McGregor vs Mayweather: il più grande PPV di sempre?

Pubblicato il autore: Mirko Tursi

McGregor vs Mayweather: il più grande PPV di sempre?

LA SFIDA PIÙ ATTESA – Sta per giungere finalmente il momento di quello che sarebbe sicuramente uno degli incontri più attesi di sempre? Sembrerebbe proprio di sì. Dopo l’incontro che ha permesso a Conor McGregor di diventare il primo atleta nella storia UFC ad ottenere due titoli in categorie di peso differenti contemporaneamente, grazie al KO tecnico col quale ha battuto l’ex campione dei pesi leggeri Eddie Alvarez (in una sfida, peraltro, senza storia), le voci si sono intensificate.

50 MILIONI – Tutto ebbe inizio quando, a Maggio, cominciarono a girare voci riguardo ad un’offerta di Floyd Mayweather di circa 50 milioni di dollari a “Notorious” per l’organizzazione di quello che a sua detta potrebbe essere il PPV più grosso di sempre, così grosso da distruggere il precedente record stabilito nell’incontro con Manny Pacquiao col quale “Money” (soprannome dato evidentemente dal fatto che nella classifica Forbes è risultato essere lo sportivo più pagato nel 2012 e nel 2014, anni in cui ha guadagnato rispettivamente 85 e 105 milioni di dollari) riuscì a “produrre” 300 milioni di dollari, che poi furono divisi fra i due contendenti secondo gli accordi presi che prevedevano il 60% degli incassi a Mayweather e il restante al pugile filippino. Il match si sarebbe dovuto svolgere secondo le direttive dell’americano, e cioè sarebbe dovuto essere un incontro di boxe e non di arti marziali miste, sfavorendo quindi McGregor. Le trattative però non andarono avanti e dell’incontro non se ne fece più niente, ma al contrario dei tanti che ritennero impossibile l’organizzazione di un match così particolare, Mayweather non si è arreso ed è tornato alla carica poco dopo la vittoria di McGregor a UFC 205.

ELEFANTI E FORMICHE – Se la prima offerta non aveva smosso più di tanto gli animi, Money, per rendere più concrete le possibilità di vedere sul ring il pluri-campione del mondo UFC, ha pensato bene di passare alle provocazioni, e da uno che fa e faceva del trash-talking (cioè quella forma di vanto o di insulto comunemente sentito in situazioni competitive, spesso usato per intimidire l’avversario) una delle sue armi migliori da boxeur, non ci si poteva non aspettare un attacco ben assestato al personaggio di McGregor. Infatti, quando gli è stato chiesto da TMZ Sports se l’irlandese potesse essere considerato a tutti gli effetti il Floyd Mayweather dell’MMA, Money ha replicato sarcasticamente riferendosi alla propria carriera:

“Non sapevo che Conor McGregor fosse imbattuto. Non sapevo che avesse avuto un regno in MMA per 20 anni e che fosse stato campione del mondo in cinque categorie di peso diverse. Quindi credo che tu mi stia dicendo qualcosa di nuovo, se si dice che sia il Floyd Mayweather del MMA. Lui ha mai generato 300 milioni di dollari in una notte? E ha mai generato 100 milioni? E 70? Riguardo al paragone, capisco, va bene dirlo, solo che non è vero. Sarebbe una mancanza di rispetto. Gli elefanti non combattono con le formiche. Gli elefanti sono così grandi che nemmeno le vedono.”

LA REPLICA DI NOTORIOUS – Mentre inizialmente McGregor si era limitato a dire che Mayweather quelle cose avrebbe dovuto dirgliele in faccia, qualche giorno fa, Notorious, in un locale notturno a New York, si è invece spinto oltre:

“Ho molto rispetto per Floyd, è un gran businessman, un fottuto animale. Ed stato capace di fare grandi cose. Ma non è interessato a disputare un combattimento reale, uno vero, puro, a mani nude. Avvisate Floyd: sto arrivando per lui. Ditegli di fare un salto negli uffici di Showtime. Voglio 100 milioni per combattere contro di lui secondo le regole della boxe, visto che lui ha paura di un combattimento vero e proprio.”

McGregor crede che in questo momento un match tra i due, più che a lui, come sembrerebbe trasparire dalle parole di Mayweather, che si era ritirarato a Settembre 2015, dopo lo storico 49-0 realizzato contro Andre Berto, potrebbe servire proprio all’americano. Probabilmente gli unici pugili che, per incassi, potrebbero far tornare sul ring l’ex boxeur di Gran Rapids sono Pacquiao e forse Golovkin, ma volendo mantenere il proprio record, Mayweather preferirebbe combattere con Notorious in una sfida decisamente impari.

BASTANO 100 MILIONI – Se dovessimo parlare in termini più realistici, una sfida tra i due sembra davvero difficile da realizzarsi e forse ciò che vogliono entrambi è rimanere in prima pagina grazie solamente all’idea di un match simile. Eppure non si può escludere al momento la possibilità di vederli battersi l’uno contro l’altro. In ogni caso, la sfida è stata accettata e rispedita al mittente: cosa farà Floyd Mayweather? L’elefante combatterà contro la formica? In fin dei conti bastano 100 milioni.

  •   
  •  
  •  
  •