Olimpiadi – Se Roma rinuncia per il 2024, Milano si candida per il 2028

Pubblicato il autore: Pietro D'Alessandro Segui

logo-olimpiadi
La notizia è venuta fuori durante la presentazione del 73° Open d’Italia di Golf. E’ stato il Governatore della Lombardia Roberto Maroni a darla durante la conferenza stampa degli Open, che sono cofinanziati anche dalla Regione Lombardia con un contributo di 300.000 euro e si svolgeranno dal 15 al 18 settembre al Parco di Monza con la partecipazione di 26 nazioni e con 50.000 spettatori attesi.
Come riportato dal “Corriere dello Sport – Stadio”, Roberto Maroni, dopo aver fatto il punto sui risultati raggiunti dalla sua amministrazione in ambito sportivo e ricordato come ultimo obiettivo raggiunto la permanenza del Gran Premio di Formula 1 a Monza fino al 2019, ha detto: “Se dovesse saltare la candidatura di Roma ho intenzione di proporre la Lombardia per la sostituzione o al limite per organizzare i giochi del 2028. Ne ho già parlato con Malagò e sto cercando di capire la fattibilità della mia idea”. E ha continuato dicendo: “Secondo me Milano viene prima di Roma per concretezza e capacità e, se avremo la possibilità, organizzeremo una Olimpiade “diffusa”, coinvolgendo tutte le realtà limitrofe. Abbiamo le risorse per farlo perché qui da noi i soldi vengono spesi bene e gli sport sono tutti protagonisti”. Maroni ha proseguito rafforzando le sue convinzioni: “A Roma auguro di non ritirarsi dalla corsa e di organizzare le Olimpiadi del 2024, ma mi sembra che il sindaco Raggi sia alle prese con qualche altro problemino. Prima di tutto bisogna capire se l’eventuale dietrofront di Roma preclude la possibilità di candidare un’altra città italiana. Se così fosse, ci adopereremmo per i Giochi del 2028. Noi comunque siamo pronti a recitare la nostra parte perché qui in Lombardia investiamo nello sport anche per dare un impulso al turismo. Così facendo valorizziamo il nostro territorio che può contare su 10 dei 50 siti Unesco presenti in Italia”.

Olimpiadi a Milano nel 2028: la posizione del CONI

Il Presidente del CONI Giovanni Malagò aveva già sabato scorso a Cernobbio, durante il tradizionale “Sports Corner”, precluso la possibilità che un’altra città italiana potesse sostituirsi a Roma nel 2024 nel caso di forfait della capitale. “Non ci sono più i tempi tecnici e formali” le parole di Malagò, che, però, aveva lasciato spazio alla eventuale candidatura di Milano per il 2028, scongiurando, comunque, un’altra insostenibile brutta figura con il CIO, dopo quella rimediata a seguito del ritiro della candidatura di Milano per il 2020 da parte di Mario Monti.

Olimpiadi a Roma nel 2024: la posizione di Raffaele De Dominicis

Il neo nominato assessore al Bilancio della Giunta Raggi Raffaele De Dominicis, ex Procuratore Generale della Corte dei Conti del Lazio, ha voluto esporre la sua idea sulla candidatura di Roma per le Olimpiadi del 2024. Intervistato da “La Repubblica” De Dominicis ha dichiarato: “Se me lo chiederanno, dirò che si debbono fare. Sono un’opportunità per la città e un evento di interesse nazionale”.

Olimpiadi in Italia: il parere di Matteo Renzi

Sul sito www.cno-webtv.it sono state pubblicate delle dichiarazioni del Premier Matteo Renzi che sono chiarificatrici del suo parere in merito alla candidatura di Roma o di un’altra città italiana per le Olimpiadi.
Queste le parole di Renzi: “Sulle Olimpiadi di Roma non esiste un piano B. Finirebbe per diventare un regalo ai Cinque Stelle. Non ci inventeremo nessun marchingegno e non bypasseremo la scelta di Roma. Nessuna altra strada è percorribile. Non esiste l’ipotesi del commissario speciale, l’esecutivo non darà, da solo, le garanzie per sfidare le altre candidate. Io farò di tutto per conquistare l’appoggio dei grillini. Se la Raggi vuole incontrami per parlarne, la porta è aperta. Se dice no, a malincuore visto che è un’occasione unica, ci facciamo da parte. Comunque non dobbiamo irrigidirli, ma piuttosto lanciare dei ponti”. Il premier, ha anche aggiunto: “Se salta Roma, nel 2028 candideremo Firenze o Milano”.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: