Rientro Tiger Woods: il campione americano ritorna dopo 16 mesi

Pubblicato il autore: Nunzio Corrasco

Rientro Tiger Woods: il campione americato torna sui prati verdi dopo ben 16 mesi di stop forzato.

Rientro Tiger Woods

Rientro Tiger Woods: il campione americano tornerà in campo

Il grande momento è finalmente arrivato: dopo tre operazioni alla schiena e continuii rinvii, a distanza di 16 mesi dall’ultima apparizione sui campi da golf, Tiger Woods farà il suo rientro. L’ex numero uno del mondo, a partire da giovedì, prenderà parte all’Hero World Challenge sul percorso dell’Albany Resort, torneo organizzato dalla sua fondazione. I partecipanti saranno 18, ma si tratta di tutti nomi di grandissimo livello, 16 tra i primi 28 del world ranking: si va da Henrik Stenson, Jordan Spieth, Rickie Fowler a Patrick Reed e Bubba Watson. Insomma il meglio o quasi che il golf mondiale possa offrire, il tutto impreziosito dal ritorno di Woods. Dopo 16 mesi di assenza, Woods è sceso all’898° posto nel ranking mondiale, ma ha voglia di rifarsi, tornando ai fasti di un tempo. Il campione americano, capace di vincere 14 major ed oltre 100 tornei in carriera, aveva annuciato il suo rientro al Safeway, ma dopo un’attenta riflessione, aveva rinviato la data del ritorno, spiegando così i motivi della sua decisione: “Dopo averci pensato a lungo e dopo un’onesta riflessione, mi sono reso conto di non essere ancora pronto per giocare un torneo del Pga Tour e poi andare in Turchia. La mia salute è buona, mi sento in forma, ma il livello del mio gioco è vulnerabile e non all’altezza per consentirmi di affrontare certe sfide sportive. Nel momento in cui avevo annunciato il mio rientro al Safeway, avevo la ferma intenzione di giocare, la convinzione di poterlo fare, ma dopo molte ore sul green, ho capito di non essere competitivo come vorrei contro i migliori golfisti del mondo. Vorrei chiedere scusa per la mia rinuncia a Safeway, ai miei tifosi in California e in Turchia, e a tutti quelli che speravano di potermi seguire in tv. Questo non è quel che avrei voluto accadesse, ma continuerò a sudare per tornare in grado di competere coi migliori del mondo. Mi manca poco, e non mi fermerò finché non sarò pronto per tornare”

Il momento del ritorno è finalmente arrivato e Tiger Woods ha raccontato le sue sensazioni a pochi giorni dal rientro in campo, svelando come per alcuni mesi le sue condizioni siano state davvero preoccupanti. Ecco le parole del campione americato, riportate da “La Gazzetta dello Sport”: “Per un paio di mesi non riuscivo nemmeno ad alzarmi dal letto per il dolore alla schiena. Avevo bisogno di aiuto. E’ stato un periodo molto, molto difficile. Ma le cose col tempo sono migliorate così tanto da permettermi ora di essere qui. Ho lavorato tantissimo. Sono pronto a misurarmi con gli altri. E vediamo che succede. Sono qui per provare a vincere e sono qui per giocare alla grande, poi vediamo domenica pomeriggio come sarà andata. Nervoso? Certo, lo sono. E va bene, devo esserlo. Sarà interessante vedere come saprò gestire la pressione. E’ un passaggio che devo saper affrontare se voglio tornare in alto. Aver rinviato di altri due mesi il rientro credo sia stata la scelta giusta. Non mi sentivo pronto due mesi fa. Ora sì”.

Per quanto riguarda la copertura televisiva dell’evento in Italia, arrivano brutte notizie: gli appassionati di golf nostrani non potranno godersi in diretta il rientro di Tiger Woods sui campi verdi di gioco. Sky Sport infatti non trasmetterà l’Hero World Challenge, ma manderà in onda l’Alfred Dunhill Championship.

  •   
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Mondiali Courchevel Meribel 2023, dove vedere combinata femminile sci alpino LIVE oggi: diretta TV, orario e start list