Rio 2016: Stati Uniti padroni del medagliere, analizziamo le prime dieci nazioni per medaglie

Pubblicato il autore: lorenzo muffato Segui

Risultato Australia LituaniaI giochi olimpici di Rio 2016 si sono conclusi con la vittoria del Dream-Team americano che abbatte la Serbia con il punteggio finale di 96 a 66 e consegnano di fatto il terzo oro olimpico consecutivo ai cestisti americani. Il team olimpico degli USA ha conquistato ben 121 medaglie: 46 ori, 37 medaglie d’argento e 38 medaglie di bronzo finendo così in prima posizione nel medagliere.

Un tripudio di musica, festa e colori hanno chiuso queste olimpiadi di Rio. Andiamo ad analizzare le prime dieci nazioni che si trovano nel medagliere finale, partendo proprio dalla decima di questo medagliere, l’Australia.

-Australia: senza ombra di dubbio la nazionale oceanica, dopo gli USA si laurea regina del nuoto a tutti gli effetti, delle 29 medaglie conquistate ben dieci provengono dalle vasche, con la giovane Emma McKeon (22 anni) che conquista 1 oro, 2 argenti e 1 bronzo, si, quel bronzo strappato alla nostra Federica Pellegrini nei 200 metri stile libero che ha visto trionfare l’americana Ledecky. L’acqua fa da padrona per l’Australia che porta a casa 1 oro e 3 argenti  nella vela e non delude nel canottaggio con 3 medaglie: 1 oro e 2 argenti.

-Italia: Il nostro tricolore per la terza olimpiade consecutiva si piazza al nono posto nel medagliere. Obbiettivo superato per la nostra squadra, 28 medaglie contro le 20 che chiedeva il presidente del Coni, Giovanni Malagò. Tra emozioni, lacrime di gioia ma anche di dolore, non possiamo che essere orgogliosi dei nostri ragazzi. Ci siamo confermati potenza mondiale al tiro con 7 medaglie di cui 4 ori e 3 argenti, Niccolò Campriani conquista 2 ori tornando a casa da “paperone”. Bene la scherma, come sempre, anche se abbiamo fatto migliori risultati in questa disciplina, in vasca ci pensano i toscani Paltrinieri e Detti, il primo oro nei 1500 metri stile libero, medaglia mai conquistata da un’atleta italiano, il secondo con il gradino più basso nella stessa gara vinta da Paltrinieri e un altro bronzo nei 400 metri stile libero. Bene anche nel Judo con Basile un oro e ci confermiamo fortissimi nei giochi di squadra con la pallavolo che conquista l’argento perdendo in finale contro il Brasile e le due squadre di pallanuoto (Settebello e Setterosa) che strappano rispettivamente bronzo e argento. La sorpresa al Beach Volley con il duo Nicolai-Lupo che vedono strapparsi l’oro dai brasiliani, argento per la coppia azzurra.

-Corea del Sud: In ottava posizione nel medagliere troviamo la Korea che con 9 ori, 3 argenti e 9 bronzi disputa un’ottima olimpiade. Gli asiatici sono inarrestabili nel tiro con l’arco, vincendo 5 medaglie: 4 ori e 1 bronzo. Ovviamente si fanno sentire anche nel Taekwondo con due ori e tre bronzi. Oro anche nel Golf con Inbee Park.

-Francia: Ricco medagliere anche per i transalpini con 41 medaglie: 10 ori, 18 argenti e 14 bronzi. I francesi spiccano nella lotta: pugilato con 2 ori, 2 argenti e 2 bronzi e nel Judo con 5 medaglie, 2 ori, 2 argenti e un bronzo. Eleganza e portamento, i francesi non steccano neanche nelle gare equestri con 2 ori e un argento. Non si risparmiano neanche in atletica con 6 medaglie totali: 3 argenti e 3 bronzi. Nella Pallamano erano i favoriti insieme alla Spagna, i ragazzi perdono l’oro però contro la Danimarca mentre nel femminile perdono in finale contro la Russia, conquistando così due argenti.

-Giappone: I giapponesi finiscono sesti nel medagliere, terzi in una fittizia classifica di bronzi: 12 ori, 8 argenti e 21 bronzi, questo il bilancio finale per il Giappone. Gli asiatici spiccano anche loro nella Lotta: 7 medaglie, 4 ori e 3 argenti, nel Judo invece 12 medaglie: 3 ori, 1 argenti e 8 terze piazze. Nella ginnastica artistica conquistano due ori e un bronzo, da ricordare l’incredibile performance con gli Anelli per Uchimura che chiude con due ori.

