Hockey: World league, Italia-Cipro 10-0

Pubblicato il autore: Loredana Falduzza Segui

federazionehockey

Nella seconda giornata di gare della World league di Praga, l’Italia ottiene la sua prima affermazione nel Round 1 della Hockey world league, superando in maniera netta, con un finale perentorio, 10-0, Cipro in una partita senza storia, dominata dall’inizio alla fine, in tutte le fasi. Dal sito internet della Federazione italiana hockey, la Federazione italiana di hockey, la cronaca del match: “Marcature aperte da Thomas Keenan su corto al 7′ e primo tempo che vede l’Italia calare il poker grazie alla doppietta di Agustin Nuñez (23′ e 26′) e al gol di Luca Lixi (28′). Nuñez confeziona la tripletta personale nella ripresa (44′); tre minuti più tardi (47′) anche Marco Garbaccio entra nel tabellino dei marcatori. Negli ultimi dieci minuti l’Italia va in doppia cifra: segnano Gonzalo Ursone (62′ e 64′), capitan Loris Perelli (su rigore, al 66′) e ancora Keenan, che oltre al gol d’apertura firma quello che fissa il risultato sul 10-0, ancora su corto. Nell’undici iniziale di Roberto Da Gai, rispetto alla squadra che aveva esordito con la Bielorussia, trovano spazio Francesconi tra i pali, Lai e Grossi in luogo di Dallons e Viscolani; invariati gli altri otto di partenza: Amorosini, Castaño, Herrera, Keenan, Montone, Nuñez, Perelli e Ursone. Entrati in corso di gara Ponce (7′), Lixi (10′), Viscolani (10′), Garbaccio (10′), Forani (14′)”.

Prossimo appuntamento venerdì 2 settembre, alle ore 19. L’Italia sfideranno i padroni di casa della Repubblica ceca. Nell’impegno precedente, l’Italia di Roberto Da Gai, numero 35 al mondo, hanno perso 1-2 contro la Bielorusia di Dmitry Anachanka, numero 39. La cronaca della gara dal sito web della Federhockey: “Partenza in salita con Ivan Lutsevich che la sblocca per i bielorussi (7’) direttamente su corto – che si infila tra le gambe di Padovani – alla prima vera occasione per i nostri rivali. Un minuto più tardi la coppia arbitrale Dowdall (inglese) e Holek (ceco) sventola il (‘doppio’) verde a Lutsevich e Belavusau, ma l’Italia non ne approfitta. La pressione azzurra si fa insistente e porta alla concessione di un rigore (20’) per fallo del portiere Vitko su Ponce, che Tommy Keenan trasforma per l’1-1 che riequilibra il match. Giallo per Korsik (27’) che certifica l’eccesso di fisicità della Bielorussia e i primi 35’ si chiudono in parità (1-1) con l’Italia in vantaggio e nel numero di occasioni create e nei corner corti (tre). Nella ripresa nuova superiorità Italia al 41’ per il giallo a Tsimaskohu; un minuto più tardi primo cartellino per i nostri (ma quello sventolato a Nuñez è ‘solo’ di colore verde) ma la gara non si sblocca. Lo fa però la Bielorussia, con una vecchia conoscenza dell’hockey italiano: Aliaksandar Hancharou, già campione d’Italia con Amsicora, a 3’ dal termine trasforma un rigore e fa 2-1 per i nostri avversari. Sul fil di sirena corto per l’Italia, ma la fortuna non ci arride: palo (di Keenan) e pallina che (su respinta di Dallons) termina la propria corsa sul fondo”.

Il Round 1 della Hockey world league è organizzato dalla Federazione Internazionale. Si gioca fino a domenica 4 settembre. Sei le nazionali ammesse, con le prime due classificate che si aggiudicheranno l’ammissione all’ambita fase successiva della competizione: il Round 2, in programma nella prima parte del prossimo anno.

  •   
  •  
  •  
  •