É morto Carlo Azeglio Ciampi. Inaugurò le Paralimpiadi di Torino

Pubblicato il autore: simona salta Segui

Carlo Azeglio CiampiÉ morto Carlo Azeglio Ciampi.Inaugurò le Paralimpiadi di Torino
E’ morto l’ex presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.
Capo dello Stato dal 1999 al 2006, Ciampi si è spento in una clinica romana. Aveva 96 anni.

Da tempo soffriva di ipertensione arteriosa

Il 13 maggio 1999 venne eletto alla prima votazione, con una larga maggioranza (707 voti su 1010), decimo presidente della Repubblica.

Il 10 febbraio 2006 aprì, come da protocollo, i Giochi olimpici invernali di Torino 2006. Il 3 maggio dello stesso anno, con una nota ufficiale dal Quirinale, Ciampi confermò la sua indisponibilità a un settennato-bis.

Ciampi era un grande sportivo, amava il calcio è lo seguiva con passione. Era un attento tifoso del Livorno. Ha sempre presieduto ai grandi avvenimenti sportivi con entusiasmo e partecipazione.

Sembra una coincidenza che sia venuto a mancare proprio durante le Paralimpiadi di Rio, lui che a marzo del 2006, orgoglioso, aveva salutato, a Torino, i nostri 39 atleti diversamente abili in partenza per la IX edizione delle Paralimpiadi invernali.

Il Paese “ha bisogno di ritrovare fiducia in se stesso – diceva Ciampi – e fiducia vuol dire speranza”, quindi è necessario che le Olimpiadi invernali di Torino 2006 “siano la scintilla, quello scossone di cui l’Italia sentiva il bisogno per ripartire. Bisogna diffondere questo spirito in tutta Italia”. Ciampi amava ricordare il valore e l’impegno sportivo di tutti gli atleti italiani in ogni occasione.

“Il vostro impegno ha anche un valore aggiuntivo, perché voi avete superato col vostro coraggio ed entusiasmo le barriere fisiche, avete dimostrato che non ci sono due mondi, c’è lo stesso mondo per tutti.

Voi ci date il senso della vita, il vostro impegno dimostra che amate la vita, ci dimostrate che la vita è bella e bisogna viverla con tutte le nostre forze e con entusiasmo”.

Sarebbero le stesse parole che avrebbe pronunciato di fronte alla delegazione italiana,in occasione di queste Paralimpiadi.

Ciampi aveva una grande ammirazione e rispetto per tutti coloro che “prendono la vita di petto” e l’affrontano con dignità, coraggio e lealtà.

Ciampi amava la vita, “la vita è bella” diceva e la vita gli ha dato grandi soddisfazioni regalandogli momenti indimenticabili.

Ciao Presidente, buon viaggio!

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: