DP World Tour Championship: resoconto delle prime tre tappe

Pubblicato il autore: lorenzo muffato

open golf milano 2016DP World Tour Championship- Siamo alla conclusione del terzo atto di questo DP World Tour Championship che sancirà la fine dell’European Tour. Andiamo a vedere i risultati delle prime tre giornate dei nostri italiani (e non solo), Molinari e Paratore. Impegnati nei vari green di Dubai.

DP World Tour Championship prima giornata- Giornata calda, contraddistinta dai 33 gradi che hanno fatto la loro parte sul campo del Jumeirah Golf Estates di Dubai. Infatti, non è stato espresso un grandissimo golf, tra errori, e vari colpi di mazza finiti in acqua.
Molinari, conclude la prima giornata con una performance strepitosa.  E’ quarto al termine del primo giro con 4 colpi sotto il par, a sole due lunghezze dal leader Lee Westwood (-6) e ad una dalla coppia formata dal francese Julien Quesne e dal belga Nicolas Colsaerts.Molinari è partito col botto con due birdie alle buche 2 e 3, poi ha rimediato ad un bogey alla 6 con altri due birdie alla 7 e alla 9. Meno variegata la seconda metà della tornata, in cui ha messo a segno un birdie alla 14 e ha risposto ad un bogey alla 17 con un fantastico birdie all’ultima buca. A pari merito con l’italiano ci sono l’esperto spagnolo Sergio Garcia e l’olandese Joost Luiten.

Leggi anche:  Mondiali Courchevel Meribel 2023, dove vedere combinata maschile sci alpino LIVE oggi: diretta TV, orario e start list

Bene anche il connazionale Paratore, all’esordio assoluto per lui nel DP World Tour Championship. Chiude in 13esima posizione, ha concluso la giornata con 70 colpi.

DP World Tour Championship seconda giornata- Nella splendida cornice del Jumeirah Golf Estates creata da Greg Norman nel 2009. Condizioni atmosferiche perfette per una fantastica giornata di golf, media di 31-32 gradi, con una leggera brezza dagli 8 miglia.Il nostro portabandiera Francesco Molinari chiude al comando insieme a Sergio Garcia. L’italiano ha messo a segno un ottimo 67, frutto di sei birdie ed un solo bogey, con cui ha portato il proprio score totale a -9 (68 67). Sergio Garcia, autore di due giri in 68 e 67 colpi conclude anch’esso la seconda giornata al comando.

In terza posizione, l’intramontabile Lee Westwood, leader al termine della prima giornata, che ha messo a referto un secondo round in 70. Per lui grave errore finale alla 18, dove con il colpo al green ha trovato l’ostacolo d’acqua, ma nonostante il nervoso dovuto dall’errore, ha mantenuto la concentrazione, concludendo comunque con un birdie.

Leggi anche:  Mondiali Courchevel Meribel 2023, dove vedere combinata maschile sci alpino LIVE oggi: diretta TV, orario e start list

L’altro italiano in gara, Renato Paratore classe 1996, ha perso alcune posizioni. Il giovane romano oggi ha giocato in 73 colpi, con quattro birdie e cinque bogey. Per Paratore, gli errori sono arrivati nelle buche Par 5, le più abbordabili.

DP World Tour Championship terza giornata- Giornata di grande golf, caratterizzata da score molto bassi con grandi pendenze e green non semplici. Il nostro Molinari, partito in testa insieme a Garcia (disastroso), conclude in quinta posizione, con un totale di -11 (68, 67 e 70), insieme all’altro britannico Lee Westwood e allo spagnolo Rafa Cabrera Bello, migliore in campo oggi con un giro incredibile in 63.
Molinari, rimpiange le prime quattro buche dove ha sbagliato molto, ma alla nona buca arriva il suo primo birdie che gli da fiducia e da li compie un’ottima risalita mettendo insieme tre birdie consecutivi (alle buche 11, 12 e 14). La classifica resta corta, e Molinari che era finito in 12esima posizione, resta in completa corsa per la vittoria finale.

Leggi anche:  Mondiali Courchevel Meribel 2023, dove vedere combinata maschile sci alpino LIVE oggi: diretta TV, orario e start list

Al comando arriva il francese Victor Dubuisson, autore di un’ottima prestazione con 64 colpi, che porta il suo score totale a -13. Ma il transalpino è inseguito da un terzetto: a -12 troviamo infatti gli inglesi Matthew Fitzpatrick e Tyrrell Hatton, insieme al belga Nicolas Colsaerts. Fitzpatrick, ventiduenne con una grande carriera dilettantistica alle spalle: vincente del Amator Championship under 18, ha disputato una grandissima giornata di golf. Colsaerts, come Westwood trovano sempre la giusta distanza da lontano, in questi green dalle buche di 400′ metri, con i loro ottimi movimenti in driving hanno un grande vantaggio dalla lunga distanza.

  •   
  •  
  •  
  •