Serie A bocce: il punto della situazione

Pubblicato il autore: Michele Santoro Segui

bocce

Serie A bocce: il punto della situazione – In Italia non si vive di solo calcio. Tra gli sport minori e meno sponsorizzati del Bel Paese, ci sono le bocce. Una disciplina quasi sempre bistrattata, associata a chi, è un po’ più in là con gli anni. Ma non è così, in Italia il movimento bocciofilo è molto sviluppato, e gli ultimi mondiali femminili, monopolizzati dalle atlete azzurre, testimoniano come questa “arte” abbia attecchito in svariate fasce del tessuto sociale.Il movimento italiano vanta i campionati più importanti e organizzati al mondo, per tutte e tre le categorie che costituiscono le bocce: raffa, volo e petanque. Per quanto riguarda la serie A raffa, L’Aquila la fa da padrone. Nell’ultimo turno, gli abruzzesi  hanno dato una prova di forza, stritolando per 1-0, a domicilio, i trevigiani della Fashion Cattel, guidati da Pasquale D’Alterio; annus horribilis per i veneti che hanno iniziato la stagione con il favore del pronostico, ma si sono spenti lentamente. Tra i protagonisti indiscussi della contesa c’è stato il capitano aquilano, Gianluca Formicone, con una serie di tiri perfetti, dopo aver mancato il primo. Il percorso de L’Aquila non è ancora in discesa: nei prossimi turni si dovrà fare i conti con avversarie alte in classifica come Montegranaro, Alto Verbano, Montegridolfo e Boville. La prossima giornata sarà importante anche per la seconda in classifica, Montegranaro appunto, partita per salvarsi, e ora incredibilmente in corsa per il titolo: dopo la vittoria contro Montecatini, nell’ultima gara, adesso è la volta dei campani del Centro Riabilitazione Lars, altra “cenerentola” del torneo, che ora si trova a sgomitare nei piani alti del raggruppamento.

La categoria volo della serie A di bocce, invece, ha una dominatrice incontrastata: la Perosina, che con l’ultimo successo ai danni del Gaglianico, si porta a nove successi consecutivi, e a +8 sull’inseguitrice, nonchè campione in carica, Brb Ivrea. La “Signora in Rosso“, così soprannominata per il colore delle divise, dopo un girone d’andata da cancellare, crolla nel big match di giornata contro la Pontese, che ora si accomoda sicura sul secondo scalino del podio. Nona vittoria consecutiva anche per la Borgonese allenata da Pettigiani, che disintegra, con il combinato di Kozjek ed il progressivo di Petric, la Ferriera per 20-4, dopo un parziale di 16-0. Prima gioia casalinga anche per Noventa, che batte Masera per 18-6, anche senza l’indisponibile Bagnasco.

Serie A di bocce, categoria petanque, guidata a braccetto dalla strana coppia BiareseTaggese. La squadra della Granda, soffre e va sotto, nel terzo turno di gara, per 8-6 contro la Bovesana, anche a causa dell’assenza di Rizzi, ma riesce a reagire e rovescia il risultato finale: finisce 8-12. La Taggese invece, impegnata nel derby ligure contro l’ABG Genova, dopo aver perso il tiro di precisione, concede ai rossoblù soltanto un punto prima dell’ultimo tempo, disputato con il successo aritmetico già conseguito. Anche qui non c’è storia, finisce 5-15 per i taggiaschi. Valle Maira abbatte l’Auxilium per 12-8, e fortifica il terzo posto; Lanternino sempre più ultimo e disperato, perde anche contro il San Giacomo, penultimo, senza neppure segnare un punto: 20-0.

  •   
  •  
  •  
  •