Regata delle Antiche Repubbliche Marinare, scelta la data di giugno (Video)

Pubblicato il autore: Ramona Buonocore Segui

A Pisa la 62esima Regata delle Antiche Repubbliche Marinare

amalfi-dal-coni-132mila-euro-per-incentivare-la-p-148303

La 62 regata delle Antiche Repubbliche Marinare si svolgerà il 18 giugno 2017 a Pisa, sulle acque dell’Arno. La decisione è stata presa ieri dal comitato generale delle Repubbliche Marinare, riunitosi proprio nel palazzo di città di Pisa, a cui ha partecipato anche il sindaco di Amalfi Daniele Milano. La scelta, anticipata rispetto agli altri anni, è caduta proprio per domenica 18 giugno per creare per la città della torre pendente uno straordinario week- end storico- culturale che culminerà proprio con il corteo rievocativo e la regata storica.
Le manifestazioni marinare saranno precedute dalla Luminaria di San Ranieri, in programma venerdì 16 giugno, e dal Palio di San Ranieri, previsto sabato 17 giugno. Poi la chiusura con la Regata Storica.
La regata sull’Arno è l’unica gara che si svolge su un fiume e non in mare, come invece accade ad Amalfi, a Genova e a Venezia. La gara dell’anno scorso venne vinta in casa proprio da Amalfi.

https://www.youtube.com/watch?v=0w2HpOsuqYI

Leggi anche:  WWE, Undertaker: "Hell in a cell creato per Kane"

download

LA STORIA DELLA REGATA DELLE ANTICHE REPUBBLICHE MARINARE

L’idea di una manifestazione che ricordasse la storia delle quattro Repubbliche Marinare del Medioevo nacque verso la fine degli anni Quaranta del secolo scorso, da parte del cavaliere pisano Mirro Chiaverini. La proposta prima visionata da Carlo Vallini, presidente dell’Ente Provinciale del Turismo di Pisa, il quale, dopo averla accettata, la girò a sua volta ai comuni delle altre tre città (Genova, Venezia e Amalfi) affinché vi partecipassero. L’iniziativa fu accolta con molto entusiasmo soprattutto dall’avvocato Francesco Amodio, allora sindaco di Amalfi, che richiese ed ottenne una riunione dei rappresentanti delle quattro città coinvolte per esaminare insieme la proposta. L’incontro avvenne presso il palazzo di Pisa il 9 aprile 1949, ma l’accordo non fu semplice: durante la discussione il dottor Manzini, direttore dell’ufficio comunale di Venezia, mostrò il suo parere contrario alla partecipazione della gara remiera della città lagunare, pur essendo favorevole alla sfilata nel corteo storico. Visto il forte assenso da parte di Amalfi, Pisa e Genova, i rappresentanti di Venezia ne presero atto ed aderirono anch’essi all’iniziativa.
Il 29 giugno 1955 venne effettuata a Genova una prova sperimentale con “gozzi”, piccole imbarcazioni a sedile fisso con quattro vogatori. Il 10 dicembre dello stesso anno fu invece firmato ad Amalfi, nel Salone Morelli, l’attuale Museo Storico di Palazzo San Benedetto sede del Municipio, l’atto costitutivo che sancì la creazione dell’Ente organizzativo della Regata. Le imbarcazioni vennero costruite dalla Cooperativa Gondolieri di Venezia e furono varate il 9 giugno 1956 sulla Riva dei Giardini Reali, con la benedizione del Patriarca di Venezia Angelo Roncalli, divenuto poi papa Giovanni XXIII. La prima edizione della Regata delle Antiche Repubbliche Marinare si svolse a Pisa il 1º luglio di quell’anno.
I GALEONI

Regata_delle_Antiche_Repubbliche_Marinare_collageLe quattro imbarcazioni, lunghe 11 metri, pesanti 760 chilogrammi ed a sedile fisso, sono dipinti mediante i colori tradizionali delle quattro città marinare: Amalfi di azzurro; Pisa di rosso; Genova di bianco e Venezia di verde. Presentano il castello a poppa con la bandiera di ciascuna repubblica ed hanno una polena a prua. Così Amalfi usa un cavallo alato che, insieme alla sirena, era uno dei motivi principali utilizzati per le polene delle galee medievali; Genova ha invece il drago rievocante il suo Protettore S. Giorgio; Pisa mostra l’aquila imperiale germanica a ricordo della fedele collaborazione offerta alla causa sveva e ghibellina dalla repubblica toscana; Venezia presenta il leone di S. Marco quale simbolo del suo santo protettore.

Leggi anche:  Fabio Aru verso l'annuncio della sua nuova squadra

 

  •   
  •  
  •  
  •