Paralimpiadi: argento nel disco grazie a Tapia

Pubblicato il autore: valerio vitali Segui

tapia2
E’ arrivata per l’Italia Team una seconda medaglia proveniente dall’atletica in queste Paralimpiadi. Dopo il bronzo ottenuto da Martina Caironi questa notte è stato il turno di Oney Tapia, l’italo-cubano che è riuscito a portare a casa una splendida medaglia d’argento nel lancio del disco, categoria “F11”, ovvero quella per i non vedenti.

Dopo la brutta prestazione ottenuta nella categoria del lancio del peso, Tapia si è rifatto alla grande, andando a lanciare il suo disco per oltre 40 metri, per la precisione 40,89 metri. Meglio di così non si poteva fare e soltanto il “padrone di casa” brasiliano Alessandro Rodrigo Silva è riuscito a dettare legge. Il suo lancio infatti è di quelli da record, un 43 metri che diventa così record alle Paralimpiadi.

La medaglia numero quattordici per la spedizione italiana arriva da una specialità in cui nemmeno gli atleti normo dotati sono riusciti ad imporsi e queste due medaglia, quella del salto in lungo della Caironi e quest’ultima di Oney Tapia, possono ridare quello slancio in più che serviva al movimento di atletica del nostro Paese.

C’è da sottolineare che è stato anche lungo e tortuoso il cammino che ha portato Tapia ad avvicinarsi al mondo dell’atletica leggera: prima l’incidente che lo ha reso cieco, poi l’avvicinamento al “goalball”, poi il judo ed infine il “lancio”, sia del peso che del disco, ma è proprio in quest’ultima che ha portato a casa i migliori risultati della sua carriera sportiva, tra cui anche il primato ai Campionati europei di Grosseto.

Bellissimo e anche divertente poi, lo show regalato dall’atleta italiano di origine cubana, che ha voluto godersi la felicità della vittoria anche davanti alle telecamere con un balletto in onore delle figlie, che tra l’altro hanno contribuito alla realizzazione della sua maschera da utilizzare durante la competizione.

La conquista di questa medaglia argentata è il frutto di tantissimi sacrifici e ci ha tenuto a precisarlo lo stesso atleta azzurro al termine della gara ai microfoni della RAI: “Nella mia carriera ho vinto tanto, ma questo podio non ha paragoni. Inizialmente avevo un pò di emozione addosso, perché sapevo di poter valere una medaglia, anche se non so di quale colore. Per me è stato un grandissimo sacrificio quotidiano, ma poi questi risultati ti ricompensano di tutto. Sono davvero felicissimo”.

Ed infine Tapia ha voluto esortare tutti a vedere quanto lavoro e quanta fatica esiste dietro agli sport paralimpici: “Lo sport aiuta tantissimo, venitevi a fare un giro tra le strutture e scoprirete che grande lavoro e che grande sacrificio c’è dietro al mondo dello sport paralimpico: praticatelo e vedrete. Tutti gli sforzi e i sacrifici fatti fino ad ora in questo momento mi ripagano alla grande grazie a questa medaglia. So che la vita per alcuni disabili è molto complicata e raggiungere questi obiettivi è ancor di più un’emozione unica”. 

Grazie all’argento del 40enne Tapia l’Italia accresce il numero del suo medagliere fino a quattordici in queste Paralimpidi brasiliane. Grazie a tutti questi splendidi risultati, l’Italia si dimostra ancora una volta un Paese che punta molto sullo sport, a 360 gradi.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: