Amalfi e i suoi canottieri: arrivano i fondi del Coni per la palestra di Marina Grande

Pubblicato il autore: Ramona Buonocore Segui
amalfi-dal-coni-132mila-euro-per-incentivare-la-p-148303Una buona notizia per Amalfi e i suoi canottieri. L’antica Repubblica Marinara ha avuto un finanziamento del Coni per poter rimettere in senso la palestra situata sulla spiaggia Marina Grande che da anni versava in condizioni molto precarie per non dire disastrose. 
Finalmente, dopo un attesa di più di sei mesi, il Coni ha erogato poco più di centotrentamila euro, nell’ambito dei finanziamenti a fondo perduto previsti per il capitolo di spesa “Sport e Periferie”, da destinare al comune costiero salernitano.
«Il lavoro comincia a dare i suoi frutti, daremo finalmente ai nostri valorosi canottieri e canoisti la struttura che meritano! E il bello deve ancora venire» commenta con soddisfazione su facebook il consigliere delegato allo sport Francesco De Riso.
Nonostante la forte tradizione marinara, ad Amalfi mancano infatti strutture adeguate per garantire un’adeguata preparazione atletica ai canottieri e canoisti del posto.
 La vecchia palestra, situata al porto in via Lungomare dei Cavalieri, è chiusa da più di vent’anni. Era lì che tutti gli atleti del posto passavano lunghe ore ad allenarsi costantemente tutto l’anno per prepararsi al meglio per fronteggiare la gara più importante: il palio remiero delle quattro Repubbliche Marinare.
Dopo il fermo amministrativo tutti gli atleti si sono dovuti accontentare della piccola palestra situata sulla spiaggia maggiore del paese, a volte chiusa per motivi legati alle avverse condizioni meteorologiche e, in particolare a causa delle forti mareggiate dei mesi invernali che raggiungono la banchina che separa la spiaggia dalla palestra.
Nonostante i gravi problemi logistici legati alla struttura, la palestra di Marina Grande è tutt’oggi ritrovo dei giovani canottieri e canoisti amalfitani che quotidianamente la raggiungono per potersi allenare.
La notizia dell’ottenuto finanziamento del Coni è stata ovviamente accolta con gioia non solo dagli atleti ma anche da tutti gli abitanti che vedono questo finanziamento come un’occasione per far avvicinare i propri figli agli sport sul mare come la canoa polo e, ovviamente, la vogata a sedile fisso, quella usata durante il palio remiero delle Antiche Repubbliche Marinare al quale partecipano ogni anno le città di Amalfi, Pisa, Genova e Venezia.
In particolare, i cittadini amalfitani richiedono che venga reinstallata la vasca voga, una vera e propria vasca riempita d’acqua sulla quale si trova una parte fissa uguale all’interno di un’imbarcazione a sedile fisso. La vasca voga inoltre è indicata per l’apprendimento del gesto tecnico sportivo e quindi particolarmente per coloro i quali si avvicinano per la prima volta al canottaggio e offre l’opportunità di essere seguiti da vicino dall’istruttore, con il grande vantaggio di poter correggere nell’immediato tutti i difetti relativi alla tecnica di voga.
Generalmente la vasca voga si presta all’allenamento quando le uscite in barca sul lago risultano difficoltose per le avverse condizioni meteorologiche ed è una buona alternativa all’attività svolta sul remoergometro.
I fondi del Coni per Amalfi, che per la precisione ammontano a 132.500 euro, rappresentano quindi un importante traguardo raggiunto alla luce anche dei numerosi impegni che Amalfi avrà tra campionati e regata storica che quest’anno, come è noto si svolgerà sulle acque dell’Arno nella città toscana di Pisa.
  •   
  •  
  •  
  •