Calcio a 5, Italia: è tutto pronto per i Mondiali in Colombia

Pubblicato il autore: valerio vitali Segui

ITALIA CALCIO A 5
Secondo giorno di lavoro quello di oggi per gli ‘Azzurri’ del Calcio a 5 in vista dei Campionati del Mondo in Colombia, che partiranno ufficialmente il prossimo 10 settembre e termineranno il primo ottobre. L’Italia si è stabilizzata a Calì nel frattempo e dopo un paio di giorni di assestamento, tra jet lag e quant’altro, da oggi si comincia a fare sul serio. Nella giornata di ieri proprio su questo argomento si era così espresso sulla pagina ufficiale Facebook della Nazionale, il capitano Lima: “Siamo un pò stanchi, viste le quasi 24 ore di viaggio. Smaltire il fuso orario di sette ore non è per nulla facile, non a caso ci siamo allenati ad un ritmo medio – basso, ma siamo pronti a mettere più intensità d’ora in avanti.”

Al centro sportivo di Univalle di Calì, l’Italia ha diviso la giornata di allenamento di due tranche; nella prima parte lavoro fisico ed atletico, anche in palestra, nella seconda invece lavoro tattico e tecnico sul campo.
Sarà importante infatti mantenere un buon livello tecnico contro i sudamericani, grandi favoriti per questi Mondiali. Infatti, sia il Brasile, che la Colombia squadra di casa hanno giocatori in grado di fare la differenza con giocate a due tocchi o di prima intenzione e giocare in Sud America per le nazionali del “Vecchio Continente” non è mai facile.

Leggi anche:  Fabio Aru bussa la porta dell'Astana. La risposta di Dmitry Fofonov

I CONVOCATI – Dal portiere Mammarella a Romano e Ferreira, ci sono tutti i fedelissimi di Menichelli. L’ossatura generale della squadra è quella che ha portato alla vittoria dell’ultimo Campionato europeo del 2014 con la folta presenza del blocco targato “Sporting Lisbona” ed in generale le convocazioni del mister sono state quasi tutte pronosticate in pieno da tutti gli addetti ai lavori.
Questo l’elenco completo:

PORTIERI: Mammarella (Acqua & Sapone), Miarelli (Luparense), Molitierno (Cogianco Futsal)

GIOCATORI DI MOVIMENTO: Cesaroni (Rieti), Ercolessi (Kaos), Fortino (Sporting Lisbona), Giasson (Lazio), Honorio (Luparense), Kakà (Kaos), Leggiero (Pescara), Lima (Acqua & Sapone), Merlim (Sporting Lisbona), Murilo (Sporting Lisbona), Romano (Acqua & Sapone)

IL GIRONE – Il match inaugurale per l’Italia sarà contro il Paraguay, domenica 11 alle ore 20 in Colombia e alle ore 3 in Italia, mentre gli altri due appuntamenti fissati per il girone di qualificazione sono il 14 (ore 18 locali, l’una di giovedì 15 in Italia) contro la nazionale guatemalteca ed infine sabato 17 (ore 18 locali, l’una ora italiana) contro il modesto Vietnam, che non dovrebbe dare troppi grattacapi agli azzurri.
Girone non impossibile questo per i nostri ragazzi, che se metteranno in campo tutte le oro qualità e viaggeranno alla consueta velocità di gioco, hanno delle buone chanche di portare a casa un buon risultato in tutte e tre le partite.
Sarà decisivo partire bene nel match iniziale, sia perché il Paraguay è la squadra più ostica (non ce ne vogliano Guatemala e Vietnam), sia per dare convinzione ai calciatori.

Leggi anche:  WWE, Undertaker: "Hell in a cell creato per Kane"

L’OBIETTIVO – Obiettivo della spedizione colombiana sarà quello di impressionare nuovamente dopo gli ultimi tre Campionati del Mondo, dove l’Italia raggiunse un secondo posto nel 2004, beffata dalla pluridecorata Spagna e nel 2008 e nel 2012 dove si è dovuta “accontentare” di un terzo posto. A farne le spese quattro anni fa è stata proprio la Colombia padrona di casa, che è di certo tra le super favorite di questo mondiale, insieme a Spagna, Argentina, Brasile e appunto, Italia. La nostra Nazionale è arrivata in Sud America col titolo di “Campione d’Europa” addosso, mica male come biglietto da visita. Grazie alla qualità di questi giocatori, si può e si deve puntare al titolo, senza lasciarsi possibilmente dei rimpianti lungo il cammino.

  •   
  •  
  •  
  •