Gaetano Mura, Italia sogna: -4 al Capo di Buona Speranza

Pubblicato il autore: Alessandro Basta

gaetano_mura

La storia di Gaetano Mura non può che attrarre tutti gli appassionati di sport, accomunati dalla voglia di scoperta e conquista di mete prima inesplorate. L’Ocean Racer, uno dei migliori velisti azzurri, prosegue il suo affascinante viaggio e a poco a poco i passaggi da percorrere diventano sempre meno. Come riporta “Il Corriere dello Sport”, mancano sempre meno giorni all’arrivo al Capo di Buona Speranza: questo punto è assolutamente cruciale per ogni velista. Scopriamone i motivi e analizziamo insieme le prospettive per Mura.

Gaetano Mura e il viaggio tra gli oceani: dall’Atlantico all’Indiano

Gaetano Mura sta pian piano attirando l’attenzione di tutti gli sportivi a livello mondiale. La sua corsa, giorno dopo giorno, assume sempre più i contorni dell’impresa sia per la difficoltà del viaggio che per la perseveranza dimostrata. Le prossime tappe non lasceranno tregua al temerario velista, anzi saranno probabilmente quelle cruciali. Il Capo di Buona Speranza rappresenta un confine cruciale per tutti i professionisti di questo sport e i motivi sono chiari. Si tratta, infatti, di un confine importantissimo e molto complicato da affrontare, dato che si parla dell’estremità meridionale dell’Africa. Mura sembra pronto ad affrontare la sfida e sembra avere tutti i requisiti per vincerla: ad ormai più di un mese di navigazione mancano meno di 1800 chilometri per raggiungere l’ambito Capo di Buona Speranza. Dopo questo atteso passaggio, il velista lascerà l’oceano Atlantico entrando nel pericoloso Indiano, una delle sfide più attese, dato che si tratta del primo dei mari del Sud. Tutto ciò dovrebbe avvenire domenica, ma anche sabato secondo i più ottimisti. Le condizioni meteo sembrano favorire l’impresa di Mura: navigano verso Sud-Est con il vento che investe l’imbarcazione da destra. In questo modo, sperano di posizionarsi al meglio per poi virare verso l’oceano del sud. Inoltre bisogna considerare la situazione relativa all’anti-ciclone di Sant’Elena: è rimontato verso Est dalle coste argentine, garantendo un meteo favorevole negli ultimi due giorni di viaggio. Nelle prossime ore, dovrebbe spostarsi ancora più ad est, verso il Sudafrica. Positiva anche la spinta del vento: si viaggia tra i 15 e i 20 nodi, ma soprattutto la posizione di Mura, sfruttando il vento stesso, sarà decisiva per virare già nelle prossime ore proprio in direzione del Capo di Buona Speranza. Tutto insomma sembra prepare l’ingresso nell’Oceano Indiano con le migliori condizioni possibili: il mondo aspetta il prossimo weekend per scoprire gli esiti dei primi 40 giorni di viaggio.

Leggi anche:  Mondiali Courchevel Meribel 2023, dove vedere combinata maschile sci alpino LIVE oggi: diretta TV, orario e start list

Gaetano Mura, il giro del mondo è per pochi: i contorni di un’impresa che sa di Italia

La vela non sarà lo sport più seguito in Italia, nazione da sempre fedele alla sua innata verve calcistica, ma l’impresa di Mura non può che lasciare esterrefatti. Il noto Ocean Racer prosegue il suo personale giro del mondo, da Gibilterra a Gibilterra, alla ricerca dell’ambito record. Una lotta contro il tempo, una sfida contro se stessi, contro il meteo e non solo contro la concorrenza. A bordo del suo Class 40, uno scafo di 12 metri, Mura prosegue il suo viaggio, Italia tifa e sogna: c’è profumo di record?

  •   
  •  
  •  
  •