Rio 2016: Becky Perry modella olimpionica nel beach volley!

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro Segui

perry-ankara-cev-satellite-2016 Foto beachvolley.volleyball.it

Sarà la 27enne nativa di Bakersfield in California, ma naturalizzata italiana, Rebecca (Becky) Perry a sostituire la squalificata Viki Orsi Toth nel team che farà coppia con Marta Menegatti nelle gare di beach volley alle Olimpiadi di Rio 2016. Così riferisce “La Gazzetta dello Sport” oggi in edicola.
La squalifica di Viki Orsi Toth è scaturita automatica dall’esito delle controanalisi effettuate a Roma, nei laboratori dell’Acqua Acetosa, che hanno confermato la positività alla sostanza steroide anabolizzante “clostebol metabolina”, già riscontrata il 19 luglio sempre a Roma nel corso di un controllo lontano dalle competiizioni. Le accorate proteste dei componenti dello staff di Viki Orsi Toth, che hanno riferito di precedenti tre controlli antidoping negli ultimi due mesi tutti con esito negativo, non hanno scongiurato l’esclusione dell’atleta italiana dai giochi olimpici e la successiva squalifica ancora da comminare. La sua sostituzione con la Perry deve comunque ancora essere accettata dalla FIVB (Fédération Internationale de Volleyball).
Comincia in questo modo inatteso l’avventura di Becky Perry, ex pallavolista alta 1 metro e 90 con la passione per la moda.

Rio 2016: chi è Becky Perry?

Rebecca Becky Perry è nata a Bakersfield in California il 29 dicembre 1988. Inizia la sua carriera sportiva nella pallavolo, giocando per la squadra statunitense dell’Austin in tornei giovanili. Dopo aver militato nella squadra dell’Università di Washington, disputa il primo torneo da professionista nel 2011 con la squadra delle Lancheras de Cataño nel campionato portoricano. Autentica giramondo, cambia squadra e nazione ogni anno, e conquista lo scudetto nella stagione 2013-2014 in Germania con la maglia del Dresdner Sportclub 1898. Nella stessa stagione viene premiata come migliore giocatrice del campionato tedesco. Prima di dedicarsi esclusivamente al beach volley nel 2015, ha anche militato nella Futura Volley Busto Arsizio e in Polonia nel Miejski Klub Siatkarski. Nell’anno in corso ha ottenuto la cittadinanza italiana. Il legame che la lega all’Italia nasce a Campodimele, un comune con poco più di 600 abitanti, in provincia di Latina, dal quale partì per gli Stati Uniti in cerca di fortuna quello che sarebbe diventato il nonno di Becky.
La passione per la moda ben presto le impone delle scelte ben precise, che Becky prende privilegiando lo sport. “La moda mi intriga”, queste le sue parole riportate da “La Gazzetta dello Sport”, “Sarebbe bello lavorarci, ma ho paura di essere troppo alta e troppo muscolosa. E poi amo lo sport ed è per questo che, dopo aver girato il mondo, ho sposato con entusiadmo questa avventura e la sto affrontando con umiltà e determinazione”.
Il suo sogno potrebbe però svanire se la FIVB, considerata l’assenza dei requisiti richiesti (partecipazione a 12 tornei del circuito FIVB più la partecipazione ai massimi tornei europei) non dovesse accettare la sostituzione. La Federazione Italiana si è in merito cautelata con la convocazione della 27enne umbra Laura Giombini, in possesso dei requisiti richiesti dalla FIVB. La scelta della Federazione Italiana era ricaduta in prima battuta su Rebecca Perry in quanto Laura Giombrini gioca nello stesso ruolo di Marta Menegatti e dovrebbe, quindi, adattarsi a compiti diversi da quelli a lei abituali.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: