Presentato il Winning Attitude Award tra certezze e speranze

Pubblicato il autore: Luca Vincenzo Fortunato Segui

conferenza stampa

 

Stamattina si è svolta presso lo Stadio Domiziano a Roma la conferenza stampa della prima edizione dei Winning Attitude Award che verranno consegnati venerdì 11 Novembre da Gianluca Meola ed Elisabetta Pelli al Gran Teatro del Church Palace. E’ proprio il giornalista co-ideatore Meola che ha presentato i suoi ospiti (l’altro ideatore Sandro Corapi, Valentina Vezzali, Silvia Bartocci, Elisabetta Pellini e Svetlana Celli) e ha spiegato la struttura dell’evento.
Nato sotto i principi della determinazione, l’autostima ed il coraggio, questo premio della mentalità vincente ‘vuole dare segnali che tutti possono farcela’ e si  pone l’obiettivo della condivisione e del ‘respiro sociale‘ dinanzi ai problemi della vita quotidiana. Non a caso è stato promosso un forum per le 18.30 che coinvolgerà giovani e Polizia Postale per parlare di bullismo  e successivamente di doping con Filippo Magnini, impegnato da sempre per lo sport pulito.  Per quanto riguarda la decisione dei vincitori, sono stati scelti, da una folta giuria di esperti sportivi e giornalisti, 11 sportivi e 4 uomini comuni sotto l’etichetta ‘Life’, in grado di lasciare un segno nel corso dell’anno o della loro carriera. Tra i nomi già noti negli scorsi giorni è spuntata una sorpresa nella categoria sportiva: il tecnico Simone Inzaghi. Infatti l’allenatore della Lazio è stato scelto all’ultimo momento per aver ‘cementato un gruppo e aver infuso l’atteggiamento vincente’ secondo Sandro Corapi. Chi invece ha vinto da tempo, ma non potrà prendere l’innovativo Oscar durante la cerimonia, sono Bebe Vio e Gianluigi Buffon, impegnati nelle loro rispettive attività sportive.

vezzali

Photo credits: Andrea Paone

E’ proprio utilizzando un aneddoto sull’atleta paralimpica che è cominciato l’intervento di Valentina Vezzali, l’atleta più titolata dello sport italiano. Riportando le lacrime amare del 2013  di Bebe Vio dopo una sconfitta, la campionessa di scherma le fece capire che ogni perdita fa male ma impartisce una lezione di vita. In pratica è la cosiddetta ‘accettazione della sconfitta’, elemento che viene trascurato nella cultura italiana e sul quale fa riflettere anche il mental coach Sandro Corapi.  Solo tramite questa sensazione si può ripartire e si possono ‘superare gli ostacoli direttamente’, cioè ‘sperando di incontrarli nuovamente’ come ha sottolineato la Vezzali. L’esempio citato è stato il trionfo nel 1999 dove riuscì a battere la sua ‘bestia nera’ Mohamed, inanellando così un altro oro fondamentale. Ma cosa c’è dietro a tutto questo successo? La famiglia, il suo ‘motore di tutto’, anche di fronte alla temuta maternità che spaventa generalmente ogni atleta femminile. Oltre ad essa la filosofia di vita Saint-Exuperiana ‘per ogni fine, c’è un nuovo inizio’ che l’ha resa capace di essere anche una brava parlamentare.

Leggi anche:  Pallamano Serie A: Teamnetwork Albatro-Santarelli Cingoli 27-32, prezioso colpo esterno per i biancorossi

La spiegazione più specifica a questo fenomeno viene portata alla luce da Corapi che ha parlato di ‘metaprogrammi da ottimizzare’ per possedere questa visione vincente, senza condizionamenti eccessivi dall’esterno come nei casi della scuola.Sulla stessa linea è intervenuta la psicologa Silvia Bartocci che ha sottolineato la forte alchimia tra sport e vita sociale.
Infine la consigliera di Roma Capitale Svetlana Celli ha inglobato questo discorso nella dimensione politica definendo lo ‘sport come una priorità dell’amministrazione da estendere nelle periferie’,  seppur si è percorsa la strada del no alle Olimpiadi previste per il 2024 a Roma.
Sicuramente, se non si fosse percorsa la via delle parole che ha ritardato pure l’avvio di questo progetto, non ci sarebbero state rinunce a Olimpiadi o quant’altro: avremmo potuto continuare a credere in qualcosa. Non tutto però è perduto, perché ogni giorno può essere buono per sentirsi vincenti, basta semplicemente volerlo!

Leggi anche:  Pallamano, Serie A: Conversano nuova capolista

Qui la video-intervista a Sandro Corapi

Luca Vincenzo Fortunato

  •   
  •  
  •  
  •