Ironman Hawaii 2016: Frodeno e Ryf a caccia del bis. Percorso e favoriti di oggi.

Pubblicato il autore: Andrea Biagini Segui
Ironman Hawaii 2016

Alle 18.25 italiane scatterà ufficialmente l’Ironman Hawaii 2016

Immagina di dover nuotare per 3.86 km attraverso le imprevedibili correnti dell’Oceano Pacifico, subito dopo di dover salire su una bici pedalando per 180.2 km lungo la Queen Ka’ahumanu Highway mentre il caldo hawaiano e le forti raffiche di vento cercano di ostacolarti in tutti i modi, ed infine di dover correre una maratona, 42.195 km, fino al mitico arrivo di Ali’i Drive. Immagina di farlo in circa 8 ore, passando da una disciplina all’altra senza soluzione di continuità. Immagina di essere un vero Ironman.
Manca ormai pochissimo al via ufficiale dell’Ironman Hawaii 2016 (6.25 ora locale, 18.25 ora italiana), che come da tradizione assegna il titolo di campione del mondo della specialità.
Presenti ai blocchi di partenza entrambi i campioni in carica, sia maschile che femminile, il tedesco Jan Frodeno e la svizzera Daniela Ryf, che cercheranno di bissare il successo ottenuto lo scorso anno.
Sarà possibile seguire la gara in diretta direttamente dal sito ufficiale Ironman.

Il percorso dell’Ironman Hawaii 2016

Nuoto

Senza dubbio, il via a nuoto rappresenta uno dei momenti più suggestivi della gara, grazie alla folta cornice di pubblico presente e alle prime luci del sole, timidamente nascosto dietro al monte Hualalai.
Le correnti possono giocare un ruolo determinante, per questo è consigliato agli atleti di provare a fare qualche nuotata a Kailua Bay prima della partenza. La temperatura dell’acqua solitamente si aggira sui 26° C.

Ironman Hawaii 2016

Il percorso a nuoto nelle acque di Kailua Bay.

Bici

Dal momento che i ciclisti percorrono la Queen Ka’ahumanu Highway verso nord, da Kailua-Kona fino ad Hawi per poi tornare indietro, dovranno stare attenti ai forti alisei che soffiano lungo la costa. L’unico punto in cui il vento potrebbe non disturbarli, sarà lungo la salita che porta alla cima di Hawi, per poi tornare a colpirli nuovamente lungo la strada che porta alla T2.

Ironman Hawaii 2016

Il percorso e l’altimetria della parte in bicicletta

Corsa

Dopo l’uscita dalla T2, i corridori si snoderanno attraverso la città, prima di arrivare su Ali’i Drive, dove gli spettatori animeranno le strade con il loro tifo. Gli atleti poi ripercorreranno i propri passi scalando prima Palani Road e passando poi per la Queen Ka’ahumanu Highway e per il Laboratorio di energia naturale dell’Autorità Hawaiana (NELHA). A meno che il cielo non sia nuvoloso o il sole tramonti, si prevede una maratona caratterizzata da temperature elevate e alto tasso di umidità, che potrebbero mandare in crisi più di un corridore.

Ironman Hawaii 2016

Il percorso e l’altimetria della maratona

Favoriti uomini élite

Oltre al già citato campione in carica Jan Frodeno, autore di un pazzesco 7h35’39” al Challenge Roth lo scorso 17 luglio, che anche quest’anno si presenta come favorito della vigilia, non possiamo non menzionare il connazionale Sebastian Kienle, apparso in crescita nell’ultimo periodo e reduce dal record personale nella maratona stabilito quest’estate all’Ironman di Francoforte. Occhio poi agli statunitensi Andy Potts, che se riuscirà a limitare i distacchi in bici potrebbe conquistare un posto sul podio, a Ben Hoffman , vincitore dell’Ironman African Championship e a Tim O’Donnell, giunto terzo lo scorso anno terzo qui a Kona, oltre che al canadese Brent McMahon, apparso in grande forma nelle recenti uscite.

Favorite donne élite

La favorita sarà ancora una volta la campionessa uscente Daniela Ryf (SVI), che dovrà stare attenta all’australiana Mirinda Carfrae, probabilmente la miglior maratoneta del gruppo, ma con qualche lacuna nella bici che dovrebbe essere stata limata per poter ambire al titolo, all’americana Heather Jackson, che a fine luglio ha stabilito il nuovo record all’Ironman Lake Placid, alla tedesca Julia Gajer, vincitrice dell’Ironman North American Championship e alla britannica Jodie Swallow, che quest’anno si è laureata campionessa nell’Ironman Asia Pacific a Melbourne.

  •   
  •  
  •  
  •