Rio 2016, Paralimpiadi: Oro, argento e bronzo per l’Italia. Cecchetto, Porcellato e Morlacchi sul podio

Pubblicato il autore: Saverio Crea Segui
Rio 2016 Porcellato

Francesca Porcellato, vincitrice del bronzo nel Ciclismo H3

Paralimpiadi Rio: Cecchetto è d’oro nel Ciclismo

Notte di soddisfazioni per l’Italia a Rio 2016. Dopo il grande exploit di Alex Zanardi, Paolo Cecchetto e Francesca Porcellato hanno conquistato due podi nelle gare di Ciclismo. Cecchetto ha conquistato l‘oro nella Road race H2, consegnando l’ottavo oro alla spedizione tricolore. Per l’azzurro arrivo in volata, grazie all’azione avviata dal compagno Vittorio Podestà giunto sesto.  Classe 1967, il comasco ha perso in un incidente l’uso delle gambe. Queste le parole dell’atleta dopo la vittoria: “Io starei qui tutto il giorno, starei qui a godermela”. “Sono felicissimo. È stata una rivincita rispetto a Londra. Dedico questa medaglia a tutta la mia famiglia, in particolar modo a mia mamma Adriana e a mio papà Guido, in particolare a mio papà”.  Il 47enne, a Londra 2012 aveva chiuso settimo, dopo aver ripreso la gara in seguito ad una caduta. Nel 2007 Paolo Cecchetto,  conquista la sua prima medaglia iridata ai Mondiali di Parabiago: un oro nella gara a cronometro a squadre.  Tempo dopo, partecipa alla 50 km handbike su strada ed ottiene una medaglia d’argento. Nel 2008  vince tre medaglie d’oro alle Maratone di Piacenza, Treviso e Torino e si aggiudica varie medaglie in Italia e in Europa. Ai Mondiali di Roskilde 2011, in Danimarca si aggiudica una medaglia d’argento su strada. Nel 2012 vince la medaglia d’oro sia nella tappa del Giro d’Italia a Somma Lombardo, sia in quella di Verona e si classifica di nuovo vincitore assoluto. partecipa ai Campionati Italiani Assoluti di Paraciclismo 2015, per l’assegnazione delle maglie tricolori di Campione Nazionale Handbike, vincendo la medaglia d’oro ed il titolo.

Storica Francesca Porcellato: 13/a medaglia da Seul 1988

Sempre nella Road Race ma categoria H1-2-3-4, ha vinto la medaglia di bronzo Francesca Porcellato. La volata finale ha regalato il terzo posto all’atleta, dietro alla tedesca Reppe e alla coreana Lee. Per la Porcellato si tratta della seconda medaglia in due giorni, dopo il bronzo nella cronometro di ciclismo. La rossa volante, questo il suo soprannome, nasce a Castelfranco Veneto nel 1970. Paraplegica da quando aveva 18 mesi, poiché investita da un camion, a 17 anni si cimenta nell’Atletica e nel 1988 è alle Paralimpiadi di Seul. Per Francesca, saranno 6 le partecipazioni ai Giochi (prima di Rio) con un bottino di ben 10 medaglie. Di questi podi 2 ori, 3 argenti e 5 bronzi nei 100 m, 400 m, 800 m e staffette. Successi in pedana, anche negli Europei e Mondiali di categoria, 19 medaglie totali. Nel 2011, la Porcellato gareggia nello Sci di fondo ai Mondiali di Vancouver e vince un oro; inoltre ottiene altri podi sempre in competizioni mondiali. Nel 2015 passa all’handbike: due medaglie d’oro al Campionato del mondo su strada di Nottwil, nella crono e nella gara in linea H3. Prima delle medaglie a quest’ultima Paralimpiade, oro e due argenti in Coppa del Mondo.

Nuoto: Argento per Morlacchi

Nei 100 farfalla S9 Federico Morlacchi conquista l’argento col tempo di 59″52.  Davanti a lui, il greco Dimosthenis Michalentzakis e l’ungherese Tamas Sors. Per il 23enne nuotatore varesino si tratta della quarta medaglia a Rio dopo l’oro nei 200 misti, l’argento nei 400 stile libero e l’argento nei 100 rana.
Insomma, un’altra grande giornata per i colori azzurri dopo la pioggia di ori del 14 settembre. Tra i podi di mercoledì , c’erano stati anche Morlacchi, Porcellato e Vittorio Podestà nella cronometro H3.

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: