[Video] Olimpiadi di Roma, scontro Malagò Raggi: “Meritavo più rispetto”

Pubblicato il autore: Christian Vannozzi Segui

olimpiadi di romaVero e proprio caso mediatico per non parlare di scontro Malagò Raggi per la questione Olimpiadi di Roma, dove il sindaco Virginia Raggi ha ribadito il suo no, come aveva già fatto durante la campagna elettorale, alle Olimpiadi 2024, generando l’ostilità del presidente del Coni Malagò che auspicava la candidatura di Roma:

“Abbiamo chiesto un incontro alla sindaca prima dei Giochi di Rio, nel mese di luglio. Non siamo riusciti ad incontrarci per impegni da parte loro. Abbiamo chiesto un incontro fra l’Olimpiade e le Paralimpiadi. L’amministrazione non ha trovato il tempo di incontrarci. A questo punto abbiamo chiesto un nuovo incontro. Ieri, dopo il sollecito di questo incontro, essendoci anche scadenze formali, quelle del 7 ottobre. Ci è stato detto che ci sarebbe stato un incontro tecnico in Campidoglio propedeutico all’incontro col sindaco. Ci siamo presentati e l’incontro è durato oltre tre ore e mezza, durante le quelli sono stati sviscerati molti punti del dossier della candidatura di Roma. Un incontro molto tecnico, in cui finalmente sono state offerte infinite precisazioni sul dossier”. (Intervista riportata dal sito gazzetta.it).

Olimpiadi di Roma, Malagò non ci sta: “Avremmo meritato un po’ di tempo in più”

Indispettito e deluso il presidente Malagò, che spiega di meritare maggiore considerazione per una questione che riguarda non solo la città di Roma ma lo sport italiano:

“Sono state giornate complicate, in cui ho smontato la mia agenda per questo incontro col sindaco. Quel che è curioso è che, dopo aver fissato un appuntamento con noi, la sindaca aveva fissato un incontro con la stampa alle 15.30. Siamo entrati alle 14.23, ci avete visto in Campidoglio, ci hanno fatto accomodare nel salottino del sindaco, c’era il suo portavoce. Intorno alle 14.50 ho chiesto notizie della sindaca, mi ha stato detto che la sindaca stava arrivando, così alle 15. Ci è stato detto che aveva un impegno istituzionale col ministro Del Rio. Alle 15.07, in considerazione che la conferenza stampa era fissata alle 15.30, ci siamo detti che se la sindaca ci voleva dare un po’ di considerazione avremmo meritato un po’ di tempo in più e siamo andati via”. (Intervista riportata dal sito gazzetta.it).

Olimpiadi di Roma: si attende il no formale

Attende ormai il no formale della sindaca Raggi il presidente Malagò, che parlerà dell’accaduto anche con il Premier Renzi:

“Ho sentito il presidente del Consiglio Matteo Renzi e gli ho detto che ci saremo parlati con calma domani: dobbiamo incontrarci per una conferenza a Palazzo Chigi. Non sono padrone della candidatura ma penso sia sbagliato andare avanti se l’amministrazione comunale stacca la spina. Noi non apparteniamo a nessun partito politico, non vogliamo che qualcuno ci tiri la giacca da una parte o dall’altra. Noi abbiamo avuto un mandato dal mondo dello sport. All’unanimità lo sport ha chiesto allo sport di candidarci. Non era mai successo, c’era stato sempre qualcuno in Giunta o in Consiglio Nazionale che aveva detto no o si era astenuto. Il no fa male, dispiace moltissimo, perché sono cambiate le regole del gioco, era possibile fare e farlo bene. Andremo avanti fino ad un no formale. Si dovranno prendere le loro responsabilità. Sbagliato mischiare i soldi spesi per i Giochi con altre spese. Il preventivo di spesa era di un decimo rispetto a Sochi 2014”. (Intervista riportata dal sito gazzetta.it).

Per Malagò le Olimpiadi di Roma sarebbero un vero e proprio fiore all’occhiello per la città, che comunque beneficerebbe dell’apparato che metterebbe in atto un processo mediatico ed edilizio-turistico come le Olimpiadi. I tifosi riempirebbero alberghi e ristoranti, nonché i musei, e finalmente si troverebbero i fondi per i lavori sulle infrastrutture di cui la capitale ha estremamente bisogno. Da parte sua, probabilmente a ragione, Virginia Raggi spiega che in questo momento e con i problemi più urgenti che invadono Roma, problemi tangibili che sono sotto gli occhi di tutti i cittadini, le Olimpiadi sarebbero solo un ulteriore problema, non discostandosi affatto da quanto aveva già annunciato in campagna elettorale, dimostrando grande coerenza, cosa che spesso i politici non sanno fare.

Leggi anche:  Mercato NBA Harrell: "Lakers mi hanno voluto, Clippers no"

Fonte video: www.roma5stelle.it

  •   
  •  
  •  
  •  
Tags: