Golf, morto Arnold Palmer: se ne va il più grande di sempre!

Pubblicato il autore: Mario Massimo Perri Segui
Morte Arnold Palmer, il mondo del golf piange uno dei più grandi di sempre

Morte Arnold Palmer, il mondo del golf piange uno dei più grandi di sempre

Lutto nel mondo del golf. Se ne va il più grande di sempre. È morto Arnold Palmer, all’età di 87 anni. L’annuncio è stato dato, via Twitter, dall’associazione di golf statunitense, che si è detta molto addolorata per la scomparsa di The King, come era soprannominato Palmer:

Morte Arnold Palmer, chi era The King?

Arnold Palmer nacque nel 1929 in Pennsylvania, negli Stati Uniti. Il suo soprannome The King gli deriva dal fatto di aver saputo dominare le scene golfistiche dal 1958 al 1964. Nonostante la sua carriera, contorniata da ben 62 successi, si sia protratta per quarant’anni, quei sei anni resteranno i migliori per Palmer. Infatti, a cavallo tra il ’58 e il ’64 vinse quattro titoli Masters (1958, 1960, 1962 e 1964), un titolo Us Open (1960) e due titoli al British Open (1961 e 1962). Inoltre, è stato il primo sportivo a raggiungere la cifra di un milione di dollari di guadagni, nel 1968. Il suo patrimonio si stima in 675 milioni di dollari. Di lui, tra le altre cose, piaceva la spavalderia con cui calcava il green: sigaretta accesa sempre in bocca e gioco votato sempre all’attacco. Questa sua filosofia, in alcuni casi, gli costò molto cara. Come quella volta, nel 1961, in cui gli sarebbe bastato un par alla buca 18 per replicare il successo dell’anno prima all’Augusta Masters. E, invece, Palmer, con un paio di colpi forzati, chiuse quella buca con un doppio bogey, per lo stupore dei presenti, che rimasero increduli quando videro il loro beniamino gettare alle ortiche un’occasione così ghiotta. Ma Arnold Palmer non fu solo un impareggiabile golfista. Fu, anche, un grandissimo comunicatore. Un vero e proprio ambasciatore nella storia di questo sport, che senza di lui non avrebbe mai raggiunto i picchi di popolarità degli ultimi due decenni. Nel 1974, venne inserito nella World Gold Hall of Fame.

Leggi anche:  WWE, Undertaker: "Hell in a cell creato per Kane"

Morte Arnold Palmer, le reazioni dal mondo dello sport

Uno dei primi a rilasciare una dichiarazione in seguito alla morte di Arnold Palmer è stato uno dei suoi più grandi rivali, la leggenda Jack Nichlaus: “Arnold è stato più di un normale giocatore di golf. Era un’icona, un vero e proprio idolo per intere generazioni. Ha saputo portare il golf ad un livello altissimo solo con la sua presenza. La nostra era una sana rivalità, ci piaceva affrontarci ed eravamo ottimi amici fuori dal campo. Era il Re del nostro sport e lo resterà per sempre”.
Sulla sua scomparsa, ha voluto spendere qualche parola d’elogio per Arnold Palmer anche Tiger Woods, vero e proprio dominatore della scena golfistica dei primi anni duemila:

Non è stato da meno neppure Rory McIlroy (freschissimo vincitore del Tour Championship), che ha voluto postare sui social una foto che lo ritrae con The King:

  •   
  •  
  •  
  •