Jury Chechi pronto a candidarsi per la presidenza della FGI

Pubblicato il autore: Andrea Bellini

Jury Chechi

Jury Chechi sembra essere pronto a rientrare nel mondo della ginnastica: ogni quattro anni, in concomitanza con gli anni “olimpici”, infatti, la Federazione Ginnastica d’Italia (FGI) indice le elezioni del proprio presidente. Attualmente al vertice della federazione troviamo Riccardo Agabio, ex ginnasta che ricopre la carica dal lontano 2000, dopo essere stato, negli anni precedenti, membro del comitato esecutivo dell’Unione Europea di Ginnastica e  presidente della sezione europea di ginnastica aerobica. Ma, proprio in vista delle elezioni previste per il 17 dicembre, anche il “Signore degli Anelli” ha deciso di intraprendere questa sfida, confermando le voci che già circolavano, in merito a questa questione, già dal mese di agosto, quando affermò di “essere in debito con il mondo della ginnastica”.

Il programma di Jury Chechi

Un ritorno in federazione molto importante, per un ex campione amato e stimato in tutto il mondo, dopo la sua “avventura” da vice-presidente, da braccio destro proprio di Agabio, carica con cui vinse anche un bronzo ad Atene nel 2004. Alcuni principi cardine nel suo programma possono essere riassunti con valori come meritocrazia, organizzazione, semplicità, leadership, unità ed etica; l’ex olimpionico, nella presentazione del suo programma avvenuto alle Officine Farneto di Roma, ha spiegato quali sono le priorità secondo il suo punto di vista, per risollevare l’andamento del movimento ginnico in  Italia, con i tesserati in calo ormai da diversi anni. Uno dei principali obiettivi di Jury Chechi è proprio invertire questo trend negativo; queste le sue parole, riportate da repubblica.it: “Voglio che questo diventi il quinto sport per tesserati in Italia. Dobbiamo invertire il trend dei tesserati in calo dal 2013, dobbiamo investire negli impianti, nella formazione e soprattutto entrare nelle scuole con un programma strutturato a livello nazionale.”

Leggi anche:  Super G Cortina d'Ampezzo 2023, dove vedere sci alpino maschile LIVE oggi: diretta TV, orario e start list

Il segreto è nella collaborazione

Idee chiare, riassunte dallo slogan “Lavorare insieme significa vincere. INSIEME”; già, perché come precisato dallo stesso Chechi, le sue vittorie sono state merito anche di un movimento a quel tempo compatto, che portò molte soddisfazioni in termini di risultati, e non solo per quanto riguarda lo stesso “Signore degli anelli”. Una collaborazione che, per forza di cose, deve coinvolgere tutte le sezioni della Federazione, anche dal punto di vista prettamente economico: “C’è bisogno della Fig Servizi” continua Jury Chechi “una società che dovrà occuparsi della gestione dei grandi eventi, degli immobili e dei servizi di proprietà, ma anche del marketing e del reperimento di risorse economiche da sponsorizzazioni e partnership. Voglio triplicare questo tipo di introiti entro il 2020: non appalteremo più la gestione di questi aspetti a società esterne. Cambierà tutto per la federazione, l’obiettivo è generare un circolo virtuoso: con maggiori risorse posso investire nella parte tecnica e con risultati importanti possiamo fare grandi eventi.” Insomma, l’ex campione olimpico sembra avere le idee molto chiare su cosa fare per risollevare le sorti di tutto un movimento che ha regalato molte soddisfazioni all’Italia intera. Nella squadra rientrano anche Igor Cassina e Fabrizia D’Ottavio, altri due ormai ex atleti plurimedagliati, che a loro volta hanno segnato la storia della ginnastica italiana nel primo decennio degli anni 2000.

  •   
  •  
  •  
  •