Paralimpiadi Rio 2016: la cavalla Royal Delight non supera i test veterinari, Sara Morganti costretta a dire addio ai Giochi

Pubblicato il autore: alessandro marone Segui

Dopo un sabato ricco di soddisfazioni per il medagliere dell’Italia, arriva una notizia negativa a smorzare l’entusiasmo azzurro. Finisce sul più bello, prima di entrare nel vivo l’avventura della campionessa di equitazione Sara Morganti alle Paralimpiadi di Rio 2016. La cavalla di Sara, Royal Delight, non è stata ammessa alla competizione: giudicata “rivedibile” dalla giuria nel corso della prima ispezione veterinaria del 10 settembre, oggi è arrivato il responso definitivo. Un “not accepted” che pesa come un macigno, una doccia fredda che spezza sul nascere i sogni di gloria di Sara, già pronta a cimentarsi nelle gare la prossima settimana dopo le emozioni e la gioia della spettacolare cerimonia di apertura. Per l’amazzone toscana si trattava della seconda partecipazione ai Giochi Olimpici dopo il quarto posto ottenuto nella specialità dressage a Londra 2012. Stavolta l’obiettivo della Morganti era quello di salire sul podio e in molti confidavano nella campionessa toscana per arricchire il medagliere italiano.

sara morganti

A dare l’annuncio della mancata ammissione ai Giochi è stata la stessa Sara con un messaggio sulla sua pagina Facebook: “Purtroppo non potrò partecipare alle Paralimpiadi perché la cavalla non ha passato la visita.Vorrei ringraziare la mia famiglia, gli amici e la mia squadra per avermi accompagnato fin qua, per aver creduto in me, per avermi supportato e sopportato. Siete la mia forza. Mi spiace tanto che sia andata così. Io ce l’ho messa tutta, ma la fortuna non mi ha voluto assistere. Ora dobbiamo tutti fare il tifo per i miei compagni Francesca Salvadè, Silvia Veratti e Ferdinando Acerbi! Forza ragazzi!”.

Comprensibile la delusione e l’amarezza dell’atleta toscana, la quale in un’intervista pochi giorni fa aveva dichiarato di essere migliorata e di sentirsi pronta per dare il massimo e combattere questa battaglia con tutte le proprie forze. La speranza è quella che il sogno di conquistare una medaglia olimpica sia solo rimandato e, conoscendo la grande determinazione e forza di volontà di Sara, ci sono tutti i presupposti per essere ottimisti, anche in questo momento non proprio positivo…

Chi è Sara Morganti. Nata a Castelnuovo di Garfagnana (provincia di Lucca) il 21 marzo del 1976, Sara è un’atleta paralimpica di equitazione, campionessa mondiale in carica di dressage. Quarta di sei figli, si avvicina al mondo dell’equitazione a 13 anni, due anni più tardi conosce Stefano (suo marito, con cui condivide la passione per l’equitazione) e nel 1995 le viene diagnosticata la sclerosi multipla progressiva. Nonostante l’aggravarsi delle sue condizioni di salute l’abbia costretta per alcuni periodi a ridurre o interrompere gli allenamenti, Sara si è sempre rialzata con caparbietà ed ottenendo eccellenti risultati, come dimostra il suo invidiabile palmares: dieci ori nei campionati italiani, quattro bronzi in quelli europei. Con la cavalla Royal Delight si piazza al quarto posto nel Freestyle alle Paralimpiadi di Londra 2012, nel mese di settembre 2014 viene eletta atleta paralimpica del mondo. Oltre agli ottimi risultati sportivi, Sara riceve soddisfazioni anche nel mondo professionale (lavora come segretaria d’azienda) ed accademico, dal momento che ha conseguito la laurea con il massimo dei voti alla Facoltà di Lingue presso l’Università di Pisa.

 

 

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: