olimpiadi: ha infatti conquistato l’oro tre volte di cui una a Londra, una ad Atene 2004 e una al suo esordio a Atlanta 1996; l’Argento a Pechino 2008 e un’altro bronzo a Sydney 2000.

ITALIA, IL PUNTO DELLA SITUAZIONE
In questa edizione dei Giochi Olimpici, la medaglia di Diana Bacosi è la 203° d’oro della nostra storia e, come detto in precedenza, insieme a quella d’argento di Chiara Caineiro porta l’Italia a 15 medaglie (4 ori, 7 argenti e 4 bronzi) e al decimo posto del medagliere olimpico.

E’ inoltre il primo oro femminile italiana a Rio e la sesta medaglia femminile complessiva, dopo quelle di Rossella Fiamingo nella spada, della coppia Cagnotto-Dallapè nei tuffi, Odette Giuffida nel judo, Elisa Di Francisca nel fioretto, Elisa Longo Borghini nella corsa e della collega Caineiro nel tiro al volo.

E’ stata anche la prima volta che più di un rappresentante italiano si è presentato sul podio di una disciplina: l’ultima volta alle Olimpiadi capitò quattro anni fa a Londra nel fioretto, quando arrivarono nei primi tre posti addirittura tre italiane, ovvero la Di Francisca, Arianna Errigo e Valentina Vezzali.

Per quanto riguarda i bronzi e gli argenti “particolari” c’è da dire che la prima medaglia italiana a Rio, quella conquistata dalla Fiamingo, è stata la prima in assoluto nella spada femminile individuale. La medaglia di bronzo conquistata dagli esordienti Giovanni Abagnale e Marco Di Costanzo è la prima azzurra del cannottaggio a 2 senza dopo i giochi di Londra 1948. E certamente una bella soddisfazione è arrivata per l’argento del tiro al volo maschile Marco Innocenti che finalmente è riuscito a salire sul podio dopo 16 anni dal suo primo tentativo a Sydney 2000.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: