Il ritorno di Soldini: vittoria da record nella Middle Sea Race

Pubblicato il autore: Alessandro Marini Segui

soldini
Il velista italiano Giovanni Soldini si è aggiudicato la trentasettesima edizione della della Rolex Middle Sea Race: il velista milanese ha tagliato per primo il traguardo (intorno alle ore 14 di oggi), dopo aver percorso 608 miglia in due giorni, un’ora, venticinque minuti e un secondo. Giovanni Soldini ha così stabilito il nuovo record nella storia della regata organizzata dal Royal Malta Yacht Club. Il precedente record apparteneva a Phaedo3, che lo scorso anno aveva impiegato 2 giorni, undici ore, ventinove minuti e 41 secondi. Quindi il record è stato battuto di ben dieci ore. Soldini ha vinto la Rolex Middle Sea Race proprio contro il detentore del record Phaedo3, che nella nottata ha sbagliato clamorosamente il percorso di gara: lo skipper Brian Thompson, infatti, ha girato all’isola di Linosa, confondendola con quella di Lampedusa, segnalata sul percorso. In quel momento Soldini e il suo Maserati Multi70 hanno messo, di fatto, un’ipoteca alla vittoria della trentasettesima edizione della Rolex Middle Sea Race. Il trimarano Maserati Multi 70, guidato da Soldini è stato definito il catamarano volante per le incredibili velocità che riesce a raggiungere nelle regate. La gara, comunque, è stata avvincente per tutti e due i giorni e l’errore di Thompson l’ha resa ancora più intrigante: Giovanni Soldini ha trionfato meritatamente.

Tutte le imprese di Giovanni Soldini, l’uomo dei record

La vittoria odierna alla Rolex Middle Sea Race è solo l’ultimo tassello, in ordine temporale, nelle grandi imprese del velista meneghino. Il tre marzo del 1999 Soldini vince la terza tappa dell’Around Alone, il giro del mondo a vela in solitario. Durante quella gara Soldini salva nel pieno del Pacifico Isabelle Autissier, velista francese che si era rovesciata in mare in condizioni climatiche avverse e senza la possibilità di ricevere alcun soccorso. Per questo nel 2000 gli viene conferita la Legion d’honneur, la massima onoreficenza dello stato francese per decisione dell’allora presidente francese Jacques Chirac. Sempre per questo motivo quattro anni più tardi ed esattamente il 12 febbraio, il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi decide di nominarlo Ufficiale dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana. Il 28 maggio 2008 Giovanni Soldini taglia per primo il traguardo a Marblehead e vince per la seconda volta la The Artemis Transat. Il 31 dicembre 2012 a bordo del monoscafo Maserati VOR 70 parte per battere il record nella rotta New York- San Francisco: conquista l’obiettivo e il nuovo record di percorrenza il 16 febbraio del 2013, impiegando quarantasette giorni, quarantadue minuti e ventinove secondi. 11 mesi dopo Soldini taglia per primo il traguardo e stabilisce il nuovo record della Cape2Rio. il 31 maggio 2015 stabilisce il nuovo record della Rotta del Tè, ovvero la tratta che va da San Francisco a Shangai, percorrendola in ventuno giorni, diciannove ore, trentadue minuti e cinquantaquattro secondi. Ovviamente quelle riportate sopra sono le grandi imprese, ma Giovanni Soldini ha un palmares ricchissimo, in solitaria, in doppio ed in equipaggio; tra le tante vittorie possiamo ricordare le tre vittorie al Roma X2, l’Atlantic Alone, l’Around Alone, il Transat, i due successi al Grand Prix Petit Navire di Douarnenez. A questi e a tanti altri successi oggi il quarantenne velista milanese può aggiungere la straordinaria impresa nella Rolex Middle Sea Race.

  •   
  •  
  •  
  •