Winning Attitude Award 2016 premia Andrea Lo Cicero

Pubblicato il autore: simona salta Segui

Andrea Lo CiceroChi non conosce Andrea Lo Cicero?
Catanese di origini nobiliari, comincia a giocare a rugby a soli 17 anni.
Andrea in questi anni ha ottenuto moltissimi successi nello sport ma anche nella vita.
Dal carattere spigliato e intraprendente Andrea, chiamato “il Barone” dai media per le sue origini nobili, é stato nominato nel 2015 dal Presidente della Repubblica  Cavaliere dell’ordine al merito della Repubblica.
Venerdì,in occasione del Winning Attitude Award,Andrea é stato premiato da una bellissima Elisabetta Pellini, insieme ad altri esponenti dello sport, per le sue capacità di altruismo e caparbietà.
Il premio, promosso da IMCA – International Mental Coach Association è stato ideato dal mentale coach Sandro Corapi e dal giornalista sportivo  Gianluca Meola.
Andrea, nonostante gli infortuni, nonostante le difficoltà a volte incontrate, non si è mai allontanato dal campo di gioco. Ha sempre seguito e affiancato la squadra assumendone tutte le sue responsabilità. Andrea é un simbolo dello sport italiano. Ha un grande valore umano che lo ha portato a diventare ambasciatore UNICEF, aiuta bambini con lievi disabilità e, da qualche tempo alleva asini coltivando ortaggi e piante di ogni tipo. Andrea ha unito i due progetti.” Io nella vita sono stato fortunato. Voglio restituire a qualcuno quello che io ho ricevuto e per questo nella mia terra di 12 ettari ho costruito una tenuta didattica che si chiama TERRA DEI BAMBINI, per avvicinare i bambini con lievi disabilità, bambini meno fortunati, senza far loro alcuna terapia ma insegnandogli a vivere in armonia con la natura, facendoli godere del benessere che la natura gli dà. In questa tenuta coltivo asini e curo piante e ortaggi di ogni tipo.”
Alla cerimonia è stata presentata una campagna contro il bullismo. È stato presentato il trailer del film “INFERNET” che è una condanna pubblica a questo neo della società.
Per combattere questo e per far capire ai ragazzi quanto sia importante rispettare i propri compagni e non manifestare mai nessun tipo di superiorità sono stati invitati alla serata tanti giovani ragazzi e  giovani sportivi a cui Andrea ha Dato dei consigli raccontando loro degli aneddoti di vita.” Io oggi sono un uomo fisicamente grande e grosso. Quando ero bambino sono stato spesso preso di mira da altri ragazzi. Ho cercato nel tempo di far diventare questo un mio punto di forza e ci sono riuscito. Oggi sono qui e posso raccontare un’esperienza di vita molto bella. Cerco di trasferire questo messaggio a voi perché anche voi potete fare questo. Se vi capita di poter prendere in giro un altro ragazzo, non lo fate e cercate di farlo capire anche ad altri. Prendere in giro ragazzi e bambini è veramente una cosa molto molto brutta”.

Leggi anche:  WWE, Undertaker: "Hell in a cell creato per Kane"
  •   
  •  
  •  
  •