-Germania: Entriamo nella top five con i tedeschi che si piazzano con 42 medaglie: 17 ori, 10 argenti e 15 bronzi. Dominano sulla Canoa: 4 ori, 2 argenti e un bronzo. Davanti ai francesi nell’Equitazione: 2 ori, 2 argenti e 2 bronzi. Grande prova della coppia Ludwing-Walkenhorst che dominano le brasiliane portandosi l’oro a casa in una finale vinta 2 set a 0 per le tedesche nel Beach-Volley femminile. Forza mondiale anche nel calcio con la squadra femminile che vince l’oro e la squadra maschile che perde in finale contro il Brasile di Neymar, piccola rivincita per i verde-oro dopo la risonante sconfitta al mondiale nel 2014 per 0-7.

-Russia: Finisce quarta la Russia, nonostante gran parte della spedizione non ha preso parte a questi giochi olimpici di Rio 2016 per squalifica dovuta al doping. Bilancio positivo con 19 ori 18 argenti e altrettanti 19 bronzi. Dominano nella Lotta con 4 ori, 3 argenti e 2 bronzi. Nella ginnastica artistica (specialità russa) fanno da padroni, 8 medaglie di cui: 1 oro, 4 argenti e 3 bronzi. Due ori netti nel Nuoto Sincronizzato, conquistano l’oro nel doppio femminile al Tennis, contro le svizzere con il duo Marakova e Vesnina. Non deludono neanche quando impugnano le lame, 7 medaglie alla Scherma: 4 ori, 1 argento e 2 bronzi.

-Cina: Si entra nel podio del medagliere generale con la classica Cina che riesce sempre a piazzarsi come una delle nazioni più vincenti ai giochi olimpici. Inutile dire dove comandano i cinesi: nei Tuffi, con 7 ori, 2 argenti e 1 bronzo, ne fa le spese anche la nostra Cagnotto. Nel Sollevamento Pesi riescono a conquistare 5 ori e 2 argenti, non conoscono terze piazze in questa disciplina i cinesi. Idem nel Tennis da Tavolo con 4 ori e 2 argenti. Non deludono le aspettative neanche in vasca con 1 oro, 2 argenti e 3 bronzi e neanche nel Tiro con 1 oro, 2 argenti e 4 bronzi. Perdono due ori a discapito della Russia nel Nuoto Sincronizzato.

-Gran Bretagna: Seconda sotto soltanto agli USA, la curiosità che contraddistingue questo team è che i vincitori di medaglie non portano a casa denaro, bensì la Regina gli affida i diritti di immagine e un francobollo celebrativo, in perfetto stile British, ovviamente devono distinguersi dal resto del mondo. Analizzando le medaglie la Gran Bretagna spicca nel Tennis con Murray (scozzese) che conquista l’oro. In totale portano in terra d’oltre manica ben 27 ori, 23 argenti e 17 bronzi. Non ci sono rivali nel Ciclismo su pista con 11 medaglie: 6 ori, 4 argenti e 1 bronzo con Jason Kenny che conquista 3 ori nel Ciclismo su pista. Mohamed Farah in atletica porta due ori alla Gran Bretagna con le vittorie nei 5000 metri e 10000 metri. Nel nuoto 5 argenti e un oro.

-Stati Uniti: Ecco i primi della classe. Gli “alieni”, vincenti e patriottici. Potremmo scrivere un articolo solo per gli USA, ci soffermiamo a citare qualche numero: 121 medaglie, 46 ori, 37 argenti e 36 bronzi. 51 medaglie in più della Cina, seconda come numero di medaglie conquistate. Ad inizio articolo abbiamo citato il team di Basket, beh, cosa dire dello squalo di Baltimora? Phelps 6 ori, immenso. 4 ori e un argento per la Ledecky (nuoto), padroni in vasca gli USA. Simone Biles 4 ori e un bronzo in Ginnastica artistica. In atletica 13 ori 10 argenti e 9 bronzi. Non hanno rivali gli USA, per Tokyo 2020 non ci sarà Phelps, ma contiamo di vedere gli Stati Uniti ancora padroni del medagliere.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: