Mondiali di Calcio a 5, l’Italia chiude il girone a punteggio pieno

Pubblicato il autore: valerio vitali Segui

Italia.Europei.2016.calcio.a.5.foto.000.cassella
Altra prestazione convincente da parte della Nazionale italiana di Calcio a 5 ai Mondiali colombiani. Dopo le vittorie schiaccianti contro Paraguay e Guatemala (rispettivamente per 4-2 e 5-1) è arrivata questa notte una vittoria per 2-0 contro il Vietnam. E’ vero, l’avversario non era dei più ostili e agguerriti, ma era affamata di punti e riuscire a mantenere inviolata la propria porta in quest sport rimane comunque un dato significativo.

LA PARTITA- A Bucamaranga la Nazionale non parte col piede pesante sull’acceleratore, come accaduto nelle precedenti due partite, ma preferisce un giro palla che, per lo meno nei minuti iniziali, non gli permette di aprirsi un pertugio nella difesa avversaria, comunque ben disposta.
Un po’ come avviene nel calcio, in questi casi si soffrono le sortite avversarie di contropiede ed infatti rischiamo di prendere il gol al 15′ quando i vietnamiti colpiscono una clamorosa traversa.
Subito dopo il grande spavento sul tiro di Phung, ribaltone per l’Italia che riesce a segnare grazie ad un meraviglioso quanto veloce schema da rimessa laterale; sul pallone messo in mezzo da Honorio si fionda il capitano Lima che mette dentro con un destro chirurgico a fil di palo. Per il capitano azzurro si tratta della marcatura numero cinquanta con la maglia dell’Italia.

Leggi anche:  Ciclomercato 2022, Ineos Grenadiers vuole Nibali? L'indiscrezione

Dopo l’1-0 che ha aperto la partita e rotto gli indugi, l’Italia controlla molto bene e con Romano trova quasi il raddoppio, stoppato dalla grandissima parata del portiere del Vietnam Thuan, che oggi si è dimostrato davvero un ottimo elemento, tenendo a galla in più di qualche occasione la sua squadra.
Così come avvenuto nella prima frazione di gara, i nostri avversari vanno vicini al gol, ma ad impedirglielo c’è nuovamente un legno (questa volta il palo) e, con l’aiuto prezioso della “Dea bendata” gli Azzurri riescono a siglare il raddoppio con Murillo, che ha chiuso meravigliosamente uno schema su corner.
Sul finire del match i vietnamiti hanno dato l’impressione di non credere più di tanto ad una rimonta che li avrebbe portati al pareggio, ma hanno preferito chiudersi in maniera ordinata per evitare di incassare ulteriori gol che, in caso di qualificazione per le migliori terze classificate, li avrebbe danneggiati e non poco. A 3′ dallo scadere poi il palo colpito da Merlim, che in un’azione fotocopia del secondo gol, prova a chiuderla definitivamente, ma in una sorta di karma sportivo anche un legno per noi ci sta tutto.

Leggi anche:  L'agente di Nibali smentisce i contatti con l'Ineos

Italia quindi che vola agli Ottavi di finale dove incontrerà proprio una terza classificata, ovvero l’Egitto. Il comunicato della Federazione italiana, fa tirare un sospiro di sollievo a tutti. Gli egiziani infatti non sono una grandissima squadra e si può affermare, senza eccessiva superbia, che solo grazie alla vittoria nelle terza gara siano riusciti a dimostrare qualcosa di buono, dopo le ben 13 reti subite nei primi due match.

La squadra di Menichelli durante questi Campionati del Mondo, sta dimostrando di poter continuare a viaggiare su ritmi altissimi, come quelli tenuti negli scorsi Europei, vinti proprio dall’Italia.
La grinta di questo dream team si vede dalla forza di volontà con cui l’Italia ha cercato la vittoria anche quando sarebbe bastato un pareggio. Tenacia, umiltà e tecnica sono i tre ingredienti principali che permettono a questa squadra di poter sognare in grande e magari, migliorare quanto fatto quattro anni fa dove ci fermammo alla finale per il terzo/quarto posto.

  •   
  •  
  •  
  